Se questi sono gli irpini, io mi vergogno di esserlo

Con una buona notizia, ne arrivano altre peggiori. Se da un lato il Pd nazionale ha dato il benservito a De Mita, facendo benissimo, dall’altro, devo registrare una sacca di resistenza irpina alle novità: il vecchiume, l’intrallazzo… piace.
Sul sito di Itvonline
c’è un sondaggio che chiede agli irpini:  
Siete favorevoli alla candidatura nel Pd di Ciriaco De Mita?
Ebbene, il risultato è sconcertante: 53% sì, 47% no…
Ma allora cari irpini se siete fatti così, se siete solo capaci di lamentarvi e di genuflettervi davanti al potere di un ottantenne allora… la munnezza VE LA MERITATE.
Tenetevela e state zitti, ed evitate di protestare, perché in DEMOCRAZIA si protesta nella cabina elettorale, votando! Tenetevi il cancro derivante dall’inquinamento e tenetevi pure le manganellate della polizia perché se volete ancora essere governati da chi ha gestito questa terra ed è responsabile di questo stato di cose, allora, siete delle persone che non meritano niente: nemmeno la pietà.
E con questo ho finito.

36 commenti su “Se questi sono gli irpini, io mi vergogno di esserlo

  1. Loreanne

    Beccata tra gli ultimissimi….
    :-)))))
    De Mita…il nuovo che avanza?
    Vabbè…purtroppo, essendo in politica da centoventi anni, ha fatto tanti clientelismi e chi lo vorrebbe candidato evidentemente gli deve qualcosa…

    l'importante è ripulire la politica da certi reperti archeologici abbastanza discutibili…
    Ciao Tis..

  2. utente anonimo

    Ciriaco De mita rappresenta ancora una "Mente" dotato di acuta intelligenza politica che ha dato lustro alla vita politica italiana, usando il potere come sevizio specialmente per le popolazioni del mezzogiorno in modo particoalre per l'Irpinia. Sarebbe un grave danno per la Nazione italiana ghettizzarlo per soli motivi di età.
    Mario della Monica nella qualità di semplice elettore.

  3. WebLogin

    Come ti capisco! 🙁
    De Mita ha detto che si sente insultato da questa esclusione e che morirà con la chitarra in mano ;-D

    L'unica cosa certa è che per De Mita «non si tratta di un addio alla politica. «Come diceva un poeta spagnolo, 'Quando morirò morirò con la chitarra in mano', io dico che quando morirò farò l'ultimo discorso elettorale»

    Ho apprezzato questa esclusione però come te mi dispiace leggere che c'è ancora tanta gente che sarebbe disposta a votarlo: si critica il sistema eppoi non si fa niente per cambiarlo, anzi… 🙁

    Giuseppe

  4. Tisbe

    @Mario della Monica, ci sono modi e modi di usare l'intelligenza: anche Hitler lo era molto, altrimenti non sarebbe riuscito ad avere un intero popolo al seguito…
    Inoltre non vedo in che modo l'Irpinia abbia ricevuto dei benefici dalla politica di De Mita: e allo sfascio ambientale ed economico… questa la chiami intelligenza? Tutto ciò che è stato fatto, se è stato fatto è servita come scusante per arricchire le solite persone… e per dare il contentino ai soliti raccomandati incapaci (che spesso occupano posti dirigenziali con esiti dannosi per l'intera comunità)

  5. utente anonimo

    In una politica fatta di clientelismo, trovano terreno fertile i vari De Mita.
    Non credo potrebbero ancora reclamare poltrone personaggi come lui, se la politica di dimostrasse capace di perseguire gli interessi delle comunità.

  6. utente anonimo

    Non ti preoccupare, non vale solo per gli Irpini. Io sto a Chivasso (TO) e qui IDV candiderà un ferrovecchio exdemocristiano, Margherito, pluritrombato che si chiama Cambursano. Come vedi, non è un problema di latitudine

    Massimo

  7. pubblicitaroma

    Il vero male è che gli elettori giovani non sono mai parte attiva in questa politica ed è normale che esca un dato così triste. Veltroni cerca di introdurre l'aggetivo giovane nella politica del Partito Democratico ma per campagna elettorale o perchè ci crede? <a rel="nofollow" href="http://www.sidoli.org&quot; rel="nofollow">agenzia pubblicità

  8. utente anonimo

    De Mita non mi è mai piaciuto, ma il modo per farlo fuori è indegno. E il nuovo chi sarebbe ? Dalema ? o lo stesso Veltroni ? Ma mi facciano il piacere. Più li osservo e meno mi piacciono.

  9. Tisbe

    #12, farlo fuori? sarebbe stato molto più onorevole se si fosse tolto da ehm ehm… da solo spontaneamente ecc ecc
    Io parlo per lìIrpinia, fin quanto ci sarà lui con il Pd o senza il Pd tutto sarà paralizzato e le energie nuove non potranno esprimersi.
    Intelligenza? Io lo chiamo EGOISMO

  10. utente anonimo

    CREDO CHE CHI HA SCRITTO NON E'UN IRPINO,QUANDO SI METTONO IN FORSE LE VOLONTA'DELLA MAGGIORANZA PER MERO PRECONCETTO DI DEMOCRAZIA NE SA BEN POCO.IO VOTO PD MA LE SCELTE CHI LE FA VELTRONI O CHI VA A VOTARE?SE FOSSE POSSIBILE SCEGLIRE IL CANDIDATO STANNE CERTO,IRPINO ANOMALO,CHE LA SCXELTA NON COINCIDEREBBE NE'CON VELTRONI NE'CON LE TUE IDEE DI TARDO BOLSCEVICO,PS.VOTO PD MA IMETODI ADOTTATI SANNO DI PROSCRIZIONI FRANCESCO RADUAZZO

  11. utente anonimo

    De Mita è stato ed è la mente politica più importante di tutta la nazione, lasciarlo fuori è una carognata del PD di Veltroni che io sicuramente non voterò.Orazio Marciano

  12. Tisbe

    #16 Ma la vogliamo finire con questa storia di De Mita mente geniale! Sai quante menti brillanti non si sono potute esprimere a causa delle sue ingerenze e dei suoi dictat?
    Mente! Ma mente de che? Chiunque sarebbe stato capace di fare ciò che ha fatto lui…
    E' un FURBONE, ma niente di più
    e la furbizia non ha niente a che vedere con l'intelligenza
    Glielo farei un test sul Q.I.

  13. Tisbe

    Ah, caro Orazio Marciano che sa tanto di nome inventato, anche Hitler è l'uomo più importante della Germania… significa qualcosa?

  14. Tisbe

    L'ho sempre saputo che molta gente vota De Mita perché lo reputa intelligente. E sapete da cosa deduce l'intelligenza di De Mita? Perché vince a tressette.
    Ma si può essere così idioti? Ma si può essere così idioti da adorare una persona perché vince a tressette!
    E la prossima volta che facciamo? Ci facciamo governare da un campione di scacchi?

  15. raffaelegreco

    w l'Italia:
    proprio oggi parlando con un facoltoso sanitario di cui, per evidenti motivi, non mi permetto di indicare il nome questi mi ha raccomandato un annedoto sconcertante.
    Il direttore generale dell'ASL per la quale lavora ha sguinzagliato nel corso della settimana un pool di 4 infermieri per raccogliere firme a favore della candidatura di Ciriaco De Mita nel PD tra colleghi e degenti.
    Cose da far rabbrividire.

  16. Tisbe

    @raffaele, non mi meraviglio affatto. Conosco infermieri che non possono fare professione di voto altrimenti verrebbero licenziati in tronco
    Ma c'è di peggio… molto peggio: povera terra mia

  17. filomenoviscido

    esssi… mò dovevamo perdere un'altra perla irpina!!

    e ti faceva coraggio di lasciarci soli con la munnezza e demita? :-p

    cmq, almeno il vecchiardo non si candiderà a "Sinistra". Alla fine tra Bassolino/Iervolino in crisi e DeMita che va con Pezzotta, il PD diventa quasi decente.. se diventasse anche di Sinistra non sarebbe male 😉

    ciao 🙂

  18. utente anonimo

    Che poi, questa presunta mente geniale, quale genialata ha partorito in una vita di politica attiva ai massimi livelli? Dico a parte favorire la sua compagnia di giro in Irpinia. Ciao Tisbe.

  19. utente anonimo

    Non credo che, in questo paese, un modo per protestare sia rappresentato dal voto.Se fosse possibile scegliere tra coalizioni alternative nei fatti, nei comportamenti e nei programmi non ci sarebbero problemi.Sulla Campania quello che si vede è che dopo 14 anni di Bassolino e consorterie varie non è cambiato nulla.E questo a prescindere da De Mita. Visto che è di moda la questione morale forse qualcuno si doveva alzare dallo scranno e dire "Bassolino vattene a casa".Invece si vuole fare della fuffa mediatica partendo dall'età.Si dice che è 44 anni che è in parlamento. Scusate ma da quanto dura la carriere politica di Veltroni?Nel vuoto delle idee si confezionano scatole con il fiocco, e tutti lì a discutere del nulla.

  20. viga

    ricordo da bambino,negli anni 80,quando parlavano di isso,per gli amici :o'malamente, che con i soldi in favore ai terremotati, ha costruito nel suo paese:banche,campi sportivi ecc…
    Al di là che nel pd ce ne son altri da eliminare dalla vita politica,penso che non ricandidarlo sia giusto.Cioè,non mi toglie il sonno,ma è una buona decisione

    ps: e i terremotati?Ancora nei container?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *