Io ho perso

Io ho perso,
perché ha vinto l’ avvelenatore dei pozzi,
ha vinto un pulcinella, falso anche quando respira, come diceva Montanelli,
ha vinto chi dice che un condannato a tre ergastoli per mafia è un eroe,
ha vinto chi minaccia "Se necessario, potremmo anche imbracciare i fucili",
ha vinto F.S.F Company,
ha vinto una cosiddetta “solidarietà e valori cristiani” che alla sera produce film Hard,
hanno vinto i cannoli di Cuffaro,
il riscrivere della storia di Dell’Utri,
la raffinatezza dei De Gregori,
la coerenza del Dini,
le spigole di Speciale ecc.ecc.
Chiudo come dice Il vaso di Pandora:

E’ proprio il caso di dire: "mamma li porci".

(se hai perso anche tu diffondi via web)
affogando nella grande rete

60 commenti su “Io ho perso

  1. RondoneR

    la cosa brutta è che molti invece saliranno sul predellino del vincitore…

    consoliamoci con i perdenti con stile.

    e soprattutto con quelli definitivi.

  2. grillopensiero

    Il problema di fondo rimane sempre, chi lo ha eletto e perchè ?

    Tratto da V for Vendetta:

    "Crudeltà e ingiustizia, intolleranza e oppressione. E lì dove una volta c'era la libertà di obiettare, di pensare, di parlare nel modo ritenuto più opportuno, lì ora avete censori e sistemi di sorveglianza, che vi costringono ad accondiscendere a ciò. Com'è accaduto? Di chi è la colpa? Sicuramente ci sono alcuni più responsabili di altri che dovranno rispondere di tutto ciò; ma ancora una volta, a dire la verità, se cercate un colpevole, non c'è che da guardarsi allo specchio.

    Io so perché l'avete fatto. So che avevate paura. E chi non ne avrebbe avuta? Guerre, terrore, malattie. C'era una quantità enorme di problemi, una macchinazione diabolica atta a corrompere la vostra ragione e a privarvi del vostro buon senso. La paura si è impadronita di voi, ed il caos mentale ha fatto sì che vi rivolgeste all'attuale Alto Cancelliere, Adam Sattler. Vi ha promesso ordine e pace in cambio del vostro silenzioso, obbediente consenso. Ieri sera ho cercato di porre fine a questo silenzio. "

    Dunque il parlamento è il riflesso della maggioranza degli italioti ?

    V-DAY 2

    Per una libera informazione al servizio della gente.

    http://it.youtube.com/watch?v=n1E3VnNiJlw

    http://pensieriepensieri.splinder.com/post/16566209#comment

  3. hariseldom

    però due cose positive…Mastella e De Mita non ci sono più. Insomma Pollianna vedeva cose buone anche nelle peggiori situazioni io oltre questo non vedo.

  4. utente anonimo

    Sono uno dei miglioni di italiani che lo hanno votato e non mi sento un idiota. Voi piuttosto, siete sicuri di essere così furbi e saggi?

  5. utente anonimo

    Credevo di essere più preparata a questa sconfitta!!Me lo aspettavo..ma forse speravo che ci fosse meno differenza!!Quello che veramente mi ha fatto SCHIFO è pensare che ragazzi della mia età (22 anni) abbiano potuto votare un simile essere!!Ma come è possibile??Con tutti i problemi che ci sono vai a votare proprio la persona che rovinerà definitivamente l'Italia??Tanto per lui l'importante è stare bene lui e tutte le persone che come lui hanno quattrini da buttare via!!!
    Mi sento triste, amareggiata, delusa dall'italia e dagli italiani!!!
    A volte c'è quasi da vergognarsi!!!
    Valentina

  6. Jinzo

    Ha perso la religione socialista. Ha vinto la gente stanca di essere derubata dal tassa-spendi-inflaziona della sinistra. Hanno vinto il pragmatismo e l'economia contro l'ideologia, finalmente espulsa dal parlamento nonostante i suoi rigurgiti anacronistici. E' nata la terza repubblica, quella americana dei liberal contro i conservative. Questo Paese oggi è meglio di ieri, sia per i vincitori che per gli sconfitti. Per quanto riguarda gli sconfitti dalla storia, al contrario, non c'è nessuna consolazione.

  7. Tisbe

    @jinzo, certo meglio vendersi e votare chi esalta i mafiosi e li considera degli eroi. Meno tasse + mafiosi… Cosa non farebbero gli italiani per i soldi 😉

  8. Tisbe

    #8, prima di cambiare dovresti tornare a scuola ed imparare la grammatica della tua lingua… se questo è il livello di chi ha votato Berlusconi…

  9. Guinness

    Hanno vinto lo stalinismo ed il nazismo, ha perso la Democrazia. Ha perso l'onestà, ha vinto la mafia. Ha perso chi paga le tasse, ha vinto chi evade il fisco. Ha perso chi lavora in regola e chi è disoccupato, ha vinto chi fa lavorare in nero gli immigrati irregolari. Ha perso chi crede nella giustizia, ha vinto chi vuole smantellare la polizia e la magistratura. Ha perso chi crede nell'Italia e nell'Europa, ha vinto chi vuole distruggere l'Italia e l'Europa. Ha perso il futuro, ha vinto il trapassato. Ha perso l'industria italiana, ha vinto l'industria straniera. Ha perso chi crede nel "noi", ha vinto chi crede nell'"io". Ha perso chi vuole meno tasse, ha vinto chi aumenta le tasse. Ha perso chi crede nell'America, ha vinto chi è amico di Putin. Ha perso chi vuole combattere il terrorismo, ha vinto chi sostiene il terrorismo. Hanno perso riformisti, liberali e conservatori, hanno vinto gli ultraconservatori anti qualunque progresso.

    Hanno perso l'Italia e gli italiani. Ma avrebbero perso anche se avesse vinto Veltroni, sbiadito clone del nano originale.

  10. Tisbe

    @ermahico, ho una sola debolezza: mia figlia… e solo per questo, per poter non avere nulla da perdere non farei più figli
    @guinnes…sei catastrofista!

  11. utente anonimo

    @jinzo
    dispiace prendere atto che l'unico commento che fa un ragionamento qua dentro è quello di jinzo.

    Un commento che non condivido sopratutto nella premessa, ma che almeno fa uno straccio di analisi.

    Non sono d'accordo , o forse ho compreso male, sulla sonfitta della religione "socialista": quella aveva già perso prima delle elezioni, anche con una eventuale vittoria di veltroni .
    Il paradigma socialista, per quello che intendiamo..nel senso "novecentesco" del termine, in realtà ha perso da qualche lustro ed ovunque, aldilà del nome "socialista" o "socialdemocratico" conservato dai partiti.
    Anche il psoe è "liberal", non certo un partito socialista classico.
    L'Unione era un contenitore più simile all'interclassismo democristiano, che non ad un modello "socialdemocratico" (che l'italia in realtà non ha mai avuto reali esponenti).

    Vero il passaggio alla "terza repubblica".
    Una sola cosa: non facciamo dell'ingenuo "a-ideologismo".
    Anche la tua posizione legittimissima, jinzo, è "ideologica".

    Anche la retorica apparentemente "anti-ideologica" è ideologia..e non sto facendo un gioco di parole.

  12. Neo75

    Il problema è che al PD sono soddisfatti per il "grande risultato" (pari a uno stratosferico e fantasmagorico, dati alla mano, incremento di circa 100.000 voti in più su scala nazionale rispetto al dato ottenuto dalla somma delle liste – ora confluite nel PD – nel 2006).

  13. Jinzo

    "certo meglio vendersi e votare chi esalta i mafiosi e li considera degli eroi".

    Support Cosa Nostra Pizza franchising. 😉

    "Meno tasse + mafiosi… Cosa non farebbero gli italiani per i soldi ;-)"

    Infatti, meglio il monopolio della mafia: lo stato.

    Anonimo:

    "quella aveva già perso prima delle elezioni, anche con una eventuale vittoria di veltroni . "

    Vero, ma l'esclusione dal parlamento credo sia la cosiddetta "spina staccata".

    "Il paradigma socialista, per quello che intendiamo..nel senso "novecentesco" del termine, in realtà ha perso da qualche lustro ed ovunque, aldilà del nome "socialista" o "socialdemocratico" conservato dai partiti."

    Direi che in Italia è dura a morire. Speriamo di averli aiutati a prendere definitvamente atto della fine.

    "Anche il psoe è "liberal", non certo un partito socialista classico."

    Dipendi che intendi per partito socialista classico. Per me anche Rawls è socialista, alla fine. Se per socialista intendi chi fa uso di paradigmi egualitaristi, pur avendo fatto i conti con l'economia. Ma forse in effetti ho creato un po' di confusione dicendo "ideologia socialista", era meglio dire comunista.

    "L'Unione era un contenitore più simile all'interclassismo democristiano, che non ad un modello "socialdemocratico" (che l'italia in realtà non ha mai avuto reali esponenti)."

    Mi sfugge allora la definizione che tu adotti per socialdemocrazia.

    "Anche la tua posizione legittimissima, jinzo, è "ideologica". "

    Non direi, a meno che non si voglia considerare l'economia un paradigma ideologico, il che può essere vero. Alla fine credo che stiamo giocando sulle definizioni comunque.

  14. utente anonimo

    @jinzo
    ah, se ti riferivi alla "sinistra arcobaleno" parlando di religione socialista…ok, ritiro in larga parte il mio commento precedente.

    Non credo tu abbia bisogno di aver delucidazioni sulle differenze tra un discorso "socialdemocratico" ed uno "interclassista" (come quello delle aree più "progressiste" della ex dc).., ma diventa un ozioso ragionamento sui termini.

  15. Tisbe

    @jinzo, tu sei una persona preparata che io rispetto molto e so che la tua scelta è meditata e ragionata. Anche la mia!
    Ma sulla preferenza al voto mafioso posso solo dire: no comment

  16. utente anonimo

    una piccola e cinica opinione.
    il kossiga (termine vostro) ha detto che secondo lui , l'esclusione dal parlamento e dal senato della sinistra estrema, porterà alla recrudescenza del terrorismo (brigate rosse ecc.) .
    non lo credevo, ma dopo aver letto le vostre frignate , ci credo.
    bisogna saper perdere….
    sembrate proprio i reduci delle ss ai loro birrosi incontri, dato che dite le stesse cose.
    caposkaw

  17. WebLogin

    Ha perso l'Italia, gli italiani hanno perso l'occasione di essere ONESTI, perchè Berlusconi in un Paese CIVILE non potrebbe candidarsi. Ho sempre pensato che l'Italia ha pagato e sta pagando per non avere fatto un processo a Mussolini e al Fascismo e ritengo che stiamo facendo lo stesso sbaglio con Berlusconi. Magari Berlusconi fra dodici anni (5 più i molto probabili 7 da Presidente) si farà da parte oppure morirà, ma così ancora una volta gli italiani non avranno capito il loro errore…

    Poi hanno votato la Lega, quel "partito" che insulta noi del Sud Italia. Bravi, complimenti, ma a questo punto ha ancora un senso parlare di ITALIA?

    Una volta ricordo che un esponente della Lega riguardo al Federalismo disse che i meridionali dovevano curarsi al Sud, perchè solo in questo modo potrà migliorare la Sanità al Sud. Conosco alcuni amici che per curarsi sono andati al Nord e ricordo la loro sofferenza e il sacrificio delle loro famiglie, ma non credo che chi ha votato la Lega (e quindi leghista) possa sapere di cosa sto parlando…

    Ovviamente il gap il Sud dovrà colmarlo da solo con l'assenza dello Stato e la presenza della Mafia, perchè con il Federalismo della Lega ognuno si risolve i propri problemi mentre le nostre risorse vengono sfruttate dal Nord: i laureati per lavorare vanno al Nord e vanno al Nord anche prodotti come l'uva, il grano, i pomodori, le olive, ecc. ecc. Addirittura un po' di tempo fa fecero vedere in TV che le nostre verdure vanno prima ai mercati del Nord e poi lo scarto scende al Sud…

    Poi quelli della Lega, oltre a noi del Sud, odiano gli immigrati e basta vedere i loro comizi… Li odiano ma dimenticano che poco tempo fa eravamo noi a lasciare l'Italia e a chiedere accoglienza ad altri Paesi.

    Con queste elezioni ha perso l'Italia e temo avrà un ulteriore degrado culturale e che l'unità diventerà sempre più debole.

    Giuseppe

  18. Tisbe

    @caposkaw, beh, anche bossi ha minacciato di fare il terrorista imbracciando il fucile… hai la memoria corta oppure discrimini?

  19. utente anonimo

    bisogna saper perdere…
    proprio non ci riuscite, vedo.
    e se credete che sono cattivi gli italiani perchè non vi hanno votato…
    siete già scomparsi.
    (ed è inutile dire che la cosa mi diverte alquanto… :)))))
    caposkaw

  20. Tisbe

    no, gli italiani sono traditori (la storia lo insegna) e creduloni (infatti hanno il papa in casa) e hanno creduto alle menzogne di berlusconi che già oggi si è mangiato le promesse fatte annunciando anni DIFFICILI
    ma va? 😉

  21. utente anonimo

    che sia l occasione della rinascita della sinistra. sperando che in futuro possa esistere una sinistra, e sperandoc he esista ancora la democrazia, in futuro

    Rigitans'

  22. utente anonimo

    insultare? e perchè? stai facendo brutta figura da sola.
    una piccola precisazione .
    la differenza tra gli adulti e i bambini è che ,gli adulti se hanno un problema ,lo affrontano e se possono lo risolvono.
    i bambini , invece , si siedono per terra e si mettono a frignare e/o a urlare.
    questo atteggiamento (distruttivo) è comprensibile se lo fa un bambino di 5 anni, ma se lo fa un'intero segmento di popolazione…..
    che poi questo segmento di popolazione (che prima continuava a ripetere di essere il più intelligente, i più buono , i più bravo di tutti ) dica anche che gli italiani sono cattivi e creduloni perchè non gli danno retta….
    tutto ciò è proprio da bambini dell'asilo…
    caposkaw

  23. utente anonimo

    Dispiace perdere le elezioni contro Berlusconi,però bisogna dargli atto di aver catalizzato maggiormente gli interessi della gente(certo senza Mediaset sarebbe stata un'altra storia).
    Non ci resta che aspettarlo alla prova dei fatti….

    Un saluto

  24. LucaScialo

    Berlusconi ha vinto, definitivamente. Perchè ha cambiato il modo di pensare degli italiani, la loro cultura, attraverso un potente mezzo tutta forma e poca sostanza come la TV…Ciao 🙂

  25. HAVEADREAM

    Per quanto mi riguarda, io avevo perso anche se vinceva Veltroni.
    E' questa la cosa più drammatica della questione: chiunque vinceva, noi "tutti a casa".

    Secondo me, la vittoria di Berlusconi, è il male minore

    Ciao
    Salvatore

  26. AzzikKlaudia

    hanno vinto i valori cristiani di chi va a messa la domenica… e poi uccide!
    complimenti all'italia che si lascia imbambolare da un sorriso stampato 24 ore su 24 e da promesse di soldi e benessere che sono solo parole. complimenti all'italia che vede il pericolo nei comunisti e che crede nella disonestà. vince l'ignoranza, non vince solo berlusconi, vince il razzismo e non solo la lega, vincono tutti i valori sbagliati, capovolti, impacchettati per l'ennesima bugia.

  27. Guinness

    A parte lo stesso Di Pietro, che ancora non è stato assolto. E che ancora deve spiegare un bel po' di questioni. E prima di farlo è pure pregato di lavarsi le mani, sporche di sangue socialista.

  28. utente anonimo

    per caso hai fifa di ammettere il mio commento?
    se ti fa paura quello che ho detto, tra un po' non uscirai più di casa per il terrore che berlusconi ti salti addosso e ti porti in un angolo buio per divorarti…
    (ahr ahr ahr!)
    caposkaw

  29. utente anonimo

    Io sono felice… Il PD è riuscito in pochi mesi ad avere più voti dei partiti fondatori (tutti sapevano di perdere) e da qualche mese tutti i riformisti possono dire quello che penasano senza aspettare la "smentita" di qualche pseudo compagno di governo (sinistra radicale).
    I partiti ideologici non hanno più senso (già da qualche anno)… La sinistra radicale se n'è accorta adesso… meglio tardi che mai…

  30. Tisbe

    @paolo DeMartino, ti sbagli di grosso, non è un risultato elettorale che può togliere esistenza ai comunisti. Noi ci siamo e continueremo ad esserci. Siamo extraparlamentari ma ci siamo,… non siamo rappresentati nelle istituzioni ma esistiamo… io esisto e nessuno può negare che io esista

  31. Jinzo

    @Tisbe:

    Grazie per i complimenti. 😉
    In tutti i casi ho citato solo un pezzo di un libro di fantascienza, Snow Crash. Tanto la politica è mafia di per sè e mettersi a fare le pulci agli altri è davvero ridicolo. Qualunque voto, in quanto supporta la politica, è mafioso.

  32. Guinness

    Mi lascia basiti leggere che qualcuno è contento perché il secondo Partito democratico, quello di Veltroni, ha guadagnato un'inezia in termini di voti e in percentuale rispetto alla somma dei due partiti preesistenti. Perché la perdita di voti che c'è stata a Sinistra è stata molto più elevata – e grave, nonostante la positivissima sconfitta di Bertinotti – del marginale guadagno veltroniano.

    Chi è di Sinistra non può certo dirsi contento di questi risultati. Chi è di Destra ovviamente sì, per tanti motivi. I riformisti – di Centro, di Destra e di Sinistra – sono tutti usciti sconfitti da questo voto, che ha premiato esclusivamente chi vuole conservare lo status quo.

    Adesso in Parlamento il più riformista è Casini, che è pure quello più a Sinistra dell'emiciclo. Il tutto grazie ai due Veltrusconi ed ai loro partiti fotocopia. Un bel risultato davvero. Complimenti a loro ed ancora di più a chi si dice soddisfatto – e si maschera di Sinistra.

  33. AzzikKlaudia

    scusa guinness… ma tu sei contento o no? non credo che tu sia contento ma non si capisce se hai qualche ideologia o se sei un qualunquista che ce l ha con tutti. io ovviamente non sono contenta del risultato ma per me votare è sempre meglio che astenersi e non ho avuto molta scelta… tu chi mi avresti consigliato visto che ce l hai un pò con tutti??? la politica non è pulita, e questo si sa, allora per chi votare???

  34. Jinzo

    @Guinness:

    Nucleare, federalismo, buono scuola, separazione delle carriere, responsabilità economica delle ASL, defiscalizzazione degli straordinari, taglio del bollo auto e dell'ICI…. Secondo te questo significa conservare lo status quo?

  35. Guinness

    Il nucleare purtroppo non rientra nei programmi di nessuno – solo Casini e pochi altri sparuti hanno capito che questa è una necessità urgente per il nostro Paese.
    Il federalismo purtroppo non rientra nei programmi di nessuno – la Lega Nord insegue un nuovo centralismo su scala regionale, antitesi del federalismo che significa dare potere e responsabilità e fondi agli enti locali territoriali.
    La separazione delle carriere è una caXXata pazzesca, una decisone di tipo stalinista utile per poter meglio controllare i magistrati, ma che non ha alcuna utilità per i cittadini né per la giustizia.
    La responsabilità economica delle Asl non rientra nei programmi di nessuno – basta guardare come in Veneto i direttori generali sono stati tutti egualmente premiati dal presidente della Regione per l'attività svolta nel 2007, senza andare a guardare chi aveva operato bene, cioè negli interessi dei cittadini, e chi male.
    Defiscalizzare gli straordinari è un'iniziativa utile, una su cento è un po' poco.
    Il taglio dell'Ici e del bollo auto sono sparate elettorali, perché non esistono le condizioni economiche per poterli attuare – se non compensando come al solito con aumenti in altri settori.

    L'esempio a questo proposito sono i fantomatici tagli alla spesa pubblica condotti negli ultimi sette anni da entrambi i fallimentari ed identici governi di Berlusconi e Prodi. Meno soldi agli enti locali, che così sono stati costretti per sopravvivere ad aumentare le tariffe e le imposte locali od a ridurre i servizi erogati ai cittadini.

    Io non sono contento di questo risultato elettorale, per tanti motivi. Il partito nel quale mi riconosco da sempre è per la prima volta nella Storia fuori dal Parlamento – quando in Europa è al governo in molti Paesi. I programmi che proponevano i due Veltrusconi erano identici nella sostanza: penalizzare ulteriormente i cittadini ed aiutare gli amici degli amici. Ha vinto Berlusconi, per il Paese saranno cinque anni di sofferenza, come nei precedenti anni di governo di questo estremista privo di qualunque senso dello Stato e di appartenenza ad un popolo. Prima c'erano Casini e Fini – oltre ad alcuni sparuti esponenti dei partiti di governo – che lo controllavano, cercando di proporre azioni utili per i cittadini e nell'interesse del Paese. Adesso il solo Fini – ed un numero ridotti di sparuti esponenti dei due partiti di governo – è schiacciato dall'asse ultraestremista Berlusconi-Bossi. Se avesse vinto Veltroni sarebbe stata esattamente la stessa cosa. In Italia non abbiamo né una Destra europea – dobbiamo aspettare che Casini e Fini si decidano a costruirla – né una Sinistra europea. Il fatto che in Parlamento siano presenti solo cinque partiti è una grave perdita per la Democrazia, perché significa che il Parlamento, maggioranza e minoranza assieme, porterà avanti solo ed esclusivamente gli interessi di una parte minoritaria della popolazione italiana – è indubbio che entrambi gli schieramenti abbiano raccolto più voti di quelli che realmente rappresentano, tra proteste, antipatie ed idiozie quali il "voto utile".

  36. alexperry

    è vero, abbiamo perso, ma è in queste occasioni che si impara qualcosa. Cerchiamo di restare uniti, nel Pd, nel Pdci, nel Prc, nell'Xyz ma per favore restiamo uniti… non possiamo permetterci particolarismi, pena l'estinzione

    Alex

  37. Jinzo

    Il nucleare rientra nei programmi del PdL.
    La lega vuole trattenere i soldi delle tasse sul territorio regionale impedendo ai parassiti meridionali di campare sulle spalle del nord. E questo è già tanto.

    Se per risolvere la questione della spesa pubblica locale vuoi alzare quella centrale stiamo freschi. Nessuno è costretto ad alzare le tasse. Si può tranquillamente ridurre la spesa tagliando pezzi del settore pubblico, cacciando dipendenti parassitari, abolendo enti inutili e vendendoci lo stato a livello locale. Casualmente quando Berlusconi rimosse i fondi alle regioni ci furono cori di protesta da parte degli amministratori rossi, accompagnati da un aumento delle tasse conseguente. Tenne duro solo la Lombardia (ma guarda un po'….). L'idea che qualcuno sia obbligato ad alzare le tasse dunque è demenziale. E' obbligato a farlo solo chi vuole farlo, cioè i socialistoidi e i parassiti di ogni parte politica.
    La responsabilità delle ASL rientra nel programma del PdL.
    I tagli alle tasse si fanno con la riduzione della spesa e la vendita dello stato.
    Quanto alla giustizia: voi leviatanici siete sempre pronti a dire ciò che è utile o meno per i cittadini. Io sinceramente come individuo vorrei avere il diritto di concordare con l'accusa il tribunale che mi deve giudicare e non essere schiacciato da una giustizia leviatanica di stato.

    "Il partito nel quale mi riconosco da sempre è per la prima volta nella Storia fuori dal Parlamento "

    Se è la sinistra Arcobaleno direi "meno male".

    "Ha vinto Berlusconi, per il Paese saranno cinque anni di sofferenza, come nei precedenti anni di governo di questo estremista privo di qualunque senso dello Stato e di appartenenza ad un popolo. "

    Meno male, non se ne può veramente più di massificatori e servi del Leviatano che si inchinano al loro padrone ricevendo la dose di frustate giornaliera in cambio di nulla.

    "Il fatto che in Parlamento siano presenti solo cinque partiti è una grave perdita per la Democrazia"

    Quindi è bene, se è una perdita per la democrazia. Anzi sarebbe da lavorare per ridurre il tutto a conservatori contro progressisti americanizzando definitavamente la società. Credo sia il modo più utile per cancellare ideologie anacronistiche come il comunismo ed il fascismo o meramente antieconomiche e terroristiche come l'ecofondamentalismo.

    Credo che l'eliminazione delle ideologie sia il miglior modo per iniziare a ragionare su cose concrete. In primo luogo, per quanto riguarda i libertari come me, cercare di convincere conservatori e liberal della totale inaguatezza del modello keynesiano di interventismo statale caro alla sinistra (e quindi anche a Tremonti).

  38. Tisbe

    @jinzo, ti sbagli, il mondo non si divide in lavoratori e parassiti, ma in sfruttatori e sfruttati. Vendere le proprietà dello Stato equivale a delegittimarlo. Privatizzare la sanità significa condannare a morte la gente più debole che non necessariamente è parassita, ma solo sfortunata, perché non è nata nella famiglia giusta, al momento giusto, nel posto giusto…
    Quello che ti manca jinzo è l'esperienza della povertà che ho vissuto io, e che non dimentico … e so che cosa c'è dietro degli occhi tristi ed arresi.
    Mi dispiace tanto, ma a te manca la generosità, la solidarietà, ciò che eleva un essere umano dal suo stato di animale predatore. Mi dispiace tanto per te, veramente tanto

  39. Guinness

    La Lega Nord vuole trattenere a Venezia i soldi del Veneto, a Milano i soldi della Lombardia, a Torino i soldi del Piemonte, etc. Non vuole il federalismo. Questo sarebbe lasciare a Belluno i soldi di Belluno, a Padova quelli di Padova, a Varese quelli di Varese, a Como quelli di Como, e via discorrendo. Sono due operazioni completamente differenti. Quella della Lega Nord crea un nuovo centralismo, con dei parassiti pronti ad utilizzare i soldi altrui – e per me che i parassiti stiano a Sud o a Nord cambia poco, sempre parassiti sono se campano con i miei soldi invece che con i loro!!! La seconda operazione è il vero federalismo – che per quanto riguarda la semplice trattenuta delle tasse è dai primi anni Ottanta chiamata autonomia impositiva ed è nata grazie all'allora Psi – e mira a consentire ad ogni realtà di autogestirsi, senza andare a prendere i soldi altrui per mantenersi. Questo federalismo andrebbe comunque adeguato, perché è chiaro che alcune realtà hanno spese maggiori di altre – pensa a quanto costa costruire dieci km di strada in montagna od in pianura. Ma sarebbe già un buon punto di partenza. Peccato che alla Lega Nord ed al Pdl non interessi il federalismo.

    Magari il nucleare rientrasse nel programma del Pdl, sarebbe una svolta positiva per il nostro Paese. Peccato che non sia nelle intenzioni di Berlusconi, che sta già trattando con il suo amico stalinista Putin per la fornitura di energia dalla Russia all'Italia.

    Il deficit pubblico non si riduce tagliando a caso ed in modo indiscriminato, come hanno fatto i governi Berlusconi e Prodi. Occorre tagliare i rami secchi – e quindi anche licenziare i dipendenti parassitari ed i dirigenti fallimentari, invece di promuoverli sempre a nuovi incarichi. Ma non si devono ridurre i servizi ai cittadini, perché questa è pura imbecillità.

    I Comuni – di Centro, di Destra e di Sinistra, con tutte le deviazioni intermedie ed estreme – sono costretti ad aumentare tariffe ed imposte per poter arrivare al pareggio del bilancio e sopravvivere. Perché i governi Berlusconi e Prodi hanno tagliato indistintamente i finanziamenti agli enti locali, senza distinguere tra enti virtuosi e enti "fallimentari" – che anzi con questa politica ci hanno rimesso molto meno dei virtuosi. Questa posizione è quella dell'Anci veneto, che è guidata da un sindaco di Forza Italia – giusto per far capire che le idee corrette e propositive non hanno colori o bandiere.

    Strano che ogni governo in campagna elettorale prometta tagli alla spesa pubblica, ma poi non li concretizzi. In 5 anni di governo Berlusconi la spesa pubblica è aumentata, grazie ad importanti investimenti ad esempio nel settore della difesa e degli armamenti – mentre è stato ridotto l'importo a disposizione delle forze dell'ordine che garantiscono la sicurezza dei cittadini nelle nostre città!!!

    La cultura stalinista che domina in Italia vuole separe le carriere della magistratura, perché in questo modo sarà più facile controllare i giudici ed aiutare gli amici degli amici. Con la separazione delle carriere ancora più di adesso gli innocenti staranno in carcere ed i delinquenti fuori – oppure in Parlamento, in ogni partito.

    > non se ne può veramente più di
    > massificatori e servi del
    > Leviatano che si inchinano al loro
    > padrone ricevendo la dose di
    > frustate giornaliera in cambio
    > di nulla.

    Concordo. Purtroppo il 90% degli italiani ha deciso di essere servo e di inchinarsi. Metà davanti al Padrone Berlusconi, metà davanti al Padrone Veltroni. Identici in tutto – tranne nell'età e nella fede calcistica.

    Quando in uno Stato si riducono le voci che pensano e parlano è sempre grave. Solo nelle dittature esistono partiti unici o doppi partiti. In Democrazia ci devono essere più voci, discordi, che possano alternarsi alla guida del Paese, secondo la volontà del momento degli elettori. Negli Usa è inesatto dire che ci sono solo due partiti, perché ve ne sono di più, solo che non prendono sufficienti voti per entrare in Parlamento – Nader ad esempio era candidato per il partito dei Verdi. Conservatori e progressisti sono due schieramenti, non sono due partiti. Perché esistono conservatori anche a Sinistra e progressisti anche a Destra.

    Il mondo grazie a Dio non è bianco o nero – che abbinati su una maglia di calcio sono i migliori – come vorrebbero Berlusconi, Bertinotti, Veltroni e i comunisti, ma è ricco di colori e di sfumature.

  40. WebLogin

    @Jinzo,

    "il nucleare rientra nei programmi del PdL"

    Beh, tralasciando che c'era stato un referendum sul nucleare e sul fatto che il nucleare richiede tempo, dove dovrebbero nascere le centrali? E per le scorie? Facciamo a casa tua?

    "La lega vuole trattenere i soldi delle tasse sul territorio regionale impedendo ai parassiti meridionali di campare sulle spalle del nord. E questo è già tanto."

    I parassiti del sud??? Gli sfruttati del Sud! Perchè se i giovani, i laureati e le risorse agricole vanno al Nord mi sa che il termine giusto è SFRUTTAMENTO!

    "Nessuno è costretto ad alzare le tasse. Si può tranquillamente ridurre la spesa tagliando pezzi del settore pubblico, cacciando dipendenti parassitari, […]"

    "dipendenti parassitari"…questa definizione l'ho sentita da una persona che conosco, nel suo lavoro era in gamba, si reputava indispensabile e definiva alcune persone "dipendenti parassitari". Beh, ha scoperto a sue spese che nessuno è indispensabile. Il lavoro deve essere garantito a tutti e ti assicuro che sono altri gli sprechi…

    "Casualmente quando Berlusconi rimosse i fondi alle regioni ci furono cori di protesta da parte degli amministratori rossi, accompagnati da un aumento delle tasse conseguente"

    Mmm, facciamo un esempio: l'abolizione dell'ICI è una tassa comunale che Berlusconi si è permesso di promettere agli italiani. E' giusto secondo te? E i Comuni dovranno inventarsi un'altra tassa o evitare di fornire alcuni servizi?

    "I tagli alle tasse si fanno con la riduzione della spesa e la vendita dello stato."

    La SVENDITA dello Stato! A parte che non sono d'accordo, ma le cartolarizzazioni di Tremonti sono vere svendite! Ma sai non mi sorprende visto la maggior parte degli acquisti (figurati che ci sono anche le sue regge…) di Berlusconi…

    "Io sinceramente come individuo vorrei avere il diritto di concordare con l'accusa il tribunale che mi deve giudicare e non essere schiacciato da una giustizia leviatanica di stato"

    Mah, faccio un paragone calcistico: è giusto che una squadra si scelga l'albitro? Io vorrei una Giustizia che agisca in tempi brevi e correttamente, invece in Italia siamo al paradosso che un avvocato fuori dall'aula scavalca il giudice, in quanto l'avvocato è anche politico e cioè si adatta la Legge (vedi avvocati di Berlusconi).

    "Meno male, non se ne può veramente più di massificatori e servi del Leviatano che si inchinano al loro padrone ricevendo la dose di frustate giornaliera in cambio di nulla"

    Con Berlusconi avrete tutte le telenovelle e i grandifratelli che volete! In un paese CIVILE Berlusconi non potrebbe candidarsi (ed esistere)!

    Non sono neanche d'accordo sul discorso delle ideologie… Eppoi sicuro che il modello americano sia privo di qualsiasi forma di ideologia? Mmm, mah!

    PS: "e quindi anche a Tremonti" …visto il caso Malpensa-Alitalia mi sa che Tremonti è in buona compagnia anche con Lega e Berlusconi! 😉

    Giuseppe

  41. utente anonimo

    Sono spesso di passaggio in questo blog e leggo in maniera distaccata senza provare ad intervenire nel dibattito. Ma stavolta sento di dover esprimere un mio parere. Sono un elettore di sinistra da sempre; quest’anno mi sono astenuto, semplicemente perché ritenevo che nessuna delle forze in campo potesse riuscire a migliorare le condizioni di vita di questo paese e a sollevarlo dal baratro in cui sembra stia sprofondando. Alle elezioni del 13 e 14 aprile Berlusconi e soprattutto la Lega Nord hanno stravinto. Tisbe non riesce a darsi pace e a farsene una ragione. Continua a trovare formule artificiose e parafrasi linguistiche per non dare atto a Berlusconi di essere riuscito ad avere la fiducia di circa il 47% degli italiani. Tisbe, spesso giudica e condanna coloro che gli sono più vicini: più volte ha gettato fango sugli irpini e la loro terra, più volte ha disprezzato gli italiani, perseverando in comportamenti incoerenti. Tisbe odia tutto e tutti ed è intollerante verso chi prova a osservare gli eventi sotto altre prospettive. In barba alla libertà di pensiero ed espressione che più volte ha rivendicato, Tisbe si rende responsabile di un inconsistente snobismo intellettuale e offende chiunque esprime educatamente un opinione che non concorda con le sue illusioni e i suoi pregiudizi. Chi non la osanna è ignorante o non è in grado di produrre pensieri articolati e per quanto scrive mi ricorda molto un paradosso logico: “non tollero gli intolleranti”.

    Gli italiani non sono un branco di pecore. Sanno benissimo chi è Silvio Berlusconi, dell’iscrizione alle logge massoniche, delle frequentazioni di natura mafiosa, della conquista a dir poco illegale del suo impero economico, dei suoi rinvii a giudizio, delle leggi ad personam. Se gli italiani hanno preferito un bugiardo, un venditore, un imbonitore, un incantatore di serpenti è perché lo hanno ritenuto meno peggio di una sinistra che non si è dimostrata e non è assolutamente in grado di influire sulle sorti del nostro paese. Gli italiani hanno giudicato più accettabile la falsità di Silvio Berlusconi, almeno corredata da una parvenza di personalità, alla totale inconsistenza degli uomini che la sinistra proponeva. Gente senza spina dorsale i candidati della sinistra, persi nei loro litigi e nelle loro contraddizioni pseudo-ideologiche ed intellettualoidi. Smarriti nelle parole inutili e completamente incapaci di partorire un’idea progettuale. In cosa si sono contraddistinti in circa due anni di governo? Arrivati al potere, sia pure risicato (ma questo non è un alibi), hanno colpevolmente messo in atto una serie di azioni assurde.

    Ne cito giusto qualcuna: Mastella, il più corrotto degli uomini politici italiani, l’emblema, l’apoteosi del clientelarismo, Ministro della Giustizia! In altri termini è come mettere Michael Jackson maestro d’asilo, o Ilona Staller Ministro della Verginità.

    Poi l’indulto, riuscendo a fare in pochi giorni ciò che Berlusconi non era riuscito a fare in 5 anni di governo: scarcerare i suoi compagni di merenda. Mani in pasta delle cariche istituzionali più alte in sporchi e loschi affari (ricordo solo l’episodio della rimozione del Comandante della Guardia di Finanza). E poi i PACS o i DICO: 7 mesi a discutere (vanamente) di come legalizzare l’unione, finalizzata all’adozione da parte delle coppie omosessuali (è quello l’unico scopo dei PACS o DICO). Un argomento su cui è forse eticamente giusto discutere, ma che questo poi metta assolutamente da parte le vere emergenze del paese e dei cittadini (disoccupazione, illegalità, immigrazione clandestina, caro vita, pensioni, sicurezza sul lavoro, ecologia, ricerca scientifica, situazione energetica) è davvero impensabile. Ricordo che, credo 5 volte, la sinistra è scesa in piazza contro il governo di sua stessa matrice. Ricorsi del tutto illeali al voto di fiducia. Lotte interne. Inconsistenza assoluta e improvvisazione. Proposte e immediati divieti dalla stessa parte politica (leggi: ruolo di Pecoraro Scanio nell’emergenza rifiuti in Campania). Cosa è stato fatto per gli operai -la sinistra ideologicamente dovrebbe rappresentare le classi dei lavoratori, credo-? Cosa è stato fatto per le fasce deboli della popolazione?

    Cosa per i disabili? Cosa per i pensionati? Cosa hanno fatto per i precari? Dove sono i centri di accoglienza di cui parlavano in campagna elettorale? Le case popolari a chi non ha dimora?

    E questa la sinistra che dovrebbe governare un paese complesso come l’Italia? Cosa è stato fatto per ridurre il divario fra i ricchissimi e i poverissimi e lo stipendio e le pensioni a chi, come i parlamentari, percepisce somme stratosferiche? Dove sono i provvedimenti che un governo di sinistra avrebbe dovuto prendere?

    Due anni sono pochi forse per coprire un ventaglio di provvedimenti necessari, ma è un tempo giusto per elaborare un proposta e risolvere almeno qualcuna di queste emergenze.

    Se pure provo a spremere le meningi (che ci pare ci siano anche se questo Tisbe lo discuterà) non riesco a ricordare alcun provvedimento che sapesse di sinistra, quella vera.

    Qual era il collante che teneva unite le teste di sinistra capaci solo di criticare e imporre dei no? Lo dico io: l’anti-berlusconismo; l’odio pregiudiziale (sia pure condivisibile) per Berlusconi accomunava quella gente. Cosa hanno della sinistra gli uomini che sono stati al governo? La tessera di partito, forse, la facciata, la pseudo-formazione culturale (quest’ultima discutibile).

    Nessun progetto, nessuna idea innovativa, nessun ascolto ai bisogni della gente, nessuna proposta per migliorale le sorti dei cittadini, nessun interesse reale verso il Paese.

    Chi continua a credere in questa classe politica di sinistra è cieco; chi utopisticamente crede ancora nei puri presupposti ideologici della sinistra (comunque lontani in maniera siderale dalla loro applicazione concreta in questo mondo portato agli estremi) ha votato quelle stesse persone che hanno annientato e calpestato quei valori. Votare Veltroni e compagni o peggio ancora le altre facce della sedicente sinistra significava dichiarare stima a chi ha annullato e infangato i propri ideali e le proprie ideologie, dare fiducia a chi si è venduto e ha venduto il voto degli italiani per una poltrona e l’illusione del potere, in chi ha colpevolmente sprecato l’occasione di riuscire a dare la svolta a questo paese in cui speravamo, di chi non è stato in grado di prendere una sola, dico una, decisione coraggiosa. Che piaccia o no a Tisbe, che riesca ad ammetterlo o no, gran parte degli italiani ha ritenuto che avere Berlusconi e Bossi per 5 anni (loro ci sono riusciti e ci riusciranno!) al governo fosse un male minore che essere rappresentati da un’inutile, sedicente sinistra ormai fallita. Bisogna riconoscere che la Lega Nord, con tutti i suoi difetti, è l’unico gruppo che si fonda su un progetto di stato (per quanto discutibile); sono gli unici quelli della Lega ad avere un programma definito di cose da fare. Sono quelli che da oltre 25 anni non hanno necessità di cambiare simbolo, nome, cambiare alleanze o pubblicizzare l’ultima trovata demagogica per calamitare voti. Chi vota Lega sa cosa sta votando e sa cosa vogliono realmente le persone che andranno in rappresentanza al governo. I partiti di centro sinistra o di sinistra negli ultimi quindici anni hanno cambiato nome, simbolo, coalizione, pseudo-programmi, schieramenti con scadenza stagionale. La Lega lotta per una causa che viene ritenuta giusta; gli uomini di sinistra erano in Parlamento senza saperne il motivo.

    Aggiungo un’ultima cosa visto che il discorso si è spostato assurdamente sul nucleare e tutti ne parliamo da ignoranti senza sapere cosa sia davvero. Carlo Rubbia, fisico nucleare premio Nobel, una delle più alte menti che l’Italia abbia avuto nell’ultimo secolo, riconosciuta a livello internazionale, si batte da anni per il ritorno del nucleare in Italia. Sono dello stesso avviso un gran numero di fisici che hanno fondato un comitato di promozione del nucleare. Le nuove tecnologie offrono alti standard di sicurezza e minimizzano il problema delle scorie. Acquistiamo energia da altri paesi e abbiamo le centrali nucleari francesi a 50 km dal confine! Lasciamo che alcune decisioni, almeno quelle ad alto contenuto tecnologico, le prenda chi conosce davvero la questione.

    Il nucleare oggi è la forma di energia più pulita in assoluto, al punto che i leader italiani di associazioni ambientaliste (Legambiente, GreenPeace) hanno da anni cambiato parere e si sono dichiarati favorevoli al ritorno del nucleare in Italia. E’ stato lasciato che si decidesse su un argomento del genere con un referendum. Cosa ne sa il cittadino medio di una reazione nucleare?

    La sinistra ristagna nel suo pregiudizio e affonda l’Italia nell’arretratezza . E’ amaro per me doverlo ammettere ma è così.

    Marco, Avellino

  42. Tisbe

    @Marco (ammesso che sia il tuo vero nome della qual cosa dubito fortemente), dico una sola cosa che rende giudizio ciò che tu percepisci solo come mio pregiudizio. Ti è bastato accusare coloro che chiedono i Pacs di farlo per legalizzare le coppie gay per gettare luce sulla tua tolleranza. Questo mi basta a rimanere ferma nelle mie posizioni: gli italiani sono degli egoisti che pensano solo alla loro personalissima condizione e gli avellinesi sono un tantino peggio. Non ho bisogno di aggiungere altro. O meglio, quando affermo qualcosa io generalizzo e non colpisco e non offendo nessuno in particolare, con questo commento le offese sono rivolte alla mia persona direttamente. Questo fa la differenza! E non è differenza da poco.

  43. Tisbe

    Ah, ho sentito Rubbia in Tv e non mi pare che per la PARTICOLARE condizione italiana abbia proposto il nucleare, anzi, ha detto a chiare lettere che oggi non ha più senso, in quanto ci vogliono 10 anni per costruire una centrale e 50 anni per ammortizzarne i costi. In Italia sicuramente per costruirla impiegheranno intorno ai 30 anni e sicuramente ce ne vorranno 100 per ammortizzare.
    Ops, ma io sono una snob intellettuale… probabilmente non ho capito niente perché sono ignorante in FISICA…

  44. Tisbe

    Caro Marco(?) ti posto le parole di Rubbia che ho trovato in diversi articoli online e che sono assolutamente discordi con quanto TU gli metti in bocca Carlo Rubbia dichiara che il problema non non può essere risolto con il nucleare in quanto non può aspirare a una diffusione su larga scala soprattutto per i problemi legati ai rifiuti radioattivi ad altà attività . Carlo Rubbia crede viceversa nella ricerca e nello sviluppo per trovare soluzioni ai problemi dell’ energia e dell’ ambiente..
    Io sono d'accordo con Rubbia e credo che l'Italia non debba seguire la strada de4l nucleare classico. Ti do un consiglio… prima di dire sciocchezze informati… e cerca di viverci in questio mondo, invece di dare agli altri del "visionario". Io critico ciò che conosco molto bene e se parlo male degli avellinesi è perché li conosco. Ci sono le eccezioni, ma sono una sparuta minoranza in confronto alla maggioranza che è disinformata, ignorante e piena di pregiudizi.

  45. utente anonimo

    @marco
    dai, non esser troppo benevolo: di pacs il governo Prodi non ha mai parlato. Si è parlato per un paio di settimane di DICO e mezz'oretta di CUS.
    😉
    ALcune cose che dici sono comunque interessanti.
    Una domanda:
    Mi indichi per favore un documento nel quale greenpeace dice "si" al nucleare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *