E-mail alla redazione di Kilombo

In qualità di iscritta storica di Kilombo, ed in seguito a minacce ricevute da un redattore, a causa di un post legttimo nel quale chiedevo alcune delucidazioni in merito ad alcuni comportamenti della redazione stessa, CHIEDO attraverso questa e-mail la motivazione di alcuni comportamenti anomali.
L’Art. 8 recita così
L’adesione a Kilombo è libera. La richiesta di adesione, da compiersi attraverso l’invio di un messaggio ad un indirizzo indicato in home-page, comporta la condivisione delle finalità e delle regole del meta-blog. L’iscrizione è curata dalla redazione. La redazione si riserva la possibilità di rifiutare la richiesta di iscrizione per i casi di blog i cui contenuti violino palesemente i principi generali di questa Carta (artt. 2, 3 e 10) o i limiti previsti dalla legge. Nel caso in cui la richiesta d’adesione presenti i citati problemi d’incompatibilità, la redazione può rifiutare la richiesta d’iscrizione con maggioranza di due terzi dei propri membri. In ogni caso, la redazione risponde al richiedente entro quattro giorni.
Chiedo alla redazione del perché non abbiano ancora provveduto a rispondere al blogger Mmax?
Inoltre chiedo alla redazione di citarmi l’articolo della Carta di Kilombo in cui sarebbe prevista la SOSPENSIONE di alcuni iscritti, e di citarmi l’articolo che autorizzerebbe la redazione a legiferare senza consultare il collettivo.
Gradirei avere una risposta entro 4 giorni e questa e-mail sarà resa pubblica onde avitare che alcuni redattori non ne vengano mai a conoscenza.
Un abbraccio rosso a tutti
Tisbe

12 commenti su “E-mail alla redazione di Kilombo

  1. WebLogin

    @Tis, mi dispiace molto per le minacce che hai ricevuto 🙁 Un redattore che arriva a fare una cosa del genere deve dimettersi altro che decidere se un blog deve essere accettato o meno.

    Mi dispiace anche perché so che Kilombo era un tuo progetto ed è per questo che avevo deciso di iscrivermi.

    Un caro abbraccio rosso

    Giuseppe

  2. utente anonimo

    @Pensare in profondo: c'è una specie di virus nel tuo blog, che dipenderà dal contatore. E' un peccato perché sei una lettura piacevole e commovente.
    Stefania

  3. Tisbe

    Ho l'amara sensazione che alcuni redattori non abbiano mai letto la Carta di Kilombo. Credo che i candidati alla carica di redattore dovrebbero essere sottoposti ad un esame preventivo, e magari anche ad uno psicoattitudinale 😉

  4. utente anonimo

    Sensazione condivisa Tisbe.
    Ormai Kilombo è una nave in alto mare,
    più che un equipaggio, la guida una deriva.

    io ci sto ancora sopra per una sorta di affezione, anche se fra democristiani pardon democratici e redattori smemorati mi sento clandestino, più che passeggero.

    saluti notturni.

    V.

  5. utente anonimo

    Kilombo ormai dovrebbe cambiar nome in Ki-morto…

    un metablog che ormai èè diventato solo il luogo per piccole frange di farsi guerra e di cercare visibilità…

    da qualche tempo penso di lasciarlo..

    pietro_d

  6. utente anonimo

    Faccio notare che SPB, il redattore di Kilombo che si oppone all'iscrizione di MMax, ha lasciato sul blog della sua amica Cloro al Clero (che guardacaso interviene anch'essa contro l'iscrizione di MMax) svariati commenti rivolti ad un immigrato albanese (Ritvan), analoghi ai seguenti:

    "@Ritvan: Gli albanesi non sono un popolo, sono l’anello mancante tra le pulci e le zecche utilizzati come pastura nel mar adriatico."

    "@Ritvan: Non esagerare, gli Albanesi un “Popolo” caso mai come testimonia Darwin sono un accozzaglia di bestie destinate al massimo alla pastura.
    Non vi siete evoluti, siete rimasti all’epoca della pietra, siete solo l’anello mancante tra pulci e zecche e basta e come tali dovete essere trattati, con l’utilizzo massiccio di Baygon."

    Questi due commenti sono stati lasciati da SPB al post del 15/5/08 dal titolo "L’Italia del Linciaggio e della Speculazione" sul blog di Cloro al Clero.

    Com'è possibile che un razzista xenofobo del genere possa far parte di Kilombo e decidere addirittura
    le sorti delle richieste di iscrizione a Kilombo?!

    Antonio

  7. brunius

    Ma chi ti ha minacciata ?
    Comunque ho lasciato Kilombo perchè non penso che la cosiddetta Sinistra possa essere unita.
    E visto le questioni che sorgono, non me ne pento

    Pensatoio

  8. Tisbe

    Oddio, Cloro è stata molto gentile con me. Fuori luogo ma gentile. Spb ha tentato di essere gentile, ce l'ha messa tutta, ma sua natura ha prevalso. Io non ce l'ho con lui. Pretendo solo che rispetti la Carta di Kilombo. Quasi quasi i redattori dovrebbero GIURARE fedeltà alla Carta di Kilombo

  9. Tisbe

    @Marco, mah, dopo aver sentito un napoletano che in Tv ha espresso il proprio pensiero di mandare la monnezza nelle "montagne" (leggi Irpinia) un'idea in tal senso è venuta anche a me!
    Noi siamo poveri e siamo pochi, i napoletani stanno comprando la nostra terra. Viviamo solo di enogastronomia: se ci tolgono quella, l'Irpinia è MORTA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *