Ragionevole

La follia si sviluppa secondo la stessa legge di espansione di ciò che si desidera con il nome "ragione". Quest’ultima vuole invadere il posto esattamente come qualunque altra variabile, o altra irragionevolezza. Ragionevole significa il ritegno al di qua delle capacità della propria ragione: chiamiamo infatti ragionevole colui che non sempre e dovunque ha ragione e che non ne trae vantaggio su coloro che non hanno mai ragione né su quelli che, a rigore, possono aver ragione, talvolta. Infima e prossima allo zero la probabilità di avere ragione sempre e ovunque su tutto e su tutti.
Il pensiero ha inizio quando il desiderio di sapere si purifica di ogni impulso al dominio.
M.Serres

3 commenti su “Ragionevole

  1. utente anonimo

    Quando la ragionevolezza umana si scontra con l’orgoglio ferito, la stupidita’ rivelata, la violenza personale resa esplicita, l’illusione della difesa di un’inesistente immortalità, essa diventa arma di guerra, apre le porte ai mostri e innesca, lucidamente, la saracinesca della macchina pianificata della morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *