Leggi porcate: l’impunità è servita

Forse non ve lo hanno detto chiaramente, ma non siamo più cittadini, siamo sudditi di una oligarchia che oggi si è autocelebrata ed incoronata. Passa l’ennesima legge porcata: quella che garantisce l’impunità alle quattro più alte carico dello Stato.Chi dobbiamo ringraziare? Il nuovo ministro della Giustizia che dà il nome alla legge, il "lodo Alfano".
In pochi mesi di governo la lista delle porcate è lunga e raccapricciante. Vi propongo un breve riepilogo, giusto per non dimenticare e non abbassare la guardia. Difendiamoci dagli oligarchi. Se teniamo ancora ai nostri diritti ed alla nostra libertà, difendiamoci. Raccogliamo firme, chiediamo referendum e proponiamo leggi.

  1. emendamento blocca processi
  2. blocco delle investigazioni
  3. sospensione delle Class Action
  4. blocco delle intercettazioni
  5. impunità dell’oligarchia
  6. reato clandestinità
  7. impronte a minori Rom

Una sola parola: vergogna!

9 commenti su “Leggi porcate: l’impunità è servita

  1. Angieinsomnia

    già in pochi mesi è riuscito a fare tutto questo il signor Berlusconi? Mi complimento con lui, non perde tempo. La cosa che mi stupisce di più è il popolo italiano: si lamenta e si lamente però poi vota sempre la stessa persona, che certamente non è famosa per essere un "cavaliere" senza macchia ma con tanti inganni.

  2. utente anonimo

    spero anche che l'impunita di D'Alema, Fassino (caso unipol, oggi la Forleo è stata scagionata dunque le intercettazioni potranno essere usate), Bassolino e Iervolino (cattiva gestione e sperpero di denaro pubblico, dunque denaro tuo e nostro) venga accertata. Anche Prodi inoltre era indagato nel caso Why Not, poi tolto a quel grande di De Magistris, fatto fuori , lo dico senza girarci intorno, proprio da un CSM che ha una certa tendenza politica a sinistra. Prodi ha qualcosa da nascondere? anche loro sono una oligarchia impunita, non siate manichei solo quando fa comodo

  3. Tisbe

    @zucchero, infatti… processi anche per loro… su un punto Travaglio ha centrato la differenza tra tangentopoli e berluscopoli. Nel primo mondo è ancora possibile perseguire i crimini perché rimangono tali e la corruzione è recepita come crimine; nel secondo mondo la corruzione è la regola e non è più perseguita dalle leggi dello Stato…
    fate vobis

  4. utente anonimo

    Se vi và provate a leggere con attenzione a pag.5 diOkNO: rinascita democratica…. piano loggiaP2(attualitamd.blogspot.com)

  5. emanuela53

    Credo che dobbiamo ringraziare, prima di tutto, gli Italiani che hanno votato Berlusconi, sapendo benissimo chi votavano e cosa avrebbe fatto. Si accontentano delle briciole del banchetto

  6. utente anonimo

    o bestie impotenti per chi non ha denti è comodo è bello un re travicello
    un rosso dalla scarsa memoria

  7. ermahico

    Belrusconi è un mafioso, e un mafioso specie se è un boss importante, in gattabuia non ci vuole andare, logico no?
    sifa le leggiper non andare dentro, tanto mica ha un'opposizione (escludendo il magistrato di ferro, Di Pietro) che lo combatte…anzi…

    vai Veltroni vai! che ha bloccato il "dialogo" dopo la trentesima presa per il c##o!!!!

    vai PD vai! che sei la barzeletta dei partiti!!! se prima il voto era poco utile ora è diventato un'aituo concreto a Mafia e Camorra ,anche se uno è contro! Basta votare, e si aiuta automaticamente la delinquenza organizzata!

  8. utente anonimo

    Per "utente anonimo" la tua ignoranza e fare politica sull'evidenza è scandalosa. regolati. e sopratutto, informati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *