Harakiri Kilombo

La discesa inesorabile del noto aggregatore di sinistra è cominciata nel dicembre 2006. A quei tempo ero una dei sei redattori e dopo qualche mese lanciai l’allarme, ma non fui ascoltata. Da allora si sono ripetuti una serie di incidenti piuttosto gravi, che hanno finito con il trasformare un gruppo di redattori  piuttosto aggressivi e censori in una sorta di Casta intoccabile. Oggi, a seguito dei nuovi eventi lamentati da alcuni redattori, si è verificata una vera  e propria emoraggia da Kilombo. Tutti fuggono da un aggregatore che ha sempre più la connotazione di un luogo ove si opera censura preventiva e prove tecniche di dittatura. A poco servono le elezioni democratiche, visto che i (buoni) redattori eletti chiedono le dimissioni a causa di personaggi aggressivi e superbi che agiscono al di fuori della Carta di Kilombo.
Detto questo credo che oggi la cosa migliore sia suicidare Kilombo e prendere atto che la sinistra fallisce sempre a causa della presenza di elementi di disturbo e per l’eccesso buonismo dei rappresentanti più democratici e tolleranti. Io credo che qualcuno sia entrato in Kilombo con il compito di distruggerlo e ci sta riuscendo. Il Cavallo di Troia non ha insegnato niente!

11 commenti su “Harakiri Kilombo

  1. Tisbe

    Il dicembre 2006 coincide con l'ingresso di un redattore che ha adottato metodi aggressivi nei confronti degli iscritti minacciando espulsioni. Esattamente come sta facendo un redattore che in barba a tutte le regole aggrega più post al giorno su Kilombo e fa delle ricerche risultate false. Io ho avuto le prove della esistenza della Iadl. Prove che non sento di mostrare pubblicamente ma che a me bastano per sapere chi mente…

  2. Loreanne

    Sarà per questo che non ho mai amato aggregatori e multiblog????

    siamo iscritti a qualche sito, ma…in effetti postiamo le cose nostre….

    l'unica eccezione la farò per un sito che per me è un MITO….
    Sto preparando il primo articolo e sono anche abbastanza emozionato all'idea di entrare a far parte di quel gruppo….

    poi svelerò tutto….
    :-)))

  3. Tisbe

    Il problema è sempre lo stesso: le persone si indignano solo se vengono colpite negli interessi personali, finché succede a qualcun altro lasciano correre. Io mi sono sempre esposta per difendere i diritti di tutti e quando sono stata "amabilmente censurata" da Antirez di OkNotizie tutti gli amici si sono dileguati. Anche che aveva avuto il mio supporto. Questo mi ha insegnato molto e ho imparato a diffidare da chi si spaccia per amico e ti cerca solo se ha bisogno.
    Io sono di un'altra pasta… proprio di un'altra pasta

  4. Tisbe

    Nessuno tranne weblogin e qualche sconosciuto si è schierato dalla mia parte. Gli accessi provenienti da OkNotizie valgono molto di più di un'amicizia!

  5. Tisbe

    @loreanne, è chiaro che questo non è riferito a te che avevi i tuoi problemi personali da risolvere, ma a tanta bella gente che si è guardata bene dall'intervenire, però quando deve chiedere supporto si fa avanti eccome

  6. SpartacusQuir

    Cara Tisbe, io ho sempre cercato di difendere Kilombo, su Ok notizie non sono mai entrato percui non so come avrei potuto difenderti, anche se mi sembra che un commento in quel periodo lo lasciai. Purtroppo nonsi vuol capire che la redazione non è un "soviet", che non se ne deve far uso personale per far prevalere un'ideologia, un'idea diversa sulle altre. I redattori dovrbbero limitarsi a fare i "notai", per le iscrizioni dei nuovi e per vigilare sulla applicazione della carta di Kilombo. Da molto tempo non è così, nel mio piccolo ho provato più volte a scriverlo… mi son guadagnato insulti, improperi, pannolini, ed impotenze varie (ma anche un fake…). Secondo me non dobbiamo mollarla qui. Sulla questione del premio Iadl (spero di non aver sbagliato, mi ricordo perfettamente che ti suggerii di controllare e nel caso accattare. Se non erro anche Diliberto venne premiato quella volta, per me questo era sufficente per qualcun'altro evidentemente no!

  7. Tisbe

    @spartacus, sapessero almeno farli i controlli! C'è stato un errore di trascrizione, per altro qualsiasi persona intelligente si sarebbe accorta che mancava un numero, e invece ci sono cascati come allocchi… e mi riferisco al fake di cui tu sai.
    Ho sempre manifestato la mia solidarietà per quello che ti hanno fatto e continuano a fare
    Negli ultimi tempi non riuscivo a distinguere il vero spartacus dal fake
    Serbo un bel ricordo di te e di tua moglie 🙂

  8. WebLogin

    Non posso negare che anche a me è dispiaciuto molto capire di non fare parte della commnunity di Oknotizie ancora prima di lasciarla. Quasi nessuno è intervenuto nella lite con Antirez, eppure in passato il mio sostegno ricordo di averlo dato moltissime volte. Ricordo di essere intervenuto a sostegno anche di chi in altre occasioni si lamentava con Antirez. In quelle occasioni non ero stato a guardare o fare i caxxi miei su Oknotizie mentre Antirez rispondeva loro con accuse, i loro commenti diventavano rossi e "nuovi" utenti insultavano. Ero intervenuto perché per me fare parte di una community non vuole dire solo scambiarsi voti e commenti… Invece, quasi nessuno ha dato sostegno a me e Tisbe, mentre "nuovi" utenti e altri sostenitori di Antirez ci insultavano e i nostri commenti quasi prendevano fuoco per tutti i NO (cmq anonimi) che avevano ricevuto. La cosa assurda è che mentre io e Tisbe subivamo tutto questo chi ci insultava magari postava e riceveva anche i voti…

    Ora partecipo ad altri servizi di editoria sociale, in alcuni casi ho aiutato anche gli amministratori che si sono dimostrati più educati e professionali di Antirez (però devo dire che Kligg mi ha deluso con la cancellazione di un post che non violava il regolamento…), ma <a rel="nofollow" href="http://weblogin.tumblr.com/post/33335392/e-quello-che-penso-anche-io-con-i-servizi-di&quot; rel="nofollow">l'esperienzia di Oknotizie mi è servita a capire che io sono un blogger e non un semplice utente di questi servizi e la mia community non deve dipendere da loro.

    Quanto a Kilombo, sono d'accordo con Spartacus, i redattori dovrebbero limitarsi a fare i "notai" ma invece sempre più spesso abusano della loro carica. Questo modo di fare fa perdere l'interesse verso Kilombo e lo sta portando alla chiusura.

    Giuseppe

  9. compagnidiviaggio

    carissima tisbne hai ragione su oknotizie e chi ti dice d'essere amcio e poi ti cerca solo quando ha bisogno ,ma purtroppo l'ho scoperto solo ora questa news e sopno con te .
    per kilombo , infattio è per questo che non sono mai intervenuto . pero devo farti deu osservazioni : 1) se hai le prove tirarle fuori , altrimenti fai qcome queli ( sia a destra che a sinistra ) che lanciano i sasso e poi nascondono la mano , o mandano avanti gli altrie e poi fuggono o fanno finta di niente , 2) non fare del vittimismo stile vechio pc (6070 ) , che criticava i gruppi interni più estremisti dicendo sono compagni che sbagliano , o il dissidio interno ( ne so qualcosa perchè mio padre passato dal pci al pcml servire il popolo , vene definito come un fascista provocatore cosi pure allui e altri che presero mettendosi d'accordo con il vecchio proprietario una casa del popolo in rovina e la restaurarono per farci una comune e il pci disse : " fascisti provocatori occupano i nostri stabili " ) ma fai un po' di autocritica , sono le prime donne , l'egocentrismo di alcuni , ecc che lo hanno distrutto ., ecc. concordo con te va chiuso sciolto e rifato da capo . se t'interessa unn post simile a kilombo dove ( almeno dall quel poco che ho partecipato fin ora ) c'è più democrazia e più vivacità è http://www.blogazione.splinder.com .
    ti è arrivata quell'email su quwel casop per il blog storiedi donne ?

  10. Loreanne

    In effetti, mi è venuto un colpo, Tis….
    io non sapevo nulla di questa storia di Ok Notizie, perchè sono mancato da agosto dell'anno scorso….
    mi dispiace tanto…poi, anche le due girls, non sono molto presenti sul web e sto facendo tutto da solo, quindi non sapevo….
    ma sai bene che il nostro affetto è nato ben prima di ok no…
    un bacio
    Lorenzo

  11. utente anonimo

    a)"Tutti fuggono da un aggregatore che ha sempre più la connotazione di un luogo ove si opera censura preventiva e prove tecniche di dittatura."
    Anche tu moderi i commenti. Qualcuno potrebbe chiamarla "censura". Invece no. Il tuo blog è casa tua, se chi entra è educato ci può stare, altrimenti hai tutti i diritti (ed i mezzi) per farlo accomodare fuori.
    Così Kilombo. Se chi entra accetta le regole, chi vigila le applica, chi usufruisce vigila sulla loro applicazione, non ci dovrebbe essere problema.
    A meno che non siano le regole stesse ad essere arbitrarie o inapplicabili.
    b)"…la sinistra fallisce sempre a causa della presenza di elementi di disturbo […] Io credo che qualcuno sia entrato in Kilombo con il compito di distruggerlo e ci sta riuscendo. Il Cavallo di Troia non ha insegnato niente!"
    Ovvero, la solita scappatoia per quando qualcosa non va: il complotto demoplutogiudaicomassonico.
    Fiber.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *