Sventato attacco al cuore di Kilombo

Smascherati i responsabili

Kilombo è in affanno. I commenti rilasciati nel mio precedente post ne sono la conferma, ma Kilombo è anche molto amato e c’è un forte interesse a tenerlo in vita. Io non credo che sia irrecuperabile, anzi, dopo le rivelazioni che emergeranno in questo post, sarà più chiaro che, con le dovute cautele, Kilombo potrà rinascere. Gli antefatti sono questi. Un mio post, che non conteneva nulla di censurabile, è stato inspiegabilmente cancellato da Kligg. Un solerte amministratore, tale Mario Franciosa mi avvisava che era stato oscurato dietro segnalazione. I modi di fare del Franciosa, e le risposte che mi ha fornito via e-mail, mi sono sembrati troppo simili a quelli di Spb, redattore di Kilombo. A questo punto io e WebLogin ci siamo attivati per fare delle ricerche. Quello che è emerso ha confermato i nostri sospetti.

Abbiamo scoperto che kligg.org e vivereacomo.com, cioè il sito web di Spb, sono entrambi registrati su BlueHost.com, una società con sede a Orem (Utah). Da nessuna parte sono indicati i proprietari dei due siti poiché hanno utilizzato il servizio per la privacy di BlueHost.com. Così a questo punto siamo andati sul sito web BlueHost.com e abbiamo utilizzato la funzione "domain check" per kligg.org e vivereacomo.com, in pratica (con il signup) abbiamo chiesto se potevamo registrare kligg.org e vivereacomo.com. Per kligg.org dalla funzione "domain check" abbiamo ottenuto che risulta ancora collegato all’account di vivereacomo.com, quindi i due siti web sono collegati dallo stesso account.

È evidente che vivereacomo e kligg appartengano ad un unico proprietario, tal Sir Percy Blakeney. Ora qual è il problema? C’è incompatibilità tra la carica di redattore di Kilombo e l’essere proprietario di un aggregatore in chiara competizione con Kilombo stesso? Su questo sicuramente ci saranno opinioni divergenti, ma io voglio puntare su un altro aspetto molto inquietante. E’ noto a tutti che a causa dell’ostruzionismo e del divieto di Spb, la comunità di Kilombo non ha potuto supportare il Gay Pride. La cosa strana è che lo stesso Spb, proprietario di Kligg ha fatto campeggiare, nel suo aggregatore personale, un mega banner di sostegno al Gay Pride. Come mai? Perché in Kilombo ha negato l’appoggio al Gay Pride, e in Kligg lo ha messo in grande evidenza?

Due sono le risposte plausibili:

  1. un odio personale nei confronti del redattore elfo bruno che, a seguito dell’episodio, ha dato le dimissioni;
  2. la volontà di provocare in Kilombo una nuova e fatale blogwar, in parte riuscita perché ha dato il via a due dimissioni, e a molteplici richieste di fuoruscita da Kilombo.

Sir Percy Blakeney è un recidivo. È noto per aver contribuito alla morte di bloggoverno con l’utilizzo di sistemi a metà strada tra trollaggio e fake. Ora la domanda che pongo ai kilombisti è: come mai Spb entra solo ed esclusivamente nelle community di sinistra per distruggerle?

Di quale arma possiamo fornire Kilombo per difenderlo e salvaguardarlo da simili attacchi subdoli? Basterà l’espulsione di Spb da Kilombo? Io credo di no. Perché questo ambiguo personaggio creerà un nuovo blog con tutti i connotati di sinistra e fra qualche mese, sotto mentite spoglie, si ripresenterà in redazione per farsi accettare nella comunità. La mia proposta è che al momento dell’iscrizione, i blogger dovranno fornire i propri dati anagrafici che saranno tutelati dalla legge sulla privacy.

Concludo scrivendo che se c’è qualcosa di farlocco in Kilombo, questo qualcosa si chiama Sir Percy Blakeney.

Kligg, un social network da evitare

77 commenti su “Sventato attacco al cuore di Kilombo

  1. ilconteoliver

    Ci siete arrivati anche voi.
    Aggiungo che la mail di invito ad aderire a kligg è arrivata sull'indirizzo che avevo usato per iscrivermi a kilombo e poi avevo abbandonato. Chi ha spedito quella mail aveva accesso al database di kilombo e ne ha fatto un uso improprio.

    Consiglio per tutti gli iscritti a kilombo e/o kligg: se la password di kilombo e kligg è la stessa che usate per altri siti (specialmente se banche on line o altri servizi finanziari) meglio cambiarla.

  2. Tisbe

    @ottimo conteoliver, Spb ha usato i suoi poteri di redattore per prelevare gli indirizzi e-mail ed invitare ad iscriversi a Kligg

  3. falecius

    Per quanto disapprovi il comportamento di SPB, i cui metodi non hanno mai avuto la mia simpatia, io credo che il problema di Kilombo sia molto più profondo e non riguardi solo un piccolo numero di mele marce; dalla mia posizione di modesto osservatore un po' in disparte e assolutamente stufo di continui veleni e polemiche, ho la percezione di una fatica generalizzata a stare insieme, l'assenza di una parvenza di progetto politico, la distanza incolmabile tra le posizioni politiche, che poi degenera in lotta personale nel momento in cui alcune persone adottano atteggiamenti poco corretti.
    Personalmente, a differenza di te, Tis, ho perso fiducia non solo nelle persone ma anche nel progetto.
    In poco più di un anno, ho assistito a troppe polemiche inutili, a troppi personalismi, a troppo stalinismo e a troppi limiti.
    Nel momento in cui la sinistra italiana ha fallito (per colpa, a mio parere, soprattutto sua) anche sul piano POLITICO, al punto che in Italia non esiste più un partito di sinistra in Parlamento, e che inoltre si è consumata una sanguinosa scissione tra le componenti dell'ex Unione, mi pare sempre più difficile vedere come Kilombo possa continuare ad andare avanti, a meno che non lo si trasformi solo in una vetrina; ma di vetrine ve ne sono di assai migliori.
    A questo proposito, credo che sarebbe istruttivo un confronto con Tocqueville.

  4. Tisbe

    @falecius, il problema non è solo Spb in Kilombo, ma è l'esistenza di un troll che sistematicamente entra nelle community di sinistra per distruggerle

  5. utente anonimo

    mi perdo sempre la parte migliore…cambiano i componenti e la redazione è sempre sul punto di implodere…con tutto l'aggregatore…poi tutto torna sereno e si prosegue felici e contenti fino al prossimo conflittoBeh, colpire kilombo dall'interno…ehhh, questa sì che è furbizia ;-D

  6. utente anonimo

    La cosa, se vera sarebbe grave! io inizierei ad informare i redattori e i futuri redattori.

    Quando arrivò la mail di Kligg pensavo avessero preso il mio indirizzo dal blog stesso, ma avevo comunque qualche dubbio che la redazione di Kligg avesse preso i dati in questo mdo….

    pietro_d

  7. utente anonimo

    Fin quando sono stato in redazione (marzo) Spb ha creato solo problemi, facendosi appoggiare da un tot di blogger in chiave anti-pd (nonostante molti suoi "avversari" col pd non avessero nulla a che spartire).
    Sta storia di kligg è grave, soprattutto per quanto riguarda l'utilizzo dell'indirizzario di kilombo (che ogni redattore può ottenere e tenersi da parte senza che nessuno lo venga a sapere!!!).
    Non so se kilombo merita di essere difeso ancora o se vada definitivamente chiuso. In ogni caso, fino a che kilombo esiste, occorre reagire: CHIEDIAMO TUTTI E SUBITO L'ESPULSIONE DI SPB, speriamo che con queste elezioni entri gente normale in redazione e alle prossime elezioni evitiamo di eleggere i peggiori!

    Angolosbocco

    P.S. Tisbe, ottima ricerca on line, grande!!

  8. Tisbe

    @filomeno, grazie, era già stata segnalata su OkNotizie da Mstatus. Su Kligg non aggrego perché tanto la cancellerebbero subito

  9. SpartacusQuir

    con me sfondate una porta spalancata. Anche su Kligg spb ha fatto un fake del mio blog, intestandolo a Francesco Claudioni (ed io sono Claudio Francesconi, guarda un po'!). Quel Franciosa mi ha mandato una mail in cui mi diceva che era stato "bannato" dopo le mie rimostranze) mentre alla prima mail mi aveva risposto di aver avuto "prove" che Francesco Claudioni era una persona vera. Sono anch'io per l'espulsione di spb, e l'ho anche chiesto come redattore dopo che spb ha linkato un altro blog (il mio fakato!) non facente parte del collettivo. Poi dopo che era stato sospeso il post (da Pieroni) ha rimesso il metapost, linkato a "vivereacomo", ma senza transitare dal suo blog si veniva immediatamente reindirizzati sul fake. Insomma questo qui calpesta tutto e tutti. Sarebbe veramente ora di togliercelo dal… collettivo. Sono d'accordo sul chiedere le generalità anagrafiche dei colleghi sia già iscritti che per i nuovi Kilombisti!

  10. utente anonimo

    Caspita ! E' una notiziona… Una bomba ! Molte cose sembrano chiarirsi. Tenete duro !

    HelterSkelter

  11. Tisbe

    @pietro, dubito che possa dare spiegazione, SAAMAYA su ZicZac, sostiene che alcune volte tentando di accedere a Kligg le compariva vivereacomo, lei ingenuamente ha pensato ad una hackerata ai danni di Kligg

  12. utente anonimo

    allora te lo riposto.

    per me la tua idea di chiedere l'identità a chi vuole iscriversi è folle. la rete si fonda proprio sulla liberatoria possibilità di essere chi si vuole e se ti viene voglia cambaire.
    per di più con l'area che tira tra denunce varie non mi sembra una furbata. E' un imposizione che non condividerei per nulla perchè aliena dalle logiche della rete. Per sapere con chi si parla esiste il faccia a faccia in rete si accetta il rischio perturbante dell'anonimato

    P.S. mi sembra evidente leggendo quello che scrivo in genere che non lo dico per convenienza o voglia di far casino nascosto dall'anonimato

    buona serata

  13. Tisbe

    @frammenti, è solo una proposta, mica decido io? Eppoi questo commento è la prima volta che lo leggo, perché avrei dovuto cancellarlo?

  14. WebLogin

    @Frammenti, molti servizi su Internet chiedono l'inserimento dei dati che poi proteggono attraverso la legge sulla privacy. Poi Kilombo è anche un progetto politico e non può essere considerato come qualcosa di virtuale.

    Giuseppe

  15. utente anonimo

    Kligg non mi è mai piaciuto. Non ha un nome di sinistra, non ha un logo di sinistra. Come si dice in questi casi? Il pesce puzza dalla testa.
    Ma in questa faccenda che ruolo ha svolto Cloroalclero?
    Ciao Paolo

  16. utente anonimo

    Cloroalclero h approfittato dell'emotività della valent per creare lo specchietto dper le allodole che allontnasse l'attenzione dalle manovre che i due (con spb) facevano per annientare kilombo e mettere in piedi Kligg. Mi stupisce che Dacia Valent ci sia cascata.
    Sonia, che si scusa per il linguaggio poco consono usato in altri blog, ma quanno ce vò ce vò

  17. Tisbe

    @Spb, i tuoi insulti e le tue minacce, che sono nel tuo ultimo post, non mi fanno né caldo né freddo. Non scenderò al vostro livello.
    Se non hai nulla da nascondere come mai nascondi la tua identità?
    Le tue spiegazioni sono ridicole e poco credibili. Inventane un'altra

  18. WebLogin

    Io inizialmente avevo collaborato con Kligg (segnalazioni e proposte di miglioramento) ma la cancellazione del post di Tisbe è stata fatta senza il supporto del regolamento, mentre i post di SPB non sono stati toccati, eppure la vicenda è la stessa, si parlava di Kilombo. Addirittura Mario Franciosa inizialmente mi disse che su Kligg non si poteva parlare di Klimbo, poi quando ho accusato SPB mi ha praticamente detto che aveva deciso così e che non intendeva discutere la decisione. Kligg ha permesso a SPB di straparlare su Kilombo, Dacia e Tisbe, mentre a Tisbe gli ha cancellato il post! Ora, visto che SPB è anche il padrone di Kligg mi spiego tante cose e quindi chiedo anche io l'espulsione di SPB.

    Giuseppe

  19. lill

    A questo punto spb dovrebbe avere il buon gusto di rivelare chi è, altrimenti dobbiamo pensare che la cosa è ancora più losca di quello che ha scritto Tisbe.
    Sono andata a vedere il suo blog, ma non ci sono vere spiegazioni, solo insulti contro un'altra blogger, accusata addirittura di pedofilia!
    Sinceramente non so che pensare.

  20. Tisbe

    Beh, almeno è servito. I kilombisti adesso sanno chi è che fa ricorso sistematico al turpiloquio, alle minacce e all'insulto gratuito non avendo argomentazioni serie da esporre

  21. WebLogin

    Ho letto il post di SPB, solo insulti ma nessuna spiegazione che giustifichi il fatto che anche su Kligg i suoi post sono intoccabili e quelli di chi lui critica vengono cancellati. Ripeto, per me Mario Franciosa ha dimostrato che il regolamento su Kligg non è uguale per tutti se c'entra SPB. Quindi Kligg si può tenere SPB ma da Kilombo SPB deve andarsene visto come si è comportato.

    Giuseppe

  22. utente anonimo

    Attenzione però a non fare in modo che la questione giochi a favore di Dacia Valent! La Valent ed SPB sono della stessa pasta, entrambi hanno truffato Kilombo (la Valent col premio farlocco della mezzaluna d’oro mentre SPB con Kiligg) e meritano di essere espulsi!

    Antonio

  23. utente anonimo

    Tisbe, siamo disposti a fare una colletta fra di noi per raccogliere i soldi per denunciare la combriccola di Spb, così sapremi finalmente chi si nasconde dietro.
    Ti abbiamo scritto una emaill.

  24. Eliolibre

    Ecco perchè la sinistra continuerà ad essere sconfitta. E smettiamola di difendere la "libertà" della rete. L'indentificazione di chi partecipa ad un'aggregatore che vuole essere di sinistra mi sembra tutt'altro che da condannare. Come pensiamo di uscire da questa situazione dando spazio a chi si camuffa per distruggere chi vuole aggregarsi per discutere sulla rinascita della sinistra? Ognuno dica la sua, sostenga le proprie idee, ma lo faccia alla luce del sole senza nascondersi vigliaccamente dietro l'anonimato, che serve solamente a chi ha intenzioni disoneste.
    W Kilombo!!!!!!!!!!!!!!!

  25. lill

    Tisbe, mi dispiace per gli attacchi che subisci da parte di spb e cloro. Ma dall'altra parte c'è tutta la nostra stima e ammirazione per la tua correttezza e capacità di gestione.
    Comincio a vedere qualche speranza per Kilombo 🙂
    saluti

  26. Tisbe

    @lucabecattini, concordo
    @eliolibre, perfettamente in accordo con te. Non si può dialogare con un anonimo. Si partirebbe su presupposti sbagliati fin dall'inizio
    @lill, non preoccuparti, io in fondo non ce l'ho con Cloro, ha i suoi modi sguaiati per aumentare l'audience intorno e sé, ma sostanzialmente si sta facendo manipolare da Spb, di cui lei stessa ignora l'identità

  27. utente anonimo

    ero fra quelli che pretendeva maggiore chiarezza ieri, ed ho anche linkato il tuo post ad un metapost su kilombo. Ma ora mi chiedo se in tutto quello che è successo ieri e che ha portato all'espusione di spb, sia stata rispettata la carta Kilombo. La cosa è importante, perché se raalmente Kilombo è un luogo "democratico" avrebbe dovuto utilizzare la procedura del voto di espulsione per opera del collettivo… il voto non c'è stato ed ora francamente non ho più molta fiducia in tutto quello che rappresenta Kilombo

    pietro_d

  28. Tisbe

    @pietro, Spb ieri sera non solo ha cancellato un post di Swampthing dalla home di Kilombo, ma lo ha addirittura espulso. Spero che sia chiaro che questa contromisura cautelativa era necessaria.
    Le votazioni per l'espulsione da Kilombo di Spb e della Valent ci saranno a breve, e tutto sarà ufficiale appena si insedierà la nuova redazione

  29. utente anonimo

    Anch'io avevo segnalato il mio post di dimissioni su Kilgg e anche a me Mario Franciosa ha scritto una mail in cui mi diceva che quel post era offensivo e andava cancellato.

    Anche a me, poi, è arrivata la mail di adesione non sull'indirizzo che si trova sul blog ma su quello che ho dato a Kilombo…

    Adesso tutto è più chiaro.

    Provvederò immediatamente a farmi cancellare dall'indirizzario di Kligg. Ripaghiamo SPB con la sua stessa moneta e facciamo collassare la sua creatura.

    l'Elfo

  30. compagnidiviaggio

    Ma che brutto. Mi ero iscritto a kligg convinto di trovare una simpatica alternativa oltre che per pubblicizzare meglio il mio blog ed nvece ho scoperto come è nato . mi cncellero. capisco che uno msia in dissacordo con kiombo e si prnenda degli email e tenti di portali dalla sua , ma uello di creare dei litigi e spaccare unbn0altra comunity non mi và giù .
    @47° ma non dire boiate
    @tisbe hai la mia piena solidarieta grazie per avermi apertoi gli occhi

  31. Tisbe

    @compagnidiviaggio, adesso hai capito cosa intendevo. Ho mantenuto il riserbo per proteggere lo scoop
    @Elfo, Spb è sospeso da Kilombo; una volta insediata la redazione verrà sottoposto al giudizio del collettivo

  32. utente anonimo

    Secondo me , dovreste andarci con i piedi di piombo con DV , perchè , a quel che ho letto, in merito alla IADL e al Campo Antimperialista ci sarebbero diverse cose da chiarire…
    Per il resto , sono d'accordo : secondo me , da quel che è accaduto in quest'ultimo periodo , il probabile vero iniziatore della blogwar è stato spb che ha approfittato di una ruggine fra cloro e Dacia Valent. Credio che il ruolo della prima sia assolutamente secondario e , in un certo senso , è stata strumentalizzata. Spb ha individuato i due anelli deboli della catena di kilombo e ha carpito la fiducia di una delle due… Almeno , penso siano andate così le cose.

    Ciao

    HelterSkelter

  33. lill

    Quello che ho saputo è che Cloro ha cominciato a prendersela con Dacia per via di una critica a un post su Nietsche. Forse con eccessiva durezza DV faceva notare a Cloro che la sua preparazione filosofica lascia un po’ a desiderare. Se cercate negli archivi trovate i post: di Cloro sull’eterno ritorno e seguente risposta della DV.

    Ma precedentemente Cloro aveva chiesto a DV una blogwar che le fornisse qualche accesso in più perché ne aveva molto pochi.

    SPB, come tutti i troll, sguazza nella melma. Come vede una scintilla butta la benzina.

    Ma qualcuno ha capito chi è? e perché ci tiene tanto all’anonimato? So che è stato denunciato da parecchie persone per via dei suoi modi scorretti e le frottole che racconta, ma ancora la magistratura non ha indagato su di lui.

  34. utente anonimo

    X 62

    Può darsi… Quel che risulta a me è che Cloro se l’è presa perchè un troll – che lei presumeva fosse DV o qualcuno legato a lei – l’ha accusata di essere una nazifascista nostalgica della X Mas.

    HelterSkelter

  35. utente anonimo

    Ma che schifo! Mi ero allontanata da kilombo perché non ne potevo più di quelle che pensavo fossero schiamazzi da cortile, poi avevo ricevuto da un’amica l’invito ad entrare in kligg e c’ero pure cascata… molto poco, visto che in questo periodo ho le mie belle gatte da pelare.

    Letto questo post ed i vari commenti, mi precipito ad informare gli amici che, beatamente ignari, si son trasferiti di là…

    Que viva Kilombo! 🙂

    elena

  36. utente anonimo

    Concordo con Tisbe.

    Volevo ancora ricordare che , per un tempo sppur breve , cloro ha ospitato la Valent e che questa convivenza si è rivelata molto difficile. Una goccia poteva far traboccare il vaso… Una goccia qualsiasi. Prima cloro ha accusato la Valent circa il defacing del suo blog e di "teppismo informatico" , poi di averla apostrofata come nazifascista. E questo agli albori di questa blogwar ! I casi possono essere due : o la Valent o chi per lei era veramente responsabile o le accuse vanno girate proprio a Spb , vista pa pessima fama di troll. Alla luce di quel che è emerso , possiamo accogliere la seconda ipotesi. La domanda che mi pongo è un'altra : cloro è stata ingannata e si è affidata a spb che ha messo mano suul suo blog o i due erano d'accordo ? Io non sono un osservatore totalmente imparziale per ciò lascio a voi le risposte. Qule ch emi ha sempre colpito è l'atteggiamento estremamente reverenziale ; l'indulgenza di cloro neoi confronti di Spb. E pensare che l'una è anarchica e antisionista e l'altro , a suo dire ! , è sionista e piuttosto destrorso !
    Su chi possa essere Spb , penso che constatando come questo troll o gruppo di troll "navighi" per colpire i blog di sinistra , in qualche modo ci si dà una risposta quantomeno sulla matrice. Spb si definisce "libertario" , ma provate a visitare il suo blog o sondare i suoi vari blog e commenti per capire di che pata è fatto ! La dimostrazione , se mai ce ne fosse bisogno , che le parole sono spesso etichette che viaggiano in libertà.
    Personalmente ritengo che "Spb" sia un marchio buono per essere "spremuto" finchè occorrerà.

    Marco (HelterSkelter)

  37. utente anonimo

    Insomma , si tratta di far funzionare la semplice logica. Accertato il legame fra kligg.org e spb , si tratta di stabilire perchè spb o chi per lui ha aperto kligg.org. Le ipotesi principali sono due :
    1) spb è un autentico libertario che , disgustato dallo spirito censorio della redazione di kilombo e contrario espulsioni (mah !) , apre un aggregatore autenticamente libero.
    2) l'ipotesi di Tisbe : il "cavallo di Troia".
    Possiamo , quindi scartare la prima e , nel caso della seconda ipotesi possiamo interrogarci sui moventi.
    A) spb è un semplice "competitore" , un "mercante" che vuole far concorrenza a kilombo e , per questo motivo , attizza una blogwar che la danneggia per sottrarle utenza.
    B) spb è un avversario politico e allora chiedetevi per quale motivo favorirebbe l'apertura di un aggregatore concorrente di sinistra.

    Per pura concorrenza ?

    Oppure è tutto un gioco e , come ha deto qualcuno , spb è solo un "tragico cazzaro".

    Marco (HelterSkelter)

  38. utente anonimo

    confermo quello che è successo a ilconteoliver, il giorno in cui ho richiesto l'iscrizione a Kilombo mi è arrivato l'invito da kligg , dopo un bel po kilombo mi ha detto che il blog è troppo giovane!

  39. Tisbe

    #72, grazie per la tua testimonianza. In più persone siamo a denunciare questi episodi e meglio sarà possibile difendersi dai pericoli della rete.
    Spb dice che le e-mail le ha reperite in rete (strano, ma non avrebbe dovuto dirlo Mario Franciosa?) invece scopriamo che tutti i blogger che hanno fatto richiesta di iscriversi a Kilombo ricevevano l'invito per iscriversi a KLigg.

  40. utente anonimo

    non sono molto dentro questi screzi, dico solo che SPB fino all'anno scorso con il suo blog ha fatto un ottimo lavoro di informazione per la città di Como. ora questi discorsi non li capisco nemmeno tanto, che interesse potrebbe avere a sabotare kilombo?

    d

  41. Chit

    Come già scritto nel blog di Giuseppe credo di conoscervi da tempo e che la vostra limpidezza e correttezza sia talmente tanta da impedire qualsiasi dubbio. Piena solidarietà amica mia e , come canta Vasco, corri e fottitene di Kligg … 😉

  42. Tisbe

    @d, non conosco Como e non ho il dispiacere di conoscere Spb, ma se dai un'occhiata a quello che vivereacomo è diventato adesso, ebbene si ha l'impressione di scendere in una fogna frequentata da pantegane dove l'insulto, la minaccia e la menzogna la fanno da padrone. Un luogo infrequentabile

  43. utente anonimo

    Per questo la mia mozione appena votata chiede il voto del collettivo e non dei redattori.La bellezza della democrazia è questa,evita che eventuali oscuri personaggi possano intaccarla.Ma creare oligarchie non serve a nulla

  44. WebLogin

    #79, creare oligarchie? Questa è bella! Dove eravate quando SPB utilizzava Kilombo per fare i porci comodi suoi? Quando Kilombo veniva utilizzato per insultare pesantemente alcuni iscritti? Anche io sono stato insultato (e avevano pubblicato anche il mio cognome che non è associato al mio blog! Quindi è stata violata la mia privacy e non solo la Carta di Kilombo! Con altri hanno utilizzato anche le foto!) e neanche potevo replicare (stessa tecnica di quelli di Kligg) perché bannato proprio dal blog che stavate difendendo. No, non vi siete interessati! Mentre con voi oggi c'è proprio SPB (è costantemente presente nei commenti ai vostri abusati post di servizio), che con i suoi compari hanno tanto interesse alle vicende di Kilombo… però per promuovere "servizi di sinistra" parlando male di Kilombo, proprio come aveva fatto SPB quando era redattore.
    Vedi, tu ora parli della Carta di Kilombo, ma io dico che non rispettate neanche la Netiquette! E per questo mi avete stufato e credo che lo sia anche Tisbe che ha subito tante schifezze da parte di SPB e dei suoi compari, mentre voi eravate interessati ad altro! E pensare che anche io ci tenevo a Kilombo anche se ho segnalato pochissimo per via del mio blog tecnico collocato sempre in "Tempi liberi": mi piaceva l'idea di un posto dove gente che si dichiarava di sinistra poteva confrontarsi. Ci tenevo a tal punto che volevo anche sottoporre al collettivo una proposta di miglioramento del sito che ormai è obsoleto come quella schifezza di "blog" che doveva ospitare Kilombo Slow! Ci tenevo a Kilombo, però poi con SPB e la sua banda è diventato un posto dove insultare e diffamare le persone! Quindi, è da un po' che ho deciso di ignorare Kilombo e spero che lo faccia anche Tisbe. Quello che mi sento di dire è che di sicuro non appoggerei chi sostiene SPB (e la sua banda) e critico cmq chi non ha mosso un dito quando SPB era redattore.

    Giuseppe aka WebLogin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *