L’Irpinia che mi piace


Sono stata alla presentazione della XV edizione di Castellarte "Rosso di sera" che si terrà a Mercogliano dal 25 al 27 luglio 2008. Durante la serata si è tenuto il convegno "Clownterapia, il sorriso che guarisce" perché nella nota manifestazione, quest’anno, saranno presenti anche i clown. Ho apprezzato la presenza del direttore generale dall’A.O. Moscati Giuseppe Rosato, e del primario unità operativa di pediatria Antonio Vitale che si sono attardati e non sono fuggiti via come di solito capita in questi eventi. Mi è piaciuto molto l’intervento degli attori del Cocis che hanno sottolineato ironicamente i modi di fare degli irpini attraverso la mimica e i suoni dialettali. Di grande qualità anche il bouffet a base di prodotti tipici irpini e per chiudere in bellezza, performance di musica popolare a cura dei Lumanera di Montella.

10 commenti su “L’Irpinia che mi piace

  1. Tisbe

    @raffaelegreco, purtroppo questo tipo di iniziative vengono poco pubblicizzate. In questo paese fa più notizia fare del male, piuttosto che fare del bene
    @riccardo, sì, soprattutto a chi è in grado di ricevere un sorriso nelle corsie di un ospedale 😉
    @giuseppe, sì, è stata una bella serata, ma anche il concerto jazz di Maria Pia De Vito è stato eccellente…

  2. Crocco1830

    Iniziative utili a fare conoscere delle attività meritevoli, fatte da persone qualunque, che dedicano del loro tempo a regalare un sorriso a chi ne ha bisogno.

  3. utente anonimo

    Veramente da anni che esiste Catellarte ed ogni anno ci sono state novità. Solo quest'anno ne venite a conoscenza?

  4. Tisbe

    #7, lo so che castellarte esiste dal 1993 e che dal 1997 è a tema, ma i miei lettori non sono tutti irpini… e comunque i loro commenti sono perlopiù riferiti all'iniziativa di volontariato clownterapia

  5. utente anonimo

    Giovanni Farzati, giornalista di Kipapa.it, i pagliacci, ridere, divertisti, aiuta a vivere, bella iniziativa, bella

  6. utente anonimo

    cara tisbe,
    grazie per la tua presenza e per i commenti positivi, lo spirito di Castellarte è proprio questo, celebrare la vita con la festa senza staccare la spina del cervello!
    antonella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *