Umanità cieca

«Edificate città sempre più invivibili, in cui nessuna persona sana di mente vorrebbe vivere. Vi riempite di veleni, come se non vi bastasse inquinare l’aria che respirate e il cibo che mangiate. Praticate la violenza come divertimento e come strumento di profitto. Scegliete come governanti i più corrotti e cinici fra di voi. E mentre intorno tutto va in malora, vi nascondete dietro mille giustificazioni… il dovere, il quieto vivere, la vostra inadeguatezza… Il bello è che ne siete perfettamente coscienti… sapete cosa vi attende dietro l’angolo, eppure continuate a vivere le vostre giornate come se niente fosse. Illudendovi assurdamente che certi disastri non si verificheranno mai, o, che in ogni caso, a voi non succederà nulla… Siete come i passeggeri di un aereo che sta precipitando, stupidamente a contendersi i salatini dell’aperitivo o a sorseggiare compiaciuti lo champagne che offrono in prima classe. La verità è semplice, voi non volete vedere…».

«L’umanità è sopravvissuta a orrori peggiori».

Già, e non ha imparato niente!
(Tratto da Dylan Dog – complimenti a Giovanni Di Gregorio, autore del soggetto)

11 commenti su “Umanità cieca

  1. WebLogin

    Quando ero ragazzino leggevo Dylan Dog, mi piaceva molto.
    Quanto al post, beh, purtroppo è vero, descrive il comportamento di tante persone… di troppe persone 🙂

    Giuseppe

  2. Tisbe

    @vignette, più o meno 😉
    @Giuseppe, grazie 🙂
    Già, visto la parte dedicata alla politica? E' straordinario come si possa fare politica attraverso l'arte, senza parlarne esplicitamente

  3. WebLogin

    @Tis, sì, è vero… infatti ad esempio la maggior parte delle persone non si indigna se un politico definisce eroe un mafioso, anzi, lo votano! 🙁

    PS: Al commento #4 ho sbagliato faccina 😀 …ovviamente era questa 🙁

    Ciao, buona serata 🙂

    Giuseppe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *