A scuola di misfatti governativi

In questo post segnalo le attività svolte dal Ministro della Pubblica Istruzione Maria Stella Gelmini in pochi mesi di attività. C’è di che rabbrividire.

  1. Antimeridionalismo: (AGI) – Trieste, 12 ago. – "Un solo preside settentrionale su 118 e’ un dato inverosimile per le scuole del Nord. Servono piu’ equita’ e meno criteri premianti per il Sud". Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia Eduard Ballaman riferendosi alla polemica aperta sui presidi delle scuole molti dei quali provenienti dal Sud e guidano scuole del Nord Italia.
  2. Tagli alla ricerca: (Voce) Non si può mettere sullo stesso piano la diminuzione delle risorse al mondo universitario, alla cultura, alla Ricerca & Sviluppo con i sacrifici chiesti a qualche altro privilegiato. Come più volte abbiamo scritto su queste colonne, non c’è crescita senza ricerca scientifica e tecnologica. Pensare che i docenti universitari siano dei fannulloni e dei lavativi – e comunque dei privilegiati – è miserevole.
  3. Tagli alla scuola, il sapere come nemico pubblico numero uno: (Altromolise)La notizia degli incipienti tagli alla scuola prospettata dal ministro Gelmini non ci stupisce, semmai ci ha sorpreso che se ne stia parlando così tardi dall’insediamento del nuovo governo Berlusconi, vista l’assoluta centralità che riveste, nel programma berlusconiano, la distruzione e lo smantellamento della scuola pubblica e di un sapere comune, collettivo e alla portata di tutti.
  4. Dequalificazione dei Conservatori: Roma, 1 ago. (Apcom) – "Ieri nel corso dell’audizione presso la commissione Cultura della Camera il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, ha annunciato di voler ridurre il numero dei conservatori italiani".
  5. Grembiulini griffati Gelmini: (Giornale) La scelta del neo ministro è stata fatta. E a settembre «i grembiuli» del nuovo millennio saranno sfoggiati dai bambini delle elementari di una scuola di Segrate che ha accettato il nuovo look per i suoi studenti. (l’apparenza è molto importante, molto più importante della sostanza, l’opera di restiling in pieno stile Berlusconi è servita)
  6. Il nuovo maccartismo, dalla caccia ai comunisti alla caccia ai professori: (Orizzontescuola) Ma insomma che volete da docenti che insegnano, si aggiornano, partecipano alle riunioni di dipartimento, ai Collegi Docenti, ai consigli di classe/interclasse, ai colloqui con i genitori, correggono i compiti, preparano le lezioni, stilano i giudizi, si confrontano, sovente anche in modo acceso, per valutare i propri allievi, senza tener conto dei tempi istituzionali, molto più contenuti di quelli reali. Insomma bisogna ormai capire che i docenti sono impegnati nel lavoro molto, molto, molto, oltre l’orario cattedra di insegnamento, per uno stipendio che sembra essere una elemosina, tenendo anche conto che ormai a tutti i docenti si chiede come titolo di studio la laurea, e ai professori della scuola secondaria una laurea quinquennale e una successiva abilitazione biennale, e tutto ciò solo per iniziare la carriera come precario.
  7. Tagli al sostegno per gli alunni disabili: (Orizzontescuola) “Questo non è un paese…per precari e disabili” I tagli al sostegno agli alunni disabili simbolo dell’inciviltà dei nostri governanti Pensavamo, nella nostra provincia, di aver raggiunto il fondo lo scorso anno scolastico con la riduzione dell’organico di sostegno di 350 posti, ma a quanto pare il governo Berlusconi ed i suoi servili burocrati a livello locale (vedi Bottino e Iannuzzi) hanno tutta l’intenzione di trovare un varco nel fondo e precipitarci negli inferi.

Ah, mi raccomando, votateli di nuovo, non sia mai che l’Italia rischi di migliorare 😉

19 commenti su “A scuola di misfatti governativi

  1. Tisbe

    @arpia, ma è tutta colpa dei docenti meridionali che non sanno insegnare ed ancor peggio non sanno valutare 😉
    @Franca, lo so bene 🙂
    @Van, ti ha risposto l'informatissimo Moltitudini. Tre punti di danni sono manna in confronto a sette punti di danni. E comunque anche la gente di destra (ragionevole) è molto delusa arrabbiata ed amareggiata per le porcherie senza fine di questo governo.
    @Moltitudini, lo ripeto, 3 punti di danni sono molto meglio di 7 punti di danni… ma ce ne sono altri…

  2. WebLogin

    Per la scuola e la ricerca va sempre peggio, effettivamente i tagli dell'ex ministro Fioroni sono davvero una barzelletta se paragonati a quelli previsti da questo governo…
    Ai tagli poi bisogna aggiungere anche le dichiarazioni assurde di Berlusconi, Dell'Utri e di Bossi per capire che della scuola e della ricerca a loro non interessa proprio niente, i loro interessi sono altri… 🙁

    Giuseppe

  3. Tisbe

    @Giuseppe, il problema degli italiani è che non riescono a guardare ad un palmo dal loro naso. L'unica salvezza sta nella ricerca, ma questo Berlusconi non può saperlo, perché lui personalmente non ha problemi di risorse energetiche e non ha certo problemi a pagare le varie bollette

  4. ermahico

    Wow.
    Quindi se ho ben capito, ai caprari padani che hanno il fabbrichino, meno tasse ,ai laureati meridionali una buona dose d persecuzione e sgambetti sul lavoro..
    Bene, a quando le stelle d david sui registri?

  5. utente anonimo

    Esattamente come chi votò per Prodi?
    Ah no…l'intellighenzia di sinistra anche se fallisce può negare l'evidenza più evidente perchè sono eletti da DIO!

  6. stickandcarrot

    @Quindi se ho ben capito, ai caprari padani che hanno il fabbrichino, meno tasse ,ai laureati meridionali una buona dose d persecuzione e sgambetti sul lavoro..
    Bene, a quando le stelle d david sui registri?

    carissimi, vengo dalla provincia di Treviso, quindi "padana", non ho il fabbrichino, non pago meno tasse, ho una macchina di 15 anni che mi manifesta la sua solidarietà continuando ad andare avanti, ho un nipote laureato che se ne è andato in Olanda per poter lavorare….e potrei aggiungere anche altre cose, come un costo della vita superiore ad altre regioni, reale, non percepito, uno stipendio di neanche 1000 euro al mese, ecc…
    Se lo scopo di questo governo è quello di scatenare una guerra tra poveri e magari tra nord e sud, vediamo di non cascarci come pere mature.
    Per quanto riguarda il resto non li ho votati e non li voterò mai, anche se rischio di non saper cosa votare la prossima volta vista la gran consistenza che la sinistra sta dimostrando.

  7. Tisbe

    #12, di solito i comunisti sono atei quindi non si considerano eletti da dio… poi, per dirla tutta… c'è qualcuno che CREDE di essere DIO ed è noto ai più con il nome di testa d'asfalto 😉

  8. Tisbe

    @stickandcarrot, ti capisco e considero giusto di evitare di cascare nella trappola della guerra fra poveri, tuttavia non posso stimare che vota lega pensando di protestare contro il potere. I leghisti sono i più marci di tutti a cominciare da Bossi che avrebbe voluto raccomandare il figlio per farlo promuovere nonostante non fosse preparato e non c'è riuscito!

  9. ermahico

    vicenza
    Sindaco sceriffo interviene su un'altra piaga italiana, tormento della pubblica sicurezza, ostacolo per la vita serena dei cittadini onesti!
    Cioè le pankine.
    Multa a ki nn cede il posto a pensionati, donne gravide, disabili..25o euro.
    Domanda: ma a parte minacciare multe , l'educazione nn la sanno+insegnare?
    Ke succede se un vekio legaiolo vede un colored seduto?
    Corre dagli sbirri inventandosi 4balle?
    O ancora meglio, visto ke i giardini pubblici sono semivuoti, facciamo multe da 50.000 sesterzi a ki dà da mangiare alle oche?
    E ki corre in presenza d disabili? Fustigazione e multone da 55rate x insensibilità morale?
    Eccesso d velocità: sequestro coatto delle scarpe e 900euri d multa.
    Guai ovviamente a ki fuma, poikè mentre il nikel-cromo scorre nei torrenti si potrebbe rovinare l'habitat delle margherite mutogene offerte dagli industriali.
    Occhi aperti e guardatevi attorno prima d sedervi!
    Ke paese d ipocriti e piscialetto, tutti kiakkere e distintivo.

  10. Tisbe

    @ermahico, siamo una democrazia debole e questo governo non sa dialogare con il suo popolo: è incapace di sedurlo e quindi ricorre all'autoritarismo. Purtroppo la mancanza di educazione e senso civico è dato dalla presenza di mediaset che ha veramente e radicalmente cambiato i costumi degli italiani e non capisco perché gli ipocriti clericali non pensino a scomunicarla. Che ciarlatani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *