Sei comunista? Non sei capace di educare figli!

E’ assurdo. Non riesco a crederci. Essere comunista equivale ad essere considerata una pessima madre ed educatrice. Non ci credete? Leggete qua:
Gli dicono che somiglia a Scamarcio, l’attore. A sedici anni, fa piacere. Ma ha promesso che oggi si taglia i capelli arruffati e magari non lo bollano più come comunista. Circolo Tienanmen, tessera dei Giovani comunisti, trovata dal padre, fotocopiata dai servizi sociali, allegata all’ordinanza del Tribunale di Catania, prima sezione civile, per dimostrare nella causa di affido che la madre non sa badare all’educazione del ragazzo il quale ha "la tessera d’iscrizione a un gruppo di estremisti". (Repubblica)
Non ci sono parole! E meno male che la magistratura è rossa!
Io mi chiedo ogni giorno più allibita: quando, in questo infelice paese, saranno eliminati i docenti comunisti?
Con l’aria che tira, non manca molto.
Benvenuti nel fascismo del terzo millennio.

38 commenti su “Sei comunista? Non sei capace di educare figli!

  1. utente anonimo

    Bhè sì forse questa è abbastanza strana come cosa, lo riconosco.
    Però forse la sentenza si riferiva ad un caso specifico e non generale.
    Bisognerebbe dimostrare che la collettività giudica non consono alla normale crescita di un ragazzo, l'apprendimento di uno stile di vita che facilmente potrebbe portarlo al fanatismo ideologico con conseguenti facili adesioni al mondo dell'eversione (e questo vale per ogni pensiero politico).
    Nel caso specifico è ovvio che conta anche la parola del padre che sicuramente non vorrebbe questo per il proprio figlio.
    Ma la madre voleva questo o le è sfuggito di mano la cosa?
    Io credo che un giovane ne sa pochissimo di politica e gli atteggiamenti che assume non sono frutto di esperienze quotidiane maturate dal proprio pensiero ma segue più che altro il branco appigliandosi a questo o a quel motivo ispiratore occasionale ma non esaudiente e convinto.
    Nell'ambito famigliare poi crescono e si tramandano, senza nemmeno accorgersene spesso, determinate convinzioni che sono fondamentali per la crescita della coscienza di un adolescente…Io oserei dire non solo in famiglia, ma anche la scuola, gli insegnanti, sono determinanti per questo processo…
    BHè si rischia si uscire fuori tema, ma il tema è per gioco forza molto vasto e meriterebbe volentieri un approfondimento.

  2. utente anonimo

    Uhm…di che comunismo stiamo parlando?

    A chi potrebbe un giorno facilmente essere chiesto di scassare una vetrina o di chi matura una coscienza civile verso la vita con le proprie legittime ed onorevoli convinzioni?

    Io non conosco gli estremi della sentenza e delle preoccupazioni di quel padre e gli insegnamenti di quella madre, ipotizzo soltanto una distinzione.

    Distinzione che credo ogni genitore di questo mondo fa e si chiede per i propri figli.

    O conoscete voi qualche genitore che indirizza volutamente un figlio verso una coscienza potenzialmente pericolosa per la sua vita?

    Ah scusate gli interventi precedenti (che stranamente non leggo) sono miei.

    Enzo alias Arem alias Van^

  3. Tisbe

    Perché credere che tutti gli esseri umani abbiano gli stessi diritti e siano uguali sul piano economico/politico è pericoloso?
    Anche combattere il fascismo era pericoloso, pur tuttavia qualcuno lo ha fatto e tutti godono di quella libertà che non comprendono e che non meritano, pronti a svenderla per qualche euro di risparmio sulle tasse. (Ici che ritornerà grazie al federalismo)

  4. utente anonimo

    Ah il giudice sostiene che il motivo non è la politica ma il fatto che frequentasse luoghi dove si consumano sostanze psicotrope …
    che si riferisca alla scuola? 😉

    Rageagainsttheworld

  5. ermahico

    Pensavo fosse un pesce d'aprile fuori stagione quando ho letto la cosa su rainews24.
    Questa sentenza provoca un precedente che può essere appellato da tutti se non viene annullata IMMEDATAMENTE.
    Comunisti= niente figli, stop.
    è successo in sicilia.
    Questo la dice lunga sulle simpatie politiche dei mafiosi, non gli basta più ammazzare, devono umiliare con tanto di benedizione legislativa leghista e fascista.

    Consiglio alla madre pericolossissima sovversiva e comunista; Una coltellata fra i testicoli fa morire l'amorevole marito in 30-20 minuti , dissanguato e con dolori atroci.
    Potrà difendersi dicendo che è una terrorista come appurato dalla magistratura, quindi il lodevole signore doveva prenderne atto prima.
    Sarah Bobbit è libera e felice. Siccome siamo in Italia anche se ci scappa il morto potrà dire che la colpa è degli albanesi o degli zingari che l'hanno plagiata.
    Ci crederanno tutti.

    Che mondo di merda.

  6. Tisbe

    Io ho scritto il post di fretta stamattina. Adesso la faccenda mi è più chiara: la madre è colpevole ed è una pessima genitrice perché il figlio è diventato comunista ed è iscritto al Prc.
    E' scandaloso. E' una vergogna. E' assurdo!

  7. Crocco1830

    Sto per diventare padre e secondo quei servizi sociali e quel tribunale, sto per accingermi a dare a mio figlio un'educazione da pericoloso estremista!

  8. Unpercento

    Ieri sera alla radio ho ascoltato l'avvocato. Diceva che quando ha letto della tessera lì per lì pensava fosse di Hezbollah o Al Kaeda, quando ha visto la fotocopia della tessera di Rifonda non sapeva se ridere o piangere.

  9. utente anonimo

    Il problema è che quando c'era il governo del centro sinistra bisognava dare segnali diversi alla gente e invece con una maggioranza risicata si è pensato a sistemare i cavoli propri. Nessuno ha capito che il comunismo non lo vuole più nessuno, l'ideologia alla quale molti di voi si aggrappano era un bell'ideale ma chi governava lo applivcava diversamente dai principi.
    Il mondo cambia e voi ancora parlate del fascismo che non c'è più e lo evocate come il la panacea di tutti i mali e lo era era, mentre il comunismo che c'è ancora ed è palpabile in molti paesi non lo sfiorate nemmeno.,
    la gente è stanca.
    se continuerete a nascondervi dietro lo spettro di berlusconi e non inizierete seriamente a occuparvi dei problemi, vi rammento che con il governo di centro sinistra il sindacato non sapeva più fare il sindacato, ora lo sta facendo di nuovo, perderete ancora e un altra volta ancora.

  10. Tisbe

    Carissimo brigante Crocco, un in bocca al lupo per la tua paternità, credo che sarai un genitore GIUSTAMENTE sovversivo e ne sono felice 🙂

  11. Tisbe

    @unpercento, effettivamente è da non credere, sembra uno scherzo.
    @pasquale, io ci andrei piano. Intanto il Pd non è comunista. Intanto il fascismo c'è ancora ma fortunatamente solo in Italia in quanto fenomeno LOCALE e non si può certo paragonare al comunismo per portata sia ideologica sia geografica sia storica. Il comunismo a cui fai riferimento è boicottato sul mio blog. Io lo devo ancora trovare un pidiellino che fa autocritica. E lo devo ancora trovare un fascista che abbia fatto serenamente i suoi conti col passato senza accusare di falsità i libri di storia ed i docenti di storia.
    I fascisti stanno tentando il revisionismo e l'oblio storico per riprendersi il governo ed imporre l'autoritarismo: leggi – divieti, sindaci sceriffi (e diamo ancora più potere a dei coglioni esaltati), lodo-alfano, brunetta e compagnia bella.
    Adesso un tribunale in terra di mafia toglie un ragazzo a sua madre perché è iscritto a rifondazione… credo che la misura è colma

  12. sideshow

    Brava!!!! Ottimo titolo per il tuo post.
    La verità è proprio quella. Instaurare nel proprio figlio la mentalità da comunista insurrezionalista ed anarchica, significa essere dei cattivi genitori, ed è giusto che un atteggiamento del genere venga perseguito legalmente

  13. Tisbe

    @sideshow, meglio istillare la mentalità da servo scemo 😉 vero?
    A questo ci pensa mediaset tutti i giorni, i genitori sono inutili

  14. Tisbe

    @Franca, ne sono certa. Mia figlia pur avendo vissuto sempre con me non è idealista come me, è molto più pratica, però sente quei principi di tolleranza, di giustizia sociale che un genitore comunista sa dare

  15. WebLogin

    Mi immagino Berlusconi che commenta questa notizia: Cribbio! Mi consenta, tutti sanno che i comunisti mangiano i bambini, non esistono comunisti che hanno dei figli grandi ;-D

    Beh, a parte gli scherzi, togliere ad una madre un figlio perché è iscritto al partito Comunista è una vergogna! 🙁

    Ciao carissima, un caro abbraccio rosso

    Giuseppe

  16. galfi

    Io sono padre di due figli, comunista, catechista e animatore A.C.: cavolo, sono un padre osceno?!? O_O

    Poveri figli miei!!!ù

    p.s.: blog bellissimo!

  17. Tisbe

    @galfi, oddio un orribile cattocomunista! Scommetto che ti sei alleato con Famiglia Cristiana contro il governo?
    Ps: grazie 🙂

  18. utente anonimo

    Forse varrebbe la pena, prima di lanciarsi alla carica a testa bassa, di informarsi meglio, in modo più pluralistico per difendersi dalle tentazioni e debolezze di strumentalità degli organi informativi.
    Facendolo, risulta che nell'argomentazione del giudice, non è nemmeno nominata l'appartenenza politica, quanto invece l'ambiente malsano per via di droghe ecc. Ovvero, fosse stato iscritto ad un circolo filatelico di tossici, il giudice avrebbe disposto lo stesso. E non ha caso, ha disposto l'affido al padre anche del figlio più piccolo, che per motivi anagrafici, non è certamente in grado di rappresentare scelte politiche. Risulta semmai, un deficit educativo della madre per altre questioni, da ciò che il giudice ha argomentato a sostegno di quella scelta, vero o meno che sia, non è questo il punto.
    Questo episodio mi ha subito ricordato il facile entusiasmo del caso del Pigneto: poi la realtà era ben altra di quella di cui indignarsi prontamente ma parrebbe, quella lezione non è stata ascoltata. Consiglio di far decantare le notizie prima di abbracciarle entusiasticamente a fiducia (consiglio trasversale naturalmente, alle geometrie politiche), onde evitare poi di dover scoprire di aver preso sonore cantonate.
    Alieno

  19. utente anonimo

    notizia da boccaloni.
    e voi che appunto lo siete, se no non sarete comunisti, ci siete cascati subito.
    che boccaloni…
    caposkaw

  20. Tisbe

    @alieno, cosa vuoi insinuare? che i comunisti si drogano?
    @caposkaw, i vorrei tanto che tu imparassi perlomeno a scrivere in italiano, sarebbe già un passo in avanti. Non è sufficiente avere molti soldi per sentirsi migliori degli altri. Intanto chi crede alle balle raccontate da Berlusconi non può venire a dare lezioni qui

  21. Tisbe

    Io sono comunista dalla nascita e non mi sono mai fumata uno spinello, né mi sono ubriacata. Queste cose sono trasversali ed attribuirle ad un credo politico è una vergogna.

  22. utente anonimo

    "Nel provvedimento non c'è alcun riferimento diretto indiretto alla militanza politica del ragazzo o a luoghi di ritrovo riconducibili a movimenti politici", replica Massimo Esher, il giudice della prima sezione civile del Tribunale di Catania che ha firmato l'ordinanza di affidamento al padre del sedicenne. Il giudice aggiunge che "l'unico riferimento contenuto nel provvedimento riguarda la frequentazione del ragazzo relativa a luoghi di ritrovo giovanili dove è diffuso l'uso di sostanze alcoliche e psicotrope. Ma questi non sono riconducibili a partiti".

    QUESTO è SCRITTO NEL TUO ARTICOLO DI REPUBBLICA.
    O SI CREDE AI GIUDICI O NON GLI SI CREDE. QUANDO VERRANNO DEPOSITATE LE MOTIVAZIONI , E NON CI SARà SCRITTO NIENTE SULLA TESSERA O SULL'APPARTENENZA POLITICA DEL MENTECATTO , TU FARAI UNA SMENTITA?
    BOCCALONI SIETE E BOCCALONI RESTERETE…..(ahr ahr ahr!)
    caposkaw

  23. Tisbe

    @caposkaw, queste sono le parole del giudice, ma se fosse vero ciò che dice, perché nel fascicolo relativo al caso c'era allegata la fotocopia della tessera di militanza politica?
    Il giornalista serio quando fa un articolo (soprattutto se si tratta di un quotidiano) il giorno successivo o i giorni successivi dà la possibilità di controbattere per par condicio.
    Ma chi non ha lavorato nel giornalismo, molto probabilmente questo non può saperlo.
    Quindi non è stata pubblicata la verità, ma solo l'autodifesa del giudice.

  24. utente anonimo

    allora mia cara, quando la motivazione della sentenza sarà depositata, tu la pubblicherai?(dato che lavori nel campo del giornalismo…)
    dato che è la motivazione della sentenza che "FA" la sentenza….
    e molto probabilmente non ci saranno storie di tessere nella motivazione….
    se invece ci sono storie di tessere , questo vuol dire che ci dovrebbe essere UN MAGGIORE controllo sui giudici e magistrati…. una cosa che QUELLI COME ME auspicano da un pezzo…
    caposkaw

  25. Tisbe

    @caposkaw, un singolo magistrato può sbagliare, ma generalizzare è una cosa che solo gli irresponsabili possono fare. Sarebbe come dire che tutti i lombardi sono ladri

  26. utente anonimo

    certo, generalizzare non va bene.
    ma nemmeno lasciare che degli errori o delle assurdità siano impunite.
    e se questo giudice ha fatto una valutazione basandosi sull'odio ideologico, DEVE ESSERE PUNITO.
    caposkaw

  27. ermahico

    by caposkaw: … basandosi sull'odio ideologico…

    è quindi deprecabile detestare i delinquenti e i ladri e dargli la giusta punizione?
    mi sembri confuso stavolta.

  28. ermahico

    comunque per la cronaca:
    mappa di tipologia prodotto, numero di consumatori stimati e relative sedi di consumo, età.
    cocaina,cannabis: 8 su 15 ,forzaitalia, dai 18 ai 55 anni.
    eroina,cocaina,cannabis,alcool. 6 su 10 . alleanza nazionale dai 16 ai 40 anni.
    cannabis,alcool. 9 su 10, fiamma tricolore. dai 15 ai 35 anni
    cannabis,chimiche,alcool. 5 su 10 , centri sociali, dai 16 ai 30.
    alcool. 4 su 10 . udc, dai 21 ai 30anni.
    alcool.3 su 10. partito quasi democratico, dai 50 ai 66 anni.
    alcool. 10 su 10 .leganord ,dai 18 ai 79 anni

    la stima è fatta su base empirica di quello che ho visto, come sempre, qualora qualcuno si chiedesse come mai un così alto numero in AN di eroinomani, ciò è dovuto al fatto che moltissimi ,specie al sud, sono iscritti per ricevere favori inerenti all'iscrizione nelle cooperative di nullafacenti fatte ad hoc per le elezioni, e quasi sempre i richiedenti sono ex-galeotti (usciti quasi sempre con l'indulto automatico delle leggi antimagistratura dei governi di centro-dx).
    Per quanto riguarda la stima su fiamma tricolore, di cui conosco gente da 20 anni e più, 9 su 10 forse è addiritura ottimistica.
    Mi dispiace per il PD, ma con la meglio gioventù che hanno tra le loro fila non ho potuto indagare meglio.

    A presto, per altre indagini dal vostro inviato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *