11 settembre, io ricordo con questo video

16 commenti su “11 settembre, io ricordo con questo video

  1. utente anonimo

    Io sono andato in Afghanistan dopo i fatti dell'11 Settembre e ci sono tornato 2 volte. Sono andato per salvare la mia patria da questi terroristi che tanto male hanno fatto al nostro alleato e per cercare di annichilire un nemico cosi feroce e pericoloso.
    Voi sinistri non ci ricordate con un rigo. Fate i moralisti e poi andate in strada a gridare "10 100 1000 Nassirya" leggendo questo articolo mi rendo conto che il sacrificio di Eroi come il cap. Vanzan è stato inutile. Voi vi meritate i talebani.
    Serg. Marco Mercuriali
    1° reggimento “Granatieri di Sardegna”

  2. utente anonimo

    ma il mondo non è unito contro il terrorismo.
    in pratica lo combatte solo l'occidente , e a volte , neanche tutto l'occidente…
    se per mondo intendi l'occidente…

  3. Tisbe

    @Serg. Marco Mercuriali
    1° reggimento “Granatieri di Sardegna”, io non vado a gridare "10 100 1000 Nassirya" semplicemente con credo nella guerra come sistema per assicurarsi la pace e credo che lei (che rispetto come persona come potrei rispettare anche un barbone) sia andato (o sia stato mandato) in Afghanistan solo per questioni economiche. Io non ho alleati e non ho nemmeno nemici. Sono parole che ho escluso dal mio vocabolario.

  4. WebLogin

    Un video molto significativo.

    "Dopo l'attacco alle Twin Tower subito dall'America l'11 Settembre, tutte le stazioni radio Usa hanno deciso di non trasmettere più alcune canzoni. Oltre 150 brani della storia della musica sono state proibite per non turbare la sensibilità americana. Fra le tante: "Imagine" di John Lennon, "Blowing in the wind" di Bob Dylan, "I'm on fire" di Bruce Springsteen."

    A tale proposito io ricordavo appunto Imagine di John Lennon.

    Si vede solo ciò che si vuole vedere e dire anche per giustificare una guerra di interessi: si è fatta una guerra per il petrolio ma c'è anche una Borsa mondiale che ha visto strani movimenti…

    Giuseppe

  5. Tisbe

    @Giuseppe, ci sono troppi ciechi in Italia e nel mondo, per questo c'è ancora la fame e l'ingiustizia sociale che sono le vere origini del terrorismo. Lo combattono con i sistemi sbagliati, anzi, secondo me lo fomentano per instillare la paura dell'altro e del diverso allo scopo di promuovere stati assolutisti e dittatoriali.

  6. HAVEADREAM

    I talebani c'erano anche prima dell' 11 settembre, come lo stesso BinLaden.
    Il "burka" e la pietosa condizione della donna non erano una novità e non erano legate al terrorismo, ma sono state "vendute" al mondo intero per dare un "tocco di colore" all'intervento armato degli "Alleati" in Afghanistan.

    Non vedo la differenza che corre tra uno Stato fondamentalista che protegge un terrorista prima e dopo l' 11/9, e non vedo come milioni di persone ne debbano soffrire per il solo fatto che i capi talebani si siano rifiutati di consegnare BinLaden fino a quando non fossero state fornite le prove del suo coinvolgimento nei fatti dell' 11/9, prove che a tutt'oggi gli Stati Uniti non hanno ancora fornito (o non sono in grado di fornire).

    Di fronte a queste incoerenze divenute poi sopruso, preferisco ricordare anche io l'altro 11 settembre, quello del 1973.

    ciao
    Salvatore

  7. utente anonimo

    Noi tutti siamo la razza "umana", non sono un giudice, ma sò che tra le vittime dell'11 sett. ci sono i rap.nti di tutti e 5 i continnenti, per la prima volta nella storia dell'um.tà con questo atto masochista Ci siamo colpiti tutti. ciao bruno

  8. antares666

    Fame, terrorismo e tirannia esistono perché la gente si accoppia e genera feti. Chi procrea commette abominio, e così agendo collabora con il Creatore Malvagio che è all'origine di ogni sofferenza. L'unico modo per combattere il dolore è diffondere la Conoscenza e non dare origine a nuove esistenze terrene.
    Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *