Ecco i miei insulti per Mario e Korvo: la verità

Ok, mi tocca difendermi di nuovo.
Leggo da più parti che io avrei insultato Mario e Korvo. Bene, invito i miei accusatori a pubblicare i testi in cui io li avrei insultati.
Leggo anche che io avrei espulso degli iscritti, ma non capisco come avrei potuto farlo visto che io non sono una redattrice di Kilombo e non ho gli strumenti tecnici per agire.
I soli "insulti" che Mario e Korvo hanno ricevuto da me sono la verità, che dispiace perché non fa comodo loro.
La verità su l’aggregazione del blog precariopoli in Kilombo. La verità sull’ex redattore Sir Percy Blakeney. Precariopoli è una creatura di costui ideata da Cloro. Durante i 6 mesi di redazione gestita da Spb il giovane blog fu iscritto senza il consenso (previsto dalla Carta di Kilombo) dei 2/3 della redazione. In sostanza Spb lo iscrisse di sua iniziativa. Precariopoli non aveva i numeri per essere iscritto a Kilombo. Secondo una regola decisa dai 40 padri fondatori di Kilombo se un blog non aveva sufficienti post per stabilire se fosse realmente di sinistra, bisognava aspettare qualche mese (3) per poi decidere. Una regola che non compare nella Carta perché ritenemmo non fosse necessario. Evidentemente ci sbagliavamo. Evidentemente non avevamo ipotizzato la presenza di infiltrati nella stessa redazione.
Questo è quanto io ho sostenuto e scritto su facebook. Ho anche scritto che non tolleravo più gli attacchi continui alla mia persona da parte di Korvo e Mario.
E questi sarebbero i cosiddetti INSULTI.
Detto questo, ribadisco che io sono intervenuta perché sono a conoscenza della regola per l’iscrizione di un blog in Kilombo per aver preso parte attiva alla sua fondazione.
Ricordo anche che, a suo tempo, pregai Jaco di creare una pagina con la lista dei 40 padri fondatori di Kilombo a futura memoria, cosa che non fu mai fatta e che ha permesso ad un conclamato fake come Spb di sostenere che io non sarei mai stata tra i fondatori.
Pertanto, invito coloro che mi accusano di pubblicare i testi dei miei presunti insulti.

20 commenti su “Ecco i miei insulti per Mario e Korvo: la verità

  1. KorvoRosso

    Sei una campionessa del travisare le cose: dov'è che abbiamo parlato di insulti? Su Facebook abbiamo puntualizzato ciò che ti ripeto adesso, visto che continui: Stai attribuendo azioni e identità a persone sula base di sospetti e illazioni non supportati da prove concrete ed inoppugnabili. Se ciò che affermi non risultasse vero, si tratterebbe di diffamazione, informati. Fuori le prove che Precariopoli è ideato e gestito da SPB e Cloro. Altrimenti stai diffamando tre persone:Antonio Ramone, Cloro e SPB. Noi parliamo di fatti concreti, voi "presumete".

  2. WebLogin

    @KorvoRosso , ti faccio presente che sul tuo blog veniamo continuamente insultati e che quelle persone stanno dicendo palle su di noi da una vita. Quindi non dire caxxate!

    Giuseppe

  3. WebLogin

    Ripropongo il commento che avevo lasciato su questo blog in un precedente post, ora non è OT.

    "@KorvoRosso, mi ero bloccato con il tuo penultimo commento sperando che tu iniziassi un po' a ragionare e ad essere un po' più corretto, invece continui a mentire. Tu mi dici che ora sei stato ironico ma civile? Ti devo ricordare che la tua "satira" prevede anche il linciaggio con i commenti e soprattutto di anonimi? Il tuo modo di fare non è satira! Io non ero (e non sono) neanche un tuo lettore ma tu hai permesso di insultarmi con i commenti ai tuoi post. Hai utilizzato il tuo blog per fare insultare soprattutto Tisbe da SPB, Cloro e dagli anonimi. Ti sembra corretto? Qui non c'entra neanche la Carta di Kilombo, qui basta parlare di Netiquette per dire che siete molto scorretti. Pensate che su Internet non esistano regole e confondete la Censura con la Netiquette!

    Tisbe ha subito pressioni tramite email, con la censura su Kilombo da parte di SPB, su Kligg da parte di un certo Mario Franciosa con il quale ero diventato in un certo modo amico (ho collaborato al miglioramento di Kligg perché non sospettavo chi c'era dietro e quali erano le intenzioni) fino a quando non è stato capace di giustificare la censura applicata a Tisbe (io le email le conservo tutte!) mentre a SPB permetteva di postare ed insultare (ti ricordo che dopo è uscito che Kligg è registrato da SPB). Addirittura erano stati creati dei blog fasulli per insultare le persone e anche Tisbe (e prima ancora anche Spartacus) ha subito questo, e tu lo sapevi. Non so se tu c'entri in tutto questo, ma sei rientrato in Kilombo e subito hai appoggiato SPB in modo deciso nonostante ti era stato detto quello che aveva fatto anche come redattore. Hai ignorato tutto quello che ti è stato detto e hai appoggiato SPB su tutto, quindi se non ci sono interessi dietro allora sei solo uno sciocco.

    Quanto al "Costretto a subirle", ti sembra normale utilizzare Kilombo come fate voi? Per te è normale vedere una home che riporta addirittura gli stessi post copiati e incollati? Ti sembra normale postare dappertutto, non solo su Kilombo, le immagini dei redattori di Kilombo in versione nazista? A me no, e mi sento di dire che dovevano cacciarvi prima perché questo modo di fare non è corretto. Ecco in breve perché dico che sei ipocrita e bugiardo, io non offendo gratuitamente le persone."

    Giuseppe

  4. utente anonimo

    dico la mia discutibile opinione, che può sembrare cerchiobottista ma è frutto di riflessione, non credo assolutamente che Tisbe sia un censore fascistoide, anzi, tempo indietro a quanto ho letto ne è stata vittima , detto questo le caricature fatte da precariopoli per me sono discutibili e di pessimo gusto , ma io non amo le censure di qualsiasi tipo se la sospensione fosse stata per quello sarei stato contrario, la sospensione è però avvenuta per avere postato 2 post anzichè 1 prima gli fosse riconosciuto lo status di blog multiautore
    spartacus ha fatto una proposta su cui si può essere d'accordo per ovviare il problema , ovvero superare la distinzione tra monoautore – multiautore, la pensiamo diversamente sulle modalita di superamento della distinzione

    questo post di Mario invece non mi sembra meritevole di sospensione http://pensareinprofondo.blogspot.com/2008/09/il-… ,
    se poi si vuole un commento su KR, non apprezzo la diffamazione sulla Valent che compare regolarmente sul tuo blog

    infine sulla regola non scritta dei 3 mesi , be a me alcuni me l'hanno passata come regola tassativa, mentre secondo quanto scritto da te sembra un po piu elastica, la mia prima richiesta l'avevo fatta con gia almeno 10/15 articoli all'attivo e rifatta un mese piu avanti dopo che avevo avuto un migliaio di visite…
    cerca di chiarirmi com'è in realtà la cosa…

  5. SpartacusQuir

    Al tuo post c'è poco da aggiungere se non che gli ex redattori – Maario, Korvo e spb – dovrebbero conoscere il manuale del redattore (e se non l'hanno letto non è colpa degli altri!) dove è specificata la procedura per l'iscrizione degli utenti. Mi chiedo perché non hanno chiesto modifiche alle procedure quando erano redattori? La domanda è ovviamente retorica poiché la risposta è ben conosciuta da tutti!

  6. Tisbe

    @rageagainsttheworld, quando tu non sei stato ammesso subito in Kilombo per via della giovane età del tuo blog, indovina chi era redattore di Kilombo? Proprio Spb che invece di risponderti ti mandò una e-mail da parte di un certo Franciosa chiedendoti di iscriverti a Kligg.
    Ai tempi in cui la redazione era formata dai padri fondatori esisteva la "garanzia". In altre parole se un blogger di nostra fiducia o qualche redattore garantiva per il richiedente, il blog veniva iscritto in tempo reale.
    @Korvo, i social network sono intasati di titoli in cui si dichiara che io vi avrei insultato.
    @Spartacus, grazie
    @Giuseppe, grazie

  7. utente anonimo

    arriviamo al dunque.
    le regole, scritte e non. chi entra in redazione sa quindi delle cose che non sanno is emplici iscritti, su regole e quant altro. ho scritto qualcosa in merito nel mio blog, vorrei risposte da quante piu persone coinvolte,

    MA SOPRATTUTTO DA ORA IN POI DEVE ESSERE STABILITO PER ISCRITTO TUTTO QUEL CHE STATE DICENDO ORA, CIOE' LE REGOLE O SONO STABILITE A PRIORI E LE CONOSCANO TUTTI, OPPURE NON ESISTONO. almeno chi entra sa con precisione i suoi diritti e i suoi doveri, e i redattori non potranno essere accusato di abusare del proprio dovere.

    grazie, Rigitans'

  8. Tisbe

    @Rigitans', bene, allora questa regola che si tramandava bonariamente tra i redattori sarà scritta nella Carta. Perché bisogna mettere al sicuro Kilombo, gli iscritti ed i redattori. Ma dobbiamo impegnarci tutti, non sempre e solo i soliti noti che poi vengono offesi con epiteti ingiuriosi.

  9. utente anonimo

    Caro Korvo,

    Il problema è questo: con le vostre bugie sulla "censura" avete fatto credere a parecchi blogger in buona fede (tipo appunto Galatea) che voi siete stati censurati in quanto comunisti e perchè la redazione è piddina….senza però specificare che in realtà ciò è avvenuto unicamente per rifiuto dei due blogger sospesi a rimuovere quel post contenente minacce di violenza fisica contrari alla carta di Kilombo.

    La redazione con ben due lettere aveva anche richiesto gentilmente di rimuovere quel post dai loro rispettivi blog…ma come unica risposta abbiamo avuto solo insulti.

    Quindi la sospensione è stata la naturale conseguenza (art.10, ultima parte).

    Nel tuo caso invece hai pubblicato ben 70 post tutti insieme nella homepage di Kilombo, con grave danno alla visibilità di tutti i Kilombisti e al server del sito che per una buona mezz'ora si è bloccato.

    Queste azioni oltretutto le minacciavi di ripeterle reiteratamente.

    La tua sospensione quindi è stata una soluzione dolorosa, ma doverosa per la salvaguardia del nostro aggregatore.

    Se naturalmente ci darai garanzie che ciò non si ripeterà più, la sospensione nel caso tuo verrà ritirata.

  10. utente anonimo

    Oggi, su richiesta di Antonio sono andato sul suo blog (sinistradelfia) per leggere la proposta di modifica alla carta di Kilombo. L'introduzione di Antonio non è molto chiara, c'è un riferimento a Facebook che lì per lì non capisco. Poi leggo i commenti e scopro che i primi ad aderire sono pensareinprofondo, korvorosso e spb. La loro presenza, chiaramente strumentale, mi ha convinto a non dare la mia adesione. Spiegandone il motivo, ovviamente. Non dubito della buona fede di Antonio, ma proprio non me la sono sentita di imbarcarmi in un viaggio con un simile equipaggio. Se poi la redazione prenderà iniziative per modificare la carta di Kilombo non mi tirerò indietro.
    Rinnovo i saluti e la mia piena solidarietà.
    Zadig

  11. utente anonimo

    grazie Tisbe mi hai spiegato com'è (di SPB e della mail ricevuta lo so), il rifiuto cmq mi è arrivato da valerio , lui e spartacus mi avevano lasciato intendere che era una cosa tassativa, tu mi hai spiegato che così tassativa non è è un chiarimento che mi interessava perche vorrei invitare una brava blogger (http://mariarubini.wordpress.com) a partecipare a kilombo…

  12. utente anonimo

    ah, ovviamente non ho detto che sono d'accordo, magari dopo che viene approvata potrei contestarla.

    però è chiaro che se volete sia valida una cosa non può essere tramandata, almeno al giorno di oggi, perchè qualcuno potrebbe contestare e vincere. altrimenti anche la carta di kilombo non avrebbe senso, possiamo immaginarci tutti chi può scrivere su un metablog delle sinistre e quali sono i limiti.

    detto questo, se non riguarda un post pubblicato a mio avviso non si dovrebbe intervenire, a meno che non sia scritto in home…la frase di piazzale loreto(quella che incrimina) p scritta in home? se si, come vale per le svastiche enunciate da spartacus se non erro, allora ci può stare la sospensione(non ho detto che la condivida), ma se non è così, allora trattasi di un abuso. e non so se sempre secondo me…

    Rigitans'

  13. Tisbe

    @rageagainsttheworld,beh, noi stavamo creando le regole quindi decidevamo sempre in base ai singoli casi di iscrizione che si presentavano man mano. Ho fatto questo per un anno. Se non conoscevamo il blogger gli chiedevamo di ripassare fra qualche mese. Però se il blogger era conosciuto da qualcuno di noi lo iscrivevamo subito. Ripeto, i redattori attuali, purtroppo, devono stare molto più attenti, perciò si parla di regole tassative. Si devono attenere alle regole di buon comportamento di un redattore.
    La procedura nei tuoi confronti è stata corretta. Quella scorretta riguarda PRECARIOPOLI. Iscritto da Spb senza che avesse chiesto il consenso al resto della redazione.

  14. ermahico

    totalmente OT:
    Lunedì, 17 settembre 2007
    15:30
    commenti (14)
    L'uomo nuovo
    Archiviato da Tisbe in: riflessioni, storie, spiritualità
    E su quella sponda abbandonò il passato, si tolse ogni zavorra, si liberò di ogni cosa e si calò nell'acqua fresca. Attraversò il fiume e si rigenerò. Non si volse indietro perché aveva lasciato la sua città in fiamme. Non volle mai posare gli occhi sulle sue rovine. Guardò avanti, e se trovò spine e rovi seppe farsi strada. Guardò ancora avanti e pensò che dopo ogni tramonto, dopo ogni incendio del cielo, avrebbe ancora rivisto l'aurora e, da allora, non invidiò gli dei.

    TROVATO!! lo avevo salvato in un cd.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *