Cose dell’altro mondo! In Italia il Fascismo esiste e denuncia

Indagato dalla Procura della Repubblica di Cosenza

L’apologia di fascismo in Italia non sussiste! E’ infatti stato regolarmente riconosciuto dalle Istituzioni italiane il Movimento politico nazionale “FASCISMO E LIBERTA’”.

In un momento storico delicato per gli equilibri di solidarietà, tolleranza e integrazione un ulteriore attacco al significato stesso della parola “libertà”.

Il 15 maggio 2005 a Matera, in occasione del Referendum popolare in favore della ricerca sulle cellule staminali, Ulderico Pesce, attore e regista lucano, è stato disturbato durante il suo intervento dall’arrivo di alcuni giovani che raccoglievano adesioni per un nuovo movimento di ispirazione fascista.

I promotori di questo “Movimento”, esponendo un tricolore sul quale primeggiava al centro un fascio littorio, si aggiravano in prossimità del palco distribuendo volantini promozionali circa il loro “credo” politico.

L’attore lucano, dopo ripetuti solleciti per cercare di allontanare questi “promotori autorizzati”, data la loro inopportuna intrusione, si è visto costretto ad abbandonare il palco.

In occasione del festival teatrale di Milano e del debutto dei suoi spettacoli  presso il teatro “Sapzio Mil” di Sesto S. Giovanni (“Il Triangolo degli Schiavi”, “Storie di Scorie”, “Asso di Monnezza”),  Pesce rende pubblico il suo dissenso su fatti di straordinaria importanza.

A distanza di alcuni anni, infatti,  la Procura della Repubblica di Cosenza lo ha indagato per calunnie contro il movimento politico “FASCISMO E LIBERTA’” avvenute durante il comizio di Matera.

“Stiamo mandando avanti una petizione” spiega Pesce “per l’archiviazione dell’indagine. Inoltre in una lettera aperta al Presidente della Repubblica chiedo, assieme ai firmatari, come sia possibile che un movimento  simile possa essere stato legittimato dallo stato”.

I promotori di “Fascismo e Libertà” hanno ormai invaso molte città d’Italia con manifesti affissi nei luoghi pubblici e proclami per ottenere nuove adesioni.

“Oggi, poiché è legale,” conclude l’attore “è diventato possibile pubblicizzare il fascismo!”

Ulderico Pesce invita tutti ad aderire alla sua petizione disponibile sul sito internet www.uldericopesce.com
Francamente non ho parole! Si permette ad un movimento fuorilegge, ed anticostituzionale di infastidire un cittadino e di poterlo pure denunciare. Non ho parole.

13 commenti su “Cose dell’altro mondo! In Italia il Fascismo esiste e denuncia

  1. Giuseppe82

    Il movimento Fascismo e Libertà, secondo le motivazioni delle sentenze depositate, non costituisce tentativo di ricostituzione del disciolto partito fascista. Più che un movimento, è da considerarsi un’associazione culturare, dato l’esiguo numero di militanati ed eletti

  2. cretaefaci

    o.t.:
    have you seen Boris Ambrosone???

    Dopo l'attacco frontale a Facc' 'e buuc', il nostro è letteralmente scomparso dal mondo dei blog et similia.
    Anche il suo blog risulta cancellato!!!
    Chi lo ha visto?
    Ricostruiamo i suoi ultimi istanti in quella parte della rete…
    Chi ne abbia notizie, ce ne dia!!!!

  3. Tisbe

    @Giuseppe, l'esiguo numero non dovrebbe rappresentare un motivo di tranquillità
    @compagnidiviaggio, io ho sempre pensato di vivere in un paese antifascista
    @Crocco1830, questo purtroppo è vero

  4. Tisbe

    @cretaefaci, di lui non so nulla
    @ ermahico, 🙂
    @FrancaFranca, io credo che esista ancora… è cambiata la tolleranza perché la memoria storica del fascismo si va indebolendo
    @Slasch16, credo anche io…

  5. WebLogin

    Purtroppo non sono sorpreso…
    In Italia avrebbero dovuto processare il Fascismo e invece agli ex fascisti venne data la possibilità di partecipare alla vita politica. E' stato un gravissimo errore! Il Fascismo è una vergogna nella Storia dell'Italia e invece ultimamente stanno mettendo sullo stesso piano i fascisti e chi ha lottato contro i fascisti, stanno trasformando la seconda guerra mondiale quasi in un evento sportivo dove si rende onore ad ogni partecipante. Per la Storia è importante ricordare, altrimenti si corre il rischio di commettere gli stessi errori.

    Giuseppe

  6. utente anonimo

    Che ci volete fare, in questo Paese le leggi ci sono per tutti, ma ad alcuni tocca essere più "tutti" degli altri.
    Fai conto, la FrancaFranca che si chiede quanto l'articolo di legge sia stato cancellato.
    O molti altri, molti di più parrebbe, che si chiedono quando è stato cancellato quell'articolo di legge del codice penale che vorrebbe reato punibile fino ad un anno di reclusione per chi okkupa interrompendo pubblico servizio..
    Io tutta questa nostalgia dei fascismi non la capisco, chi lo vuole nero, chi lo vuole rosso, chi rossonero, chi si appella al magistero, chi vuol la legge del pippero, c'è sempre qualcuno che fa lo stronzo e poi tutti a parlar di legg tradite, facce di bronzo.
    Alieno
    P.S.: se qualcuno si sente offeso dai termini "facce" o "magistero" sappia che i miei riferimenti son puramente casuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *