Dal razzismo al crocefisso passando per i diritti ed inciampando nelle… elemosine

La pubblicazione del video di Ascanio Celestini sul mio profilo facebook ha provocato i commenti del mio caro amico concittadino blogger Hirpus. Ed ha scatenato in me delle riflessioni…
Sul razzismo vorrei spendere due semplici parole. Ognuno di noi sente dentro se ha superato la soglia dell’odio razziale. Io sento di non averlo fatto anche se apparentemente mi sono trovata in circostanze nelle quali non ho volutamente ceduto al buonismo. Ad esempio, mi sono trovata alla fermata dell’autobus e c’era una zingara che fumava, io istintivamente mi sono allontanata. Costei era un po’ agitata e si spostava continuamente costringendo anche me a farlo. Sarei potuta passare per una razzista che scansa una persona di razza diversa, ma io so, nel profondo del mio animo, che non è così, perché mi sarei scansata anche se a fumare fosse stato un bellissimo ragazzo, alto, biondo e con gli occhi azzurri 😉
Riguardo il crocefisso la faccenda è un po’ più complessa, ma siccome ho lo straordinario dono della sintesi, accetto di parlarne tirando in ballo la dicotomia forma/sostanza. Innanzitutto credo che difendere il crocefisso come simbolo di una cultura e/o dell’Occidente sia decisamente fuorviante. Gli accaniti sostenitori della difesa ad oltranza del crocefisso sono i primi a calpestare ripetutamente quelli che sono i capisaldi della cultura occidentale. Costoro ignorano i frutti conquistati nel corso dei secoli nel campo dell’Etica. Fanno sfoggio di forma ostentando i crocefissi e poi eliminano i diritti dalle vite dei cittadini. Un esempio per tutti è il ministro Brunetta il quale sta togliendo ai malati dipendenti pubblici i loro inalienabili diritti, discriminandoli anche come lavoratori.
L’Occidente non si difende innalzando gli stendardi dei crocefissi, ma diffondendo con l’esempio, i valori di giustizia, di uguaglianza e di fratellanza. L’Occidente non si difende esportando la democrazia, ma diffondendo pacificamente e con l’esempio i principi di uguaglianza, di fratellanza e di giustizia.
Ringrazio Hirpus per avermi ispirata…

6 commenti su “Dal razzismo al crocefisso passando per i diritti ed inciampando nelle… elemosine

  1. WebLogin

    E’ giusto il discorso del rispetto delle regole anche da parte di chi viene in Italia, ma togliere il crocifisso dagli edifici pubblici e l’ora di religione nelle scuole è normale per uno Stato laico. Poi, il rispetto delle regole deve valere anche per gli italiani, perché sfruttare gli immigrati non è certo accoglienza! (Consiglio di vedere il video citato da Tisbe.) La difesa dell’Occidente di cui parlano certi “politici” è una presa in giro! E’ un modo per non cambiare il sistema, per non dare una vera accoglienza e per continuare a sfruttare. Ad esempio, i leghisti sono tra quelli che parlano della difesa dell’Occidente a partire proprio dalla religione Cattolica, dicono anche che chi viene in Italia deve rispettare le nostre regole. Poi però i leghisti insultano l’Italia, l’Inno, si sposano con rito celtico, ecc. ecc. Straparlano sulla difesa dell’Occidente, ma dimenticano proprio i valori di giustizia, di uguaglianza e di fratellanza.

    Giuseppe

  2. Tisbe

    @Franca, no, io credo che gli occidentali abbiano paura dei propri dubbi che proiettano altrove… io nemico è sempre dentro di noi.

  3. utente anonimo

    beh, magari nei buchi dove vivete non s'è mai visto un magrebino…
    vi sentite al sicuro solo per questo.
    caposkaw

  4. utente anonimo

    Cara Tina sull’ultima parte sono d’accordo con te. Quanta gente ama Dio e frega il prossimo. Io che mi reputo credente, non grande praticante, sento di difendere i miei principi perché sento forte dentro di me il Cristo e ammiro tutti coloro che in suo nome spendono la vita per gli ultimi e non sono pochi gli esempi.
    Non voglio farne una guerra di religione ma credo che tutte possono coesistere se ognuna nella propria patria rispetta le altre.
    Non credo che questo accada per i cristiani oppure per i monaci tibetani in Cina .
    Ricordati che ammiro il tuo coraggio sei una roccia.
    Buonanotte pasquale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *