Si era detto, mai più dimissioni in bianco! Ci ha pensato il grande governo Berlusconi a renderle possibili

Alcuni sostengono che la sinistra sia uguale alla destra e che i politici sono tutti uguali, quindi… tanto vale tenersi il governo Berlusconi.
Eppure ad un’analisi più attenta e meno superficiale la differenza tra i due schieramenti politici non è solo ideologica (l’equità sociale contro il capitalismo selvaggio) ma anche sostanziale. Soprattutto legislativa. E si sa, le leggi ricadono, volenti o nolenti su di noi
In questo post voglio mettervi al correnti di una delle ennesime porcate del governo Berlusconi sulla quale i media hanno taciuto relegando la notizia in un trafiletto di fondo pagina.
L’ex governo Prodi aveva approvato
il disegno di legge n. 1695 per la risoluzione del contratto di lavoro per dimissioni volontarie. La legge introduceva l’obbligo di consegnare le dimissioni su un modulo numerato con validità di 15 giorni. Questo stampato distribuito dai centri territoriali per l’impiego e da altre postazioni pubbliche avrebbe dovuto attestare la certezza "cronologica" della volontà del lavoratore di dimettersi.
In breve, la legge metteva fine alla pratica molto diffusa, di far firmare ai lavoratori una lettera di dimissioni in bianco (senza data), già al momento dell’assunzione, con fini chiaramente ricattatori.
Ci ha pensato il governo Berlusconi, con un’operazione restauratrice, ad abrogare immediatamente la nuova procedura telematica per le dimissioni volontarie con l’art. 39, c. 10, L. n. 133/2008
Ogni popolo ha il governo che si merita! Peccato che a pagare siano spesso gli innocenti.

49 commenti su “Si era detto, mai più dimissioni in bianco! Ci ha pensato il grande governo Berlusconi a renderle possibili

  1. desiderio947

    Cara Tina, ti chiedo scusa se è da tempo che non intervengo su questioni politiche, xchè sono convinto che nonostante le batoste subite dalla sinistra, non intravedo la benchè minima elaborazione analitica che tenga conto del contesto in cui si svolge la vicenda italiana e di conseguenza approntare le opportune soluzioni.
    Partirei dal considerare che l'attuale crisi è figlia della delocalizzazione attuata in questa prima fase di globalizzazione selvaggia, messa in atto dalla destra x addomesticare i sindacati e stranamente difesa dalla sinistra come apertura di nuovi mercati e favorire lo sviluppo di nuovi paesi esclusi dai benefici della civiltà industriale. Senonchè in questo quadro di dereguletion la delocalizzazione ha prodotto miseria nei paesi industrializzati, laddove la sostituzione dei posti di lavoro dall'industria maniftturiera ai sevizi pervasi da precariato, ha di fatto prodotto un abbassamento del livello dei salari sia in termini assoluti che in termini di potere d'aquisto, tanto che negli ultimi dieci anni i salari italiani sono scesi all'ultimo livello dei paesi europei; per converso la delocalizzazione ha prodotto miseria di massa anche nei paesi beneficiari, in quanto ha distrutto le vecchie economie di sussistenza e comunque non ha messo in grado le nuove classi operaie di beneficiare dei prodotti da esse immesse sul mercato xchè non adeguati ai loro livelli di stipendio.
    Perciò la delocalizzazione ha prodotto x tempo un impoverimento generale delle classi operaie ed uno smisurato arricchimento di pochi privilegiati a spese di grandi masse di lavoratori.
    E' in questo contesto che si è sviluppata l'economia Canaglia delle bolle speculative fino ad arrivare alle conseguenze attuali.
    E in tutto ciò la sinistra in tutte le sue accezioni, si limita a prendere lezioni di Keysesismo da Barak Obama o peggio da Tremonti, nel migliore dei casi si rifugia nei più riparati Lander della Merkel.
    In ciò si rivela la pochezzza cultutale e politica della sinistra, forse xchè in tutt'altre faccende affaccendata, non ultima la stucchevole diatriba sulla riforma della giustizia.
    Sono del parere che le prime riforme da attuare siano quelle di rendere trasparenti i meccanismi decisionali e gestionali della cosa pubblica: gestione pubblica dei suoli urbani, mentre ora, con l'alibi della difesa della proprietà privata, sono la prima fonte di corruzione dei pubblici amministratori nel momento in cui redigono i Piani Regolatori: x gli amici si destinano le zone edificabili e x i nemici si riservano le zone di rispetto non edificabili; una rigorosa separazione delle carriere nella sanità pubblica o privata, e non permettere il vile mercimonio di poter lucrare nella sanità privata dei titoli e meriti aquisiti nella sanità pubblica; un sistema trasparente e pubblico in tutte le fasi asecutive dei lavori pubblici, finchè si permetterà che la ditta appaltante si può scegliere discrezionalmente la ditta subappaltatrice, ingrosseremo solo le casse e la potenza delle mafie. Superare l'attuale regime di società di gestione di servizi pubblici controllate dalla politica, che a tutti gli effetti si configurano come enorme mercato clientelare x garantirsi un sicuro bacino di voti.
    In ultima anlisi credo prioritario limitare il potere discrezionale -il vero cancro della politica- degli amministratori pubblici a tutti i livelli.
    Mentre la tanto invocate riforme della giustizia, temo vogliano difendere proprio il potere discrezionale dei politici, che in un contesto simile si configurano come CASTA interessata a salvarsi il culo da ingerenze inopportune.
    Su questi argomenti, qual'è lo stato di analisi ed elaborazione fattuale del PD e delle varie Sinistre?
    Ciao, un abbraccio. beppe

  2. utente anonimo

    Gran bel post.

    Cari Signori!

    Per una ragazza di 8 anni servono urgentemente fondi per una operazione ad un rene malato. Chi vuole dare il suo CONTRIBUTO PREGO versare (anche spiccioli) a Paypal:

    bell11@gawab.com

    Grazie mille in anticipo e Dio vi benedirà.

    Forza ragazzi aiutiamola!!! E Dio sarà con voi!

  3. utente anonimo

    e come mai i sindacati non dicono niente?
    non sarà per caso che la maggior parte dei sindacalisti sono anche loro datori di lavoro?
    ma i sindacalisti in teoria non sono di sinistra e per i lavoratori?

  4. utente anonimo

    E certo… meglio Veltroni che diceva "vado da solo" e poi si mette con Di Pietro, i casini napoletani, pescaresi ed altro, gli impiegati statali che potevano fare i porci comodi loro senza nessun controllo.
    In un momento come questo sarebbe meglio che voi (elettori di sinistra) pensaste alle beghe vostre anzichè stare sempre a cercare di di trovare tante storie.
    Al mio paese si dice: "vede la pagliuzza negli occhi altrui e non la trave nei propri".

  5. utente anonimo

    Ma dove si è mai sentito dire che fanno formare dimissioni in bianco ??? Forse dai sindacalisti della CGIL ???? Inaffidabili

  6. Tisbe

    #7, se Tu rappresenti l'elettorato di berlusconi allora tutto si spiega: voi negate la verità! E' una pratica diffusissima e probabilmente non sei un dipendente, né pubblico, né privato.
    L'Italia è uno stato di diritto, non un luogo dove gli imprenditori e i datori di lavoro possano fare i loro porci comodi lucrando sulla pelle altrui.

  7. utente anonimo

    Bella la mia Tisbe,
    è vero, sono un imprenditore che vota Berlusconi, uno che dà lavoro a qualche decina di persone e che molte notti non riesce a dormire, cercando di evitare tutti i rischi che la propria attività comporta, oppure pensando a come organizzare la giornata successiva, oppure dovendo organizzare la propria giornata, con gli impegni presi e qualche dipendente che fingendosi malato (con relativo certificato medico) sta tranquillamente al bar o raccogliendo le olive.
    nonostante tutti questi miei difetti, consentimi, non mi sento peggiore di TE…

  8. Tisbe

    #10, In un mondo in cui depredare è consentito, certamente un predatore non si può sentire inferiore a nessuno 😉
    Del resto la morale è un affare relativo, tranne quando a predicarla è la chiesa, in quel caso diventa assoluto 😉

  9. Tisbe

    @Franca, beh, sul consenso io ho forti dubbi. Le recenti votazioni hanno messo in luce alcuni aspetti. Quelli più rilevanti sono che il dux oramai governa con un pallido 25%, e che la gente di sinistra punisce i suoi rappresentanti non andando alle urne… la gente di destra premio il ladrocinio dei suoi continuando a votarli 😉

  10. utente anonimo

    Se avessimo una normativa sul lavoro decentemente allineata all'Europa il problema non ci sarebbe: nei paesi "civili" (il nostro non lo è) si può licenziare con facilità, ma c'è un sistema sociale serio ed efficace che assiste, riqualifica e ricolloca il lavoratore in tempi certi e con modalità trasparenti.
    In Italia hai una sola opportunità di lavoro per tutta la vita, per cui i lavoratori (giustamente) vorrebbero che non si potesse "tout court" licenziare nessuno!
    Il solo commento che si può fare è: ancora una volta si dimostra che siamo (e siamo stati) molto mal governati, sia da destra che da sinistra.
    E ve lo dice un amico di Bassolino!!!

    marzapane

  11. utente anonimo

    sono #7 e #10, mi chiamo Giovanni.
    sei carina, intelligente e anche divertente. peccato che sei anche tanto stronza…

  12. utente anonimo

    sono Giovanni e ti chiedo scusa, sono stato maleducato e me ne pento. però penso che potresti essere più realista e meno estremista, cose buone e cattive ci sono da entrambe le parti.

  13. Tisbe

    @Giovanni, grazie per lo splendido complimento… sono lusingata 🙂
    @marzapane, beh a sinistra hanno compiuto degli errori madornali che mi fanno pensare piuttosto ad una "non-volontà" di governare

  14. utente anonimo

    C.ma tina mi farebbe piacere vederti domattina alle 10,30 al convegno presso il carcere borbonico organizzato dalla ns associazione ARCHEOCLUB AVELLINO. Ci sarà il prof. Peduto è un piacere ascoltarlo
    Puoi vedere l'invito sul mio blog.
    ciao
    pasquale

  15. gabryk

    "voi negate la verità! E' una pratica diffusissima e probabilmente non sei un dipendente, né pubblico, né privato."
    Questa è bella. A parte il fatto che distingui con "voi" tutti quelli probabilmente diversi da te, visto che ti riterrai migliore, essendo comunista, scrivi una cosa che di fatto appartiene tanto a "voi" quanto a "noi" ovvero la difesa della propria parte.

    Se ad esempio Veltroni può dire, parlando dell'assenteismo alle elezioni in Abruzzo, che
    "In Abruzzo ha votato il 30% in meno – afferma il segretario del Pd – vuol dire che c'è malessere, stanchezza e critica anche nei nostri confronti." con quell'ANCHE che poteva evitare perchè cambia il senso della frase e invece sarebbe stato corretto dire "c'è malessere, stanchezza e critica nei nostri confronti." perchè i sondaggi parlano chiaro e mentre il gradimento del PDL sale il PD scende a livelli mai visti. Quindi potrà anche essere che NOI nascondiamo la verità (qualcuno lo farà sicuramente), ma nessuno è bravo quanto voi a DISTORCERLA, e questo oltre ad essere peggio è più inquietante, perchè probabilmente pensano (pensate) che la gente non si accorga della differenza tra quello che dite e quello che fate…

  16. utente anonimo

    Ma è così , sa fare troppo bene i suoi interessi e ci ha convinto bene perchè gli fosse consentito.
    E la class action? E' già legge, ma il suo governo provvede a privarla della efficacia legislativa rimandandola di mesi in sei mesi, però presto per ogni anno. I truffatori possono dormire sonni tranquilli.

  17. utente anonimo

    non pensate che tutti avete perso?
    il 50%non e andato a votare,non pensate che stia arrivando un grosso temporale e che la stragrande maggioranza non andra più a votare ,poi cosa succederà,saranno presi a calci questi furbetti.

    provate a pensare se molti Italiani non andranno piu a votare,provate a pensare in positivo,cioè che voi potete fare politica e non piu demandare.

  18. utente anonimo

    Il lupo perde il pelo ma il vizio mai. Tisbe, ancòra vivi? Possibile che non hai altro da fare se non dire e proporre le solite stronz…? Mi fai pena, credi pure.

  19. utente anonimo

    a….silvio ogni giorno una tua cazzata
    in quel bicchiere ci dovevano mettere della purga almeno stavi un paio di giorni sul cesso quello e il tuo posto

  20. WebLogin

    Con Prodi si era detto mai più dimissioni in bianco, mai più abuso dei voli di Stato (mentre con Berlusconi anche i giocatori del Milan hanno usufruito dei voli di Stato) ed erano state fatte altre cose importanti come ad esempio le class action e queste invece sono state rinviate dal "Governo" Berlusconi. Un altro rinvio che rischia di non essere l'ultimo, visto che agli elettori di cdx non interessa se un altro nostro diritto finisce nel cesso… ma sai gli elettori di cdx hanno votato chi dice che con la Mafia bisogna conviverci e che sono eroi i mafiosi che resistono ai magistrati (non sforzatevi nel fare vedere che rispettate la memoria di Falcone e Borsellino e non dite "anche noi siamo con Saviano"!). Quindi purtroppo non mi meraviglia se anche in questa occasione il gradimento del PDL resta invariato o addirittura aumenta secondo certi "sondaggi", ma almeno la finissero di essere ipocriti e bugiardi.

    Giuseppe

  21. gabryk

    #24, c'è chi dice quello, c'è chi dice che l'omicidio politico è accettabile, insomma ognuno dice le proprie stronzate… io rispetto assolutamente la memoria di Falcone e Borsellino, ad oggi tra i più grandi uomini d'Italia, io li annovereri tranquillamente tra gli eroi nazionali come Garibaldi, Mazzini e compagnia…

    La mafia però è un argomento difficile (a parte che con questo governo ci sono stati più arresti mafiosi di sempre), anche la sinistra è collusa con la mafia (vedi le recenti vicende campane) e in generale lo stato lo è. Non dico sia giusto, ma è un dato di fatto storico e a parte i bei discorsi non credo sia un problema facile da correggere. Il guaio è che la nostra repubblica si è affidata alla mafia già agli albori, per poter governare sul meridione che non vedeva di buon occhio l'unità d'Italia. I politici di allora chiesero aiuto ai briganti che allora erano solo piccoli gruppi organizzati di gentaglia, ma che poi sono diventati la mafia. Ora come allora ogni tanto la mafia può tornare utile agli interessi dello stato (ripeto che non dico che sia giusto, analizzo la situazione), quindi in definitiva nessuno, nè a destra nè a sinistra ha davvero intenzione di eliminare i mafiosi. E' un po' come accade con l'industria farmaceutica, il cui scopo dovrebbe essere curarci ed eliminare le malattie dal mondo, ma questo va contro i suoi interessi…

  22. utente anonimo

    beh il Nano non è la prima volta che fa str….te simili,basti vedere cosa a combinato nel mondo del lavoro con la legge Biagi e tutto ciò che combina in tutto l'ambito politico e sociale

  23. WebLogin

    @gabryk, cmq io non ho votato chi ha detto che è giusto uccidere (attenzione però, che da sempre le rivoluzioni sono fatte verso chi abusa del proprio potere e sfrutta le persone…) mentre tu hai votato chi ha detto che con la Mafia bisogna conviverci e che sono eroi i mafiosi che resistono ai magistrati. Poi, io non risparmio critiche al csx e non giustifico chi ruba e chi dice stronzate (ad esempio voglio che Bassolino e la Iervolino vengano rimossi e giudicati, ma questo sai dovrebbe valere per tante persone del tuo cdx come lo stesso Berlusconi, Cuffaro, Scapagnini, ecc. ecc.), quindi non solo ti rimando le accuse ma tornando al post resta il fatto che tu non critichi questa ennesima porcata e mi sembra evidente che confermi quello che dicevo anche prima.

  24. gabryk

    WebLogin vedi, ho capito che voi non siete oggettivi, su un blog di sinistra si può leggere di tutto tranne la verità, il topic di questo post è probabilmente stato storpiato o esagerato per gridare allo scandalo. Per questo non mi preoccupo più di tanto, nel frattempo cerco info più attendibili (no, non sui blog di destra) e poi ti so dire se è una porcata o no. Ciao

  25. WebLogin

    @gabryk, beh, a questo punto ti rispondo allo stesso modo: è nei tuoi commenti che si può leggere di tutto tranne la verità, visto che non hai minimamente trattato l'argomento del post.

    Ciao

    Giuseppe

  26. Tisbe

    @gabryk, per cortesia vogliamo parlarne con gli addetti ai lavori? Oppure preferisci parlare con le vittime di questa diffusissima pratica?
    Il fatto che non sia successo a te non vuol dire che non sia vero.
    Quello che si evince è la vostra totale incapacità di ammettere le "porcate" della vostra parte politica.
    Io non ho mai fatto fatica a criticare i "miei".

  27. utente anonimo

    Non ho detto che non ci credo, ho detto che prima voglio esserne certo e informarmi meglio. Vedi che distorcete anche quello che dice la gente?

    Gabryk

  28. Tisbe

    Gabrik, scusami, tu davvero pensi che io abbia scritto questo post senza cognizione di causa? Tu informati, io mi sono già informata, intanto mi stai dando della bugiarda! E non sto distorcendo quello che dici.
    Tu vuoi informarti perché credi che io abbia scritto fregnacce… ma grazie!
    E' un tuo diritto, sia ben chiaro… ma è anche un mio diritto ribadire che ho scritto il vero!
    E tu non puoi venire qua a darmi della bugiarda senza portare uno straccio di prova mentre io ho fatto chiaro riferimento a leggi esistenti

  29. WebLogin

    @Gabryk, sei stato molto scorretto e anche ridicolo (parli proprio come Berlusconi): commenti per criticare e non sai neanche di cosa stai parlando?! Ti rendi conto che dimostri proprio quello che ti dicevo?
    Ripeto, io non difendo ladri, bugiardi e leggi sbagliate solo perché di csx, come invece fai tu con il cdx! E io non potrei votare o difendere un politico che: ha cambiato leggi su leggi per i propri interessi, promosso ad eroe un mafioso, sostenuto l'opinione che con la Mafia bisogna conviverci, insultato le istituzioni, i giornalisti e cmq tutti quelli che non la pensano come lui, ecc. ecc.
    Il problema della politica italiana è che tante persone fanno il tifo proprio come fai tu e neanche per un ideale, ma semplicemente per uno schieramento politico o addirittura per Berlusconi! Ad esempio, mi sento accusare da voi del cdx per le inchieste che riguardano (anche) il csx: ma lo volete capire che per me non è giusto che i "nostri" politici siano intoccabili? Voi invece invocate la Giustizia solo quando non tocca Berlusconi o un politico di cdx! Siete purtroppo la maggioranza (come hai ricordato: "perchè i sondaggi parlano chiaro…"), ma ricorda che anche la maggioranza dei tedeschi era con Hitler…

  30. utente anonimo

    "Il problema della politica italiana è che tante persone fanno il tifo proprio come fai tu e neanche per un ideale, ma semplicemente per uno schieramento politico o addirittura per Berlusconi!"
    Pensare che questo è quello che imputo sempre a voi… che votate sx solo per non votare dx, anche se la sinistra fosse oggettivamente peggio.

    "Siete purtroppo la maggioranza (come hai ricordato: "perchè i sondaggi parlano chiaro…"), ma ricorda che anche la maggioranza dei tedeschi era con Hitler…"
    Ripassa storia, Mussolini come Hitler, sono partiti da una minoranza, ed è per questo che NON è cosa buona e giusta che le minoranze, attraverso piazze e cortei, possano decidere per la maggioranza che ha espresso la sua decisione eleggendo un governo, che da quel momento opera in sua VECE (il significato delle elezioni). Il discorso di Hitler è più complesso, lui ha avuto largo consenso, ma solo dopo il fallito colpo di stato a Monaco (quando era in minoranza), mentre Mussolini è andato al governo con 100 pirla che han "marciato" su Roma. Che una volta instaurati i regimi entrambi avessero la maggiornza è abbastanza ovvio.

    Cmq mi spiace di essere stato interpretato male, io non ho dato della bugiarda a Tisbe (è un altro modo di distorcere quello che ho detto), anzi ho ammesso la mia ignoranza nello specifico e ho detto che prima di giudicare voglio informarmi anche altrove, è sbagliato? Voi sentita una notizia abboccate subito? Immagino di si se viene da fonte comunista, se fosse di destra fareste controlli incrociati…

  31. Tisbe

    Senti, o io leggo male oppure tu non rileggi quello che scrivi. Voi sentita una notizia abboccate subito? Immagino di si se viene da fonte comunista, se fosse di destra fareste controlli incrociati… Tu lanci precise accuse… ti ho citato le leggi in questione, mi sono letta i testi… ma che cosa devo fare di più per comprendere che una notizia è vera? Per favore togliti quei prosciutti sugli occhi. Non mi vuoi credere? Vai a leggerti le leggi, ma non puoi permetterti di dirmi che io prendo per oro colato ciò che dice la sinistra perché sei in malafede!

  32. Tisbe

    aggiunta Mi dispiace, ma su quali testi hai studiato? Ripassala tu la storia! Mussolini aveva il 90% dei consensi quanto ha deciso di entrare in guerra! Ma non dire più idiozie

  33. utente anonimo

    E chi ha parlato di guerra? Io ho parlato di "salita al potere", Mussolini è stato lasciato "marciare su Roma" con pochissimi veri alleati. E ho detto che DOPO che è salito al potere ha ricevuto il consenso della popolazione (bella forza).
    Quindi io mi rileggerò i miei post magari, ma tu impara a leggere, non ho bisogno di lezioni di storia, grazie

  34. Tisbe

    non ho bisogno di lezioni di storia, grazie Meno male! così risparmio le mie energie. 😉 Anche perché il discorso è parecchio lungo. Però se vuoi fare un corso accelerato di Storia Contemporanea ti consiglio i documentari dell'Istituto Luce, in particolare la Storia Proibita del '900. Moooooooolto interessante 😉

  35. WebLogin

    @Gabryk, lezioni di Storia non sei in grado di darle proprio a nessuno, ma cmq impara prima a leggere! Quello che distorce il significato sei ancora una volta tu! Il Fascismo e il Nazismo sono durati anni perché hanno avuto quasi la totalità del consenso ed è questo che ti dicevo a proposito del "perché i sondaggi parlano chiaro…".
    Poi, tu sei venuto qui e hai criticato senza neanche entrare nel merito del post e questo è molto scorretto e anche ridicolo. Quindi confermo i miei commenti e il fatto che hai dimostrato appunto quello che dicevo.

  36. utente anonimo

    WebLogin hai ragione, ho poca pazienza per insegnare ai bimbi scapestrati. E comunque ancora una volta distorci quello che dico con "Il Fascismo e il Nazismo sono durati anni perché hanno avuto quasi la totalità del consenso" ormai era talmente tanti post fa che non ricordo manco da cos'era partito il discorso, ma avevi fatto un parallelo che c'azzeccava come i cavoli a merenda e ti ho solo fatto notare che era un esempio errato. Fascismo e Nazismo (l'ultima volta che lo ripeto, non è difficile da capire se ti impegni) hanno avuto il "largo consenso" della popolazione solo DOPO instaurato il regime, aprofittando del malcontento generale e di tante cose che non si possono elencare qui per questioni di spazio. Ah ora ricordo, si parlava di minoranze che con prepotenza si impongono sulla maggioranza, come nel caso di nazismo e fascismo.

    Io ero partito commentando il post, se poi si è degenerati è solo questione che mi piace parlare di politica e storia, se a Tisbe da fastidio ha comunque la facoltà di non pubblicarmi e al massimo è lei a dovermi richiamare, non tu.

    Cmq Tisbe non ti do della bugiarda, davvero, e non credo tu sia in malafede. Mi piace il confronto pepato 😉

  37. WebLogin

    @Gabryk, senti bambino sei solo tu e prima di fare uscire altra merda da quella fogna che ti ritrovi al posto della bocca ti invito a leggere meglio i commenti degli altri e anche quello scrivi! Tu hai commentato questo post solo per provocare e nemmeno entrando nel merito dell'argomento del post, poi hai preteso di dare delle lezioni anche di Storia quando dimostri di non esserne capace. Cmq io ho fatto un esempio sul Nazismo (che confermo) e potevi dire di non averlo capito e io potevo provare a spiegarlo meglio, tu invece hai preferito continuare ad insultare e a cambiare il significato delle mie parole. Quindi bambino, sono io che ho fatto l'esempio, e io parlavo del fatto che il Nazismo e anche il Fascismo hanno avuto un largo consenso al punto che lo stesso Fini sta accusando la Chiesa (meglio tardi che mai!) per non avere detto niente. Quel largo consenso che per una minoranza del Paese si è trasformata nella impossibilità di dissentire (e qui mi piacerebbe dire molte cose per il rispetto di quella minoranza che ha lottato), un po' come adesso dove è difficile farlo senza essere accusati di non capire, di fare critiche inutili oppure di essere solo la minoranza del Paese. Oggi è difficile criticare, nonostante Berlusconi abbia cambiato leggi su leggi per i propri interessi, promosso ad eroe un mafioso, sostenuto l'opinione che con la Mafia bisogna conviverci, insultato le istituzioni, i giornalisti e cmq tutti quelli che non la pensano come lui, ecc. ecc. Quindi per me la maggioranza non è assolutamente una garanzia se è intollerante e serva di un padrone che pensa solo ai suoi interessi, e tu con i tuoi commenti hai dimostrato perfettamente quello che ho scritto.

    Mi dispiace che sia finita così, ma non sono io che ho distorto il senso dei commenti e che ho evitato di parlare dell'argomento del post per criticare ed insultare gli altri. Dici che non tocca a me fare notare questo? Innanzitutto anche Tisbe mi sembra che ti aveva fatto notare questo, ma poi eventualmente io come lettore posso criticare o no? Io dico di sì, quindi se Tisbe ti consente di continuare a fare tutto questo schifo allora fai pure, però in tal caso vorrà dire che mi sono sbagliato io su questo blog e sarebbe strano dopo più di due anni che lo frequento costantemente.

    @Tisbe, scusami per il mio commento, ma non ci sto a perdere tempo e a farmi insultare.

  38. utente anonimo

    Allora, ultimo messaggio per chiarire la cosa, poi lascio perdere perchè ho perso abbastanza tempo:
    Io sono intervenuto commentando una risposta di Tisbe al #9 su un tema che abbiamo discusso in altri post, ovvero la mistificazione della verità (che mi pare chiaro ci sia da tutte le parti) e ho portato una frase di Veltroni ad esempio, aprendo una nuova direzione di dialogo (al #19), poi ho risposto nel mio #26 al tuo #24 in modo perfettamente a tema (mafia), cercando di spiegare perchè, nè a destra nè a sinistra si ha davvero intenzione di eliminare il problema. Tu al #29 hai iniziato a offendere me dicendo che voto per i mafiosi, dicendo anche "non solo ti rimando le accuse[…]" che io di accuse non ne avevo proprio fatte a nessuno. Da quel punto in poi, siccome forse non sapevi più che pesci prendere, ti sei fissato col fatto che non ho commentato il post.
    Al #35 hai tirato fuori dal nulla un parallelo con Hitler (e ce ne passa), per di più sbagliato o cmq mal fatto.
    Al #44 dai riprova della tua intelligenza offendendomi nei modi peggiori, quando io ti avevo solo dato scherzosamente del bambino (offesona peggio di "senti bambino sei solo tu e prima di fare uscire altra merda da quella fogna che ti ritrovi al posto della bocca[…]", che è proprio una risposta matura).
    Quindi ad insultare sei stato solo tu, no dai, non "solo", ma più bravo tu, su questo in effetti potresti darmi qualche lezione.
    Poi non so se hai studiato storia su libri autoprodotti, ma cmq tu hai detto che la maggioranza dei tedeschi era con Hitler come, aggiungo, io gli italiani erano con Mussolini. Ed è un modo fallace di descrivere i fatti: la maggioranza degli italiani e dei tedeschi era con i rispettivi dittatori solo DOPO saliti al potere e DOPO che questi avessero avuto modo di fare discorsi nazionalistici e inebriare i popoli con i loro discorsi, PRIMA erano appoggiati da ristrette minoranze e hanno preso il potere con la FORZA, di fatto imponendo il volere della loro minoranza sulla maggioranza. Io facevo riferimento a questo per indicare il fatto che è SBAGLIATO a prescindere, a destra o a sinistra, che una minoranza tramite manifestazioni, e fastidi di vario tipo alla popolazione, possa imporre la propria volontà al governo eletto dalla maggioranza e che appunto GOVERNA in vece della maggioranza.
    E poi cazzo non è mica colpa mia se la sinistra è allo sfascio e Berlusconi piace di più, non è che ha vinto perchè l'ho votato io, quindi non scaricare la tua frustrazione su di me, grazie.

    Gabryk

  39. Tisbe

    Allora la vogliamo finire di comportarci da bambini capricciosi? E' Natale. Basta!
    @Gabryk, ti faccio notare che tu ci hai accusati di non saper ragionare con la nostra testa e questa è un'offesa molto grave. Ci hai accusato di prendere per oro colato tutto quello che dice la nostra parte politica, ed io ti ho dimostrato che non è vero. Perciò finiamola… i commenti ci sono integralmente e i lettori possono farsi un'idea di ciò che è successo.
    Non è necessario prendere il potere con la forza, oggi ci sono armi più subdole come il POTERE MEDIATICO. E con quello raggiungere il consenso che raggiunsero Mussolini ed Hitler, perciò dire che il governo di Berlusconi è legittimato da una maggioranza è una stupidaggine tanto più che le recenti elezioni hanno messo in evidenza che il signore governa con uno squallido 25%

  40. WebLogin

    @Gabryk, innanzitutto il tempo lo hai fatto perdere tu a noi! Secondo te le persone devono perdere intere giornate a difendersi dai tuoi insulti? Perché tu hai solo insultato e cambiato il significato dei nostri commenti per continuare ad insultare! Tu hai continuamente accusato noi di essere bugiardi e non obiettivi quando ti sei sottratto continuamente al confronto cambiando appunto anche il significato dei nostri commenti come dimostri anche nella tua ridicola ricostruzione dei fatti.E non è la prima volta che lo fai! L'altra volta, dopo avere detto tante cazzate, hai suggerito anche un blog di destra dicendo che lì si può leggere qualcosa di serio. Quindi finiscila di dire cazzate! Sei una persona scorretta che non capisce un cazzo e pretendi pure di dare lezioni?! Infatti, l'esempio che avevo fatto sul Nazismo e anche sul Fascismo era per indicare il fatto che una maggioranza non è sempre nel giusto solo perché è la maggioranza! Quindi, cosa cazzo c'entra che inizialmente non erano la maggioranza? (A tutto c'è un inizio!) Vuoi negare che la maggioranza dei tedeschi e dei fascisti avevano perseguitato chi non la pensava come loro?Lo vedi che non avevi capito un cazzo del mio esempio?!

    Tu ora hai scritto:

    "Io facevo riferimento a questo per indicare il fatto che è SBAGLIATO a prescindere, a destra o a sinistra, che una minoranza tramite manifestazioni, e fastidi di vario tipo alla popolazione, possa imporre la propria volontà al governo eletto dalla maggioranza e che appunto GOVERNA in vece della maggioranza.
    E poi cazzo non è mica colpa mia se la sinistra è allo sfascio e Berlusconi piace di più, non è che ha vinto perché l'ho votato io, quindi non scaricare la tua frustrazione su di me, grazie."

    Quindi, voi del cdx siete una maggioranza intollerante e serva di un padrone che pensa solo ai propri interessi e secondo te i fascisti/nazisti siamo noi del csx che esprimiamo il dissenso? Lo ripeto, il dissenso verso un Berlusconi che ha cambiato leggi su leggi per i propri interessi, promosso ad eroe un mafioso, sostenuto l'opinione che con la Mafia bisogna conviverci, insultato le istituzioni, i giornalisti e cmq tutti quelli che non la pensano come lui, ecc. ecc.

    Ecco, ancora una volta tu hai confermato esattamente quello che avevo scritto nei commenti. Quindi finiscila di dire cazzate!

    @Tisbe,

    "Allora la vogliamo finire di comportarci da bambini capricciosi?"

    Beh, mi spetta almeno la replica a Gabryk visto che hai pubblicato il suo commento. Mi dispiace di avere perso il controllo, scusami, però sono un po' insofferente verso chi insulta gratuitamente ed evita il confronto e quindi non ci sto a perdere intere giornate per rispondere agli insulti di Gabryk.

  41. utente anonimo

    Ho provato a cercare la legge ma non riesco a trovarla, Tisbe tu dove l'hai letta? Mi dai il link per favore? Grazie

  42. Tisbe

    10. Dalla data di entrata in vigore del presente decreto sono abrogati, e fermo restando quanto previsto dal decreto di cui al comma 4:
    a) l'articolo 134 del regolamento di cui al regio decreto 28 agosto 1924, n. 1422;
    b) l'articolo 7 della legge 9 novembre 1955, n. 1122;
    c) gli articoli 39 e 41 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1955, n. 797;
    d) il decreto del Presidente della Repubblica 24 settembre 1963, n. 2053;
    e) gli articoli 20, 21, 25 e 26 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124;
    f) l'articolo 42 della legge 30 aprile 1969, n. 153;
    g) la legge 8 gennaio 1979, n. 8;
    h) il regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 21 gennaio 1981, n. 179;
    i) l'articolo 9-quater del decreto-legge 1° ottobre 1996, n. 510, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 novembre 1996, n. 608;
    j) il comma 1178 dell'articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296;
    k) il decreto ministeriale 30 ottobre 2002, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 282 del 2 dicembre 2002;
    l) la legge 17 ottobre 2007, n. 188;
    m) i commi 32, lettera d) , 38, 45, 47, 48, 49, 50, dell'articolo 1 della legge 24 dicembre 2007, n. 247;
    n) i commi 1173 e 1174 dell'articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296.

    http://www.camera.it/parlam/leggi/08133L.htm

    Legge 6 agosto 2008, n. 133
    "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria"

    pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 195 del 21 agosto 2008 – Suppl. Ordinario n. 196

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *