Al Comune di Bologna rispondo con una vignetta di Biani

2652579Mi ha colpito molto questo post di Makia perché l’essere donna mi ha sempre interessato. «il Comune di Bologna per promuovere via e-mail un convegno sulla violenza alle donne, ha pensato bene di utilizzare un manifesto del Ventennio. Nell’immagine, un uomo di colore che aggredisce una donna».

A questa immagine razzista, xenofoba e irrispettosa della donna e delle sue scelte, io rispondo rispolverando una vignetta di Mauro Biani che racconta un’altra verità: quella che i potenti vogliono nascondere nonostante i dati agghiaccianti delle statistiche.

Madre, moglie, sorella, figlia… ridotte ad oggetti con assoluto diritto di vita e di morte da parte esclusiva dell’uomo italiano. Senza parole!

23 commenti su “Al Comune di Bologna rispondo con una vignetta di Biani

  1. Masaghepensu

    Chissà, forse si prepareranno ancora una volta, a portare la civiltà in Africa
    e non hanno capito che gli incivili siamo noi italiani. Ogni giorno ne diamo la prova.
    Masaghepensu

  2. utente anonimo

    ABBIAMO CAPITO CHE TI PACCIONO TANTO GLI IMMIGRATI, FORSE SE UN GIORNO DOVESSERO STUPRARTI TI PIACEREBBERO UN PO' MENO…..EPPOI DEVE ESSERE L'ORA DI FINIRLA CON IL LUOGO COMUNE CHE ANCHE GLI ITALIANI SONO DELINQUENTI ;(E' VERO E PROPRIO PER QUESTO NON ABBIAMO BISOGNO DI IMPORTARE IMMIGRATI DELINQUENTI)

  3. GiuliaEskimo90

    Ohibò,quanta gente xenefoba su Splinder!
    A parte tale-deprimente-costatazione, appoggio in pieno il tuo post. Ieri, quando ho letto l'articolo, sono rimasta imbambolata per 10 minuti buoni…E ho sentito un sapore amaro in bacca, visto che Bologna è la mia città preferita. 🙁

  4. utente anonimo

    Rispondo all'utente anonomimo che ha commentato alle 17.01:VERGOGNATI! Augurare uno stupro a una donna è da schifosi e non mi meraviglierei che tu fossi un italiano che "agisce" e indica l'immigrato come "colpevole".
    Sei un essere ignobiòle e ignominoso.

  5. ermahico

    leghista, quando avrai le palle di affrontarne anche solo uno forse sarai degno di parlarne male.
    ti parla uno che ha il dente avvelenato con chi scambia l'Italia per il paese dei balocchi, quindi tranquillo che simpatia non me ne fanno, anzi… la differenza tra me e te, legaiolo, è che tu con la cricca di ubriaconi sapete solo mandare sms a nelle belle trasmissioni, mentre io vivo nelle strade che voi "padani" avete regalato al primo pirla che offriva di più, senza curarvi di chi fosse, gli date all'immigrato ,ma scappate a prima occasione lasciandogli intere fette di città, peccato non avete fatto i conti con chi non vuole più cedere niente alla delinquenza organizzata.
    dalle vostre ville, che invidio, guardate i piccoli borghi pieni di desperados, pusher e disgraziati come melma, lucrandoci sopra, ma non fate nulla.
    chi ci vive, come me, ogni giorno fa la gara alla sopravivenza, e quando le cose piano piano si aggiusteranno noi che siamo rimasti in prima linea abbandonati nei tempi bui di sicuro non ci scorderemo delle vostre facce di ca##o.
    forse pensate che il problema qua sia facile da risolvere, beh non è così, non si aggiustano le cose con le comparsate sotto la bandiera della serenissima, ma vivendoci nei quartieri ghetto, cosa che ovviamente voi debosciati non farete mai.
    sono razzista, forse un pò troppo, ma di sicuro quella locandina style belle epoque con i colori a olio serve a capire solo a una cosa: Che l'italianotto per ricordarsi di avere i cohones ha bisogno di leggerlo sui muri.
    che senso ha dire "difendila"?
    non è una cosa automatica? se uno vede non interviene? siete degli indecisi per caso? tranquilli, c'è chi sà ancora come comportarsi.
    avete raccolto le firme come 4pirla per avere il permesso (e la grana) di fare le ronde.
    se vi sta tanto a cuore il problema sicurezza perchè non scendete in quella fottuta strada deserta piena di ####### come faccio io? e non per menare attenzione, solo per raggiungere i negozi, ogni angolo ha qualche potenziale accoltellatore.
    vi servono 30 poliziotti per usare un cellulare e segnalare? siete dei duri, veramente.
    meno male che ci sono i meridionali come me abituati a vedere ben di peggio di quelle ########### ubriache , sperate che quando risolveremo le cose , visto che grazie a Voi questi qua stanno alzando la cresta, non veniamo a prendervi uno per uno.
    Ci chiamavate terroni, marocchi, mafiosi e altre belle cose, eppure ci ammazzavamo la vita per lavorare onestamente, ora che i delinquenti, veri e pericolosi, sono saliti sotto i vostri bei portoni, vi accorgete che siamo "utili", sopratutto come guardie giurate, cioè una vita a vivere di notte con buona pace di una vita sociale tranquilla. o magari come forze dell'ordine, ci stimate…ora…. mentre prima neanche parlavate italiano di fronte a noi, ma solo dialetto per noi incomprensibile, solo per il gusto di escluderci.
    si risolverà tutto, non vi preoccupate, anzi no, preoccupatevi.
    leghisti di merd.

  6. c0m3ta

    Basta aver lavorato qualche tempo all'estero per sapere quale fama abbiamo lasciato di noi; le stesse cose che oggi noi diciamo degli altri poverazzi che vengono a cercare lavoro qui. L'italiano è considerato ignorante, presuntuoso, pappagallo, infido, ubriacone e, soprattutto, LADRO. Ancora oggi, se in un posto di lavoro c'è un italiano e qualcosa di prezioso non si trova, il padrone va dall'italiano – dal turco, dal senegalese, dall'afgano – e gl'ìntima di rovesciare le tasche.
    Bene hai fatto, Tisbe, a mettere la seconda vignetta; ma non dice un paio di cose altrettanto importanti: innanzitutto che abbiamo il pallino di accusare i romeni di qualsiasi malefatta; e poi che, lo dico brutalmente, sta crescendo la brutta abitudine di molestare, abusare, picchiare e perfino uccidere i bambini.
    Una grande civiltà! C'è proprio poco di cui essere fieri…
    ciao, cometa

  7. utente anonimo

    La cosa buffa è che quel manifesto è stato usato da un'amministrazione di sinistra.
    Il "protagonista" dice che l'intento era provocatorio, non quello di…rivendicare il concetto espresso nel ventennio. Certo come minimo è una gaffe.

    La cosa è ancor più buffa è che ci sono "compagni" che oggi, non nel ventennio, quando parlano di tunisini dicon che non sono neanche "uomini", i tunisini sarebbero subumani peggio "delle scimmie", e non sanno lavorare ma solo spacciare.

    testuale, parola per parola.

    Alla xenofobia padana versus il meridonale contrappongono quella italica verso il tunisino.

    E magari quel che rimproverano al leghista è che "non ha le palle", perchè a picchiare i tunisini per davvero non ci va, al contrario del "compagno", che è un vero macho.

    Sono tempi particolari, quelli che viviamo.
    Avessimo tutti un po' meno palle, un po' meno virilità da ostentare, vera o virtuale, da provare pormettendo di saper menar le mani, forse staremmo meglio.
    MOLTITUDINI

  8. ermahico

    @Molti
    è la mancanza di confronto civile che porta a demonizzare il nemico.
    ed è l'assenza di pregiudizi a santificarlo.
    il razzismo è come il sale, ottimo in cucina, in piccolissime dosi, dà sapore, ovviamente da solo è immangiabile, e fa male alle coronarie.
    le scimmie hanno 100 volte il razzismo verso di noi.
    mi spiego meglio, così tanto da rendere efficace la motivazione del mio Odio Puro verso questa sfortunata minoranza; allora, mediamente loro considerano le donne come posacenere, mentre le occidentali, che sono un gradino più giù dei cavalli, sono tutte adultere degne di lapidazione, e ovviamente hanno nel DNA che sono impure etc etc etc. altro razzismo che hanno è considerare gli occidentali dei pijancul cronici, fessi, ladri, e bugiardi, evidentemente guardano troppa tv, ma anche senza non ci facciamo una bella figura.
    beh che altro dire? loro odiano noi da sempre, e noi facciamo la figura dei minkia, regalandogli le città.
    NI ODIN SHAG NAZAD!
    direbbe un comunista purosangue, come me.
    se vogliono venire in Italia che imparino l'educazione quantomeno, altrimenti che vadano in spagna, dove le noccioline sono più buone.
    Mai stato pacifista, e se ora sono un pochetto razzista (con l'aggiunta di pepenero d'im-deportazione) è colpa loro, che si rileggano le guerre puniche, così sanno come và a finire a fare girare le palle agli Italici.
    1 dei nostri, tutti dei loro. così si vince.

  9. WebLogin

    Bisogna perseguire il reato e invece se ne escono con questi manifesti dei fascisti 🙁
    E, visto che si parla di immigrati, bisogna anche punire lo sfruttamento e secondo me bisogna anche affrontare il problema a livello un po' più globale perché la maggior parte delle volte non è accoglienza/integrazione quella che diamo…

    Giuseppe

  10. Tisbe

    @cometa, hai perfettamente ragione. Ho poco da aggiungere al tuo commento. Grazie
    Ps: i commenti sull'Alieno sono comprensibili solo ai lettori di vecchia data… perciò non scandalizzatevi, è un simpaticissimo troll che questo blog ha adottato 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *