Perché la sinistra non vince

La settimana scorsa sono incappata nel programma di La7 "Tetris" e per curiosità l’ho guardato. E’ stato uno spettacolo piuttosto mediocre perché buona parte degli ospiti non avevano nulla da dire, nel senso profondo del termine. Però è accaduto qualcosa che mi ha fatto riflettere e non poco sui limiti della sinistra italiana legata e vincolata ancora a vecchie categorie superate ed obsolete. Una sinistra che ignora determinate realtà sociali che pure esistono… e votano.
01/05/2009: A Tetris di Luca Telese baruffa tra Fabrizio Corona e Livia Turco, che si è staccata il microfono ed ha abbandonato gli studi televisivi urlando "Ciarpame, solo ciarpame!"
Ecco il video dove potete farvi un’idea di ciò che è successo.


La reazione di Livia Turco, che era stata impeccabile fino a quel momento, non la condivido. E lei ha dimostrato la grande incapacità della sinistra di riconoscere il grande e radicale sconvolgimento sociale che è in atto nel paese. Quando sostiene che un vero politico deve conoscere le fabbriche, gli ospedali ecc. dimentica che esistono tante altre realtà e che la povertà e la precarietà economica è un esperienza trasversale e non appannaggio di una sola categoria di lavoratori.
Più di 10 anni fa, durante un mio viaggio in Germania, mia cognata giornalista, mi spiegò cosa stava accadendo nella società tedesca (la zona più industrializzata della Germania: Bacino della Ruhr): le fabbriche erano state chiuse e, molte trasformate in musei che io stessa ho visitato; la classe operaia si era lentamente ma inesorabilmente trasformata, dando vita al fenomeno sociale del terziario avanzato.
Pare che questo fenomeno, che ha toccato, anche se in misura ridotta, il nostro paese, sia ignorato da buona parte dei rappresentanti della sinistra italiana che si ostinano a credere di essere ancora negli anni ’70 quando le fabbriche lavoravano a pieno regime e la classe operaia era molto numerosa.
Adesso esiste il precariato in tanti ambiti e la sinistra non se ne occupa. Non si occupa delle commesse sfruttate dalle grandi catene di negozi… non si occupa dei laureati che devono fuggire dall’Italia per poter fare ricerca seria, non si occupa dei ragazzi che lavorano come call center, non si occupa di una marea di piccoli giornalisti sfruttati ed umiliati che guadagnano non più di trecento euro al mese, non si occupa dei piccoli imprenditori piegati dai debiti e dalla mafia e che spesso trovano nel suicidio la soluzione. La sinistra insiste a parlare di fabbriche (che non ci sono più, almeno non come una volta).
La sinistra non ha capito che la povertà è trasversale e parlare solo di classe operaia è un suicidio politico in termini di voti.
Poi esiste un’altra realtà, che può non piacere, ma esiste e bisogna farne i conti, e non serve a niente nascondere la testa dura sotto la sabbia. Esiste vallettopoli. E vallettopoli vota, esattamente come qualsiasi altra realtà. Berlusconi lo ha capito molto bene, per questo ha vinto e continuerà a vincere.
La sinistra non sa dialogare con il popolo italiano, non lo sa capire, non ne sa interpretare i sogni.
Il risultato è che la sinistra scambia per una propria vittoria l’intenzione di Veronica Lario di divorziare dal premier.

Perché Berlusconi vince

94 commenti su “Perché la sinistra non vince

  1. utente anonimo

    Condivido il tuo pensiero. La sinistra perde anchhe perché gioca ad imitare, male, cioò che al nano riesce bene. In effetti, ha perduto e perderà ancora per una “sottigliezza” non trascurabile: la militanza a sinistra, quella delle passioni e dei sacrifici, non si fa più (non si sa più fare) perché risulta pesante condividere le sofferenze altrui. La destra vince anche perché sa vendersi bene l’immagine che da di sé. E questo la gente “qualunque” lo percepisce come un fatto pagante.

  2. utente anonimo

    Sorpreso: mai avrei creduto un simil commento, nn prima di 20 anni ancora.
    Inaspettato, nella coscienza tua sinistra che finora mi par di aver letto, eheh.
    Ci si deve ancora lavorare parecchio nella capacità critica analitic, per me, se si è capaci di scrivere "La reazione di Livia Turco, che era stata impeccabile…. Quando sostiene che un vero politico deve conoscere le fabbriche,.."
    Lì macherebbe una vocina che dice:
    "Nelle fabbriche è da un pezzo che non conosciamo e perdiamo consenso, aldilà delle belle parole salottiere.." Oppure:
    "Livia Turco ha un ben dire ma non è certo la persona più idonea, non ha il carisma e capacità attrattiva di consenso nelle fabbriche e semmai, se proprio non lasciandolo indifferente, capace di allontanarlo.."
    In generale è un commento, per me, che suggerisce una speranza: uno a sinistra ce la può pur fare, seppur in ritardo e con lentzza da bradipo, a prendere atto in coscienza che il mondo è cambiato, che non siamo nell'evo post rivoluzione-industriale, non siamo a fine ottocento o poco più in là. Di questo passo potrebbe essere una coscienza perfin votabile da tanti elettori per i quali sarebbe oggi improponibile. Se solo si toglie il prosciutto che fa vedere la reazione di Livia Turco "impeccabile" fino a quel momento in cui se ne va, si fa prima: mi dica chi conosce uno, dico un operaio che sente Livia Turco motivante e stimolante, rappresentativa del mondo operaio perchè fatico a capirlo chi possa essere e lo vorrei tanto conoscere per fargli la foto prima della completa estinzione (e probabilmente è ibrido e non riproduttivo esemplare!).
    In generale, ho un giudizio positivo (e propositivo mi pare) per il post.
    Alieno

  3. Tisbe

    @ideateatro, la sx, purtroppo, non sa curare né la sostanza, né l'immagine. la sinistra ha perso anche la passione

    @Maria, grazie 🙂

    @Alieno, quando mi Livia Turco era stata impeccabile, mi riferisco a prima che incontrasse Corona. Cioè alla parte che nn c'è nel video. E non creare confusione come fai di solito.

    @Alberto46, perfetto Alberto, e purtroppo ne abbiamo tanti e questo ci fa perdere consensi

  4. Lendinarese

    La rivoluzione informatica e le nuove tecnologie hanno cambiato ogni cosa … il computer sostituisce, alla grande, il lavoratore nelle fabbriche e negli uffici, la "manodopera" è sempre più marginale nel sistema produttivo. Ora il lavoro bisogna inventarselo … i nostri figli saranno tutti imprenditori di se stessi.
    Io vivo nel Nord-Est, qui la produzione di ogni cosa avviene nelle microimprese che competono, ogni giorno, tra loro e con il mondo disumanizzando ogni rapporto. L'egoismo sopra ogni cosa … e la Lega dilaga. Ci stiamo trasformando Tisbe, gli ideali: libertà, uguaglianza, fraternità, ma anche, la costituzione … roba vecchia! E con gli ideali se ne va, anche, ogni remora morale.

  5. utente anonimo

    cerco di non essere prolisso come il mio solito: Turco-Corona non ho visto la trasmissione quindi sarebbe meglio che tacessi ma ipotizzo che non avesse intenzione di mischiarsi, la Turco, con personaggi che vorrebbero far passare il fatto di fare pagare agli interessati foto compromettenti da lui fatte come un servizio sociale, o lo smerciare banconote false come un incidente di trascurabile entità. Se è in questi termini condivido, indipendentemente dal politico che è presente. Dobbiamo farla finita di creare finti eroi che dal punto di vista dei valori rappresentano solo negatività.
    Sul tema del lavoro:il voler diventare partito che governa (concetto diverso del partito di governo) ha talmente indebolito il potere contrattuale della sinistra da far passare la prima legge Treu in come legge sulla flessibilità mentre invece è stato di fatto istituzionalizzare il precariato.
    Necessiterebbe abolire tutte le leggi sul lavoro da treu in poi per riiniziare con l'equazione… uno strumento di flessibilizzazione e uno strumento di ammortizzazione sociale.

    ps. l'analisi sulle trasformazioni socialicome ho gia scritto è un processo necessario da fare al fine di comprendere quali sono i gruppi sociali di riferimento dei diversi raggruppamenti politici.

  6. utente anonimo

    Condivido in pieno il tuo pensiero e avendo visto la trasmissione sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla reazione della Turco, in quanto la sopporto come una supposta insabbiata.

    Istintivamente avrei voluto pubblicare questa giusta analisi del problema “sinistra”, ma l’ho ritenuta troppo intelligente, chissà che qualche uomo di sinistra finisce col capire e dato che sono di altre idee mi limito a farti i miei complimenti

  7. utente anonimo

    Avevo intenzione di scrivere un post in merito, il succo sarebbe stato come dici tu sull'incapacità della sinistra (che una volta faceva rima con progressista) di cambiare e adattarsi alle nuove realtà. Cioè ci sono le stesse facce di 50 anni fa (ma questo anche a destra) e purtroppo ancora le stesse idee che col tempo si sono evolute poco. Benchè il comunismo e il socialismo siano ideologie "forti" e molto condivise io credo ci sia bisogno di una svecchiata per renderle più popolari e meno utopiche, non credi? Ciao 😉

    AmicoDelGiaguaro

  8. utente anonimo

    Non condivido che si devono seguire persone come CORONA per me ha fatto bene la TURCO la politica è una cosa seria ,se la gente preferisce lo spettacolo come CORONA se lo tengano stretto stretto.Un personaggio del genere non dovevano invitarlo in nessuna trasmissione televisa.

  9. utente anonimo

    cmq la Turco mi sembra un pò esaurita..:°) Detto questo, l'impressione è che non è vero che non si conoscano alcune cose (tipo l'esistenza di Corona) perchè chiunque legga un giornale abitualmente o navighi abitualmente sa chi è..ma si pensi che sia meglio non dirlo, come per dire "io non conosco le frivolezze, mi occupo solo di cose serie". Qua c'è l'errore! Le persone comuni si interessano ad entrambe le cose..e gli dà fastidio questa presunta superiorità intelletuale..

  10. Tisbe

    @Lendinarese, tutto può trasformarsi, ma non gli ideali, o i valori. Devono rappresentare un punto di riferimento nel fluire rapido dei cambiamenti

    @Pietro, lo so che tu non andrai alle urne per questo motivo 😉

    @Loris, Corona non è né un eroe, né un antieroe, è un personaggio del suo tempo, piuttosto neorealista. Il suo cinismo è il frutto di una visione amara e disillusa della realtà… almeno a me ha dato questa impressione.

  11. utente anonimo

    La sinistra non sa dialogare con il popolo italiano, non lo sa capire, non ne sa interpretare i sogni.
    Il risultato è che la sinistra scambia per una propria vittoria l'intenzione di Veronica Lario di divorziare dal premier.
    Solo adesso (meglio tardi che mai)hai capito il perchè Berlusconi vince le elezioni e con lui i suoi alleati!!!!!!!
    Medita Tisbe……..medita………

  12. utente anonimo

    mamma quante stronzate su tutte due:

    1) C'è gente che il mondo dei Corona, delle veline, dei reality non ci si iimmedesima, lo riconosce e vuole avere il privilegio di essere forse uno dei pochi a farlo. Ma confondere questo mondo con la normalità mi pare un po' troppo.

    2) L'articolista dimentica che è stato il signor Berlusconi ha definire la questtione Noemi o come cavolo si chiama, "un'invenzione delle sinistra" ( eh dai basta! !!!) e non la sinistra a considerare il divorzio di Veronica e SB una su conquista. Purtroppo il panorama giornalistico e politico italiano è da sempre popolato da una pletora di lacchè che al prossimo cambio di vento , che prima o poi, fatalmente arriverà si dimenticano di quello che sino a poco prima era il loro venerato padrone. Si pensi al Mussolini del ventennio. La storia si ripete sempre uguale!!!!

  13. Tisbe

    #12, ah sì… io ho come l'impressione che la sinistra non ha voglia di governare 😉 disfattisti… fannulloni e chi più ne ha più ne metta

    @AmicoDelGiaguaro, la penso come te queste due ideologia molto condivisibili vanno rivisitate ed adattate con il meccanismo dell'applicatio usato in giurisprudenza, alla nuova realtà contingente. Regole generalissime applicate ad eventi particolarissimi

  14. utente anonimo

    la sinistra perde i consensi, perchè non è più capace di fare politica. sono diventati freddi, non hanno più la calorosità di chi ci crede veramente in quello che dice ed infine cosa ancor più grave non sanno tener testa alla destra.

  15. utente anonimo

    Sino a quando la sinistra,invece di fare una sana opposizione,attaccherà il personaggio Berlusconi,perderà sempre più voti.Prodi è stato per ben due volte il capo del governo. Mi domando ma tutto ciò che dicono ora, non lo potevano fare loro? Faccio notare che all'epoca non c'era la crisi mondiale di ora,invece si sono comportati peggio di un partito di estrema destra, in poche parole non hanno fatto nulla di sinistra.

  16. utente anonimo

    Ho fatto un post molto simile proprio ieri, non partendo dall'episodio di Tetris, ma facendo un passaggio più nella storia.
    Alla fin sono arrivato alle medesime considerazioni.
    Io ricordo i girotondini di Nanni Moretti, che criticavo si il governo Berlusconi (erano l'anno 2002 se non sbaglio) ma criticava pure l'assenza del centrosinistra.
    E il centrosinistra non ha mai nascosto il fastidio che questi davano. si sentiva criticata e quindi si staccava dal suo elettorato.
    Devo cominciare a capire il paese, trattandolo da elettori non da possibili acquirenti.

    Le Favà

  17. utente anonimo

    E' la mafia che governa questo paese. La mafia che ormai non ha più bisogno di mascherarsi dietro completi eleganti. Non ha scrupoli, non ha dignità, non ha colore. E' a destra, è a sinistra, è nel centro. E purtroppo è nelle nostre vene. La sinistra dovrebbe cominciare a ripulirsi da cima a fondo, a dare un esempio, se non lo fa la ragione è nella sua collusione. La sinistra ha senso soltanto se ci insegna la dignità, e il rispetto. Altrimenti anche la stessa definizione, "sinistra", perde qualsiasi valore, o potrebbe averne un milione di diversi. E' la sinistra che ci fa vergognare di essere italiani, oggi.

  18. Tisbe

    #19, dove avrei scritto che il mondo di "vallettopoli" è la normalità? Perché francamente a me è sfuggito…Riguardo al secondo punto, allora non leggi … 😉

    #20, hai capito tutto tu, infatti lo ha espresso in maniera impeccabile 😉

  19. utente anonimo

    Non facciamoci troppo male… Certo, la reazione della Turco è stata inadeguata, ma questo fa parte del problema principale della sinistra: la incapacità di comunicare. Non comunica perché non ne ha più i mezzi, se anche li avesse non saprebbe usarli. Non ha le persone: non c'è più alcuna "scuola" di partito che allevi i pulcini a divulgare le ideologie. Non ne ha le occasioni: c'è un caimano che approfitta agilmente di qualsiasi occasione per portare acqua al suo mulino. E che acqua! Non c'è più il contatto con la "base". Anzi, direi addirittura che la sinistra non è più in grado di riconoscere la propria base, che in ultima sintesi sono le proprie radici. A suo tempo, ho mandato decine di mail al sito di Prodi, supplicandolo di creare – in fretta – dei punti di aggregazione (vedi le vecchie sedi del partito) dove i giovani potessero incontrarsi con gli anziani, i problemi e le opinioni potessero venire discussi, i giornali letti insieme e commentati. Ciò che un tempo si chiamava "dare la linea". Ma soprattutto ascoltare i bisogni e riportarli nel mare più grande delle sedi dei partiti. Ed anche bere in santa pace un caffè o una bibita al costo di pochi centesimi. Prodi non l'ha fatto. Nessuno l'ha fatto, tranne Berlusconi. Ha "inventato" i gazebo, punti volanti di aggregazione e propaganda politica. Poi, quando ha vinto, ha preso tutto: televisioni, giornali, uomini abbagliati dal dio denaro. E soprattutto ha messo il suo copyright sulla parola "libertà". Nulla è meno libero del concetto di libertà del Berlusca. Ma lui lo usa continuamente, come se le parole fossero i fatti. Non avete notato il pudore iniziale quando aveva chiamato il suo nuovo partito "il polo delle libertà?" LE libertà, era un modo per esprimere un concetto più vago, quasi con pudore. Ora ha raddrizzato il timone: il suo è il partito DELLA LIBERTA', come se tutto il resto fosse la più bieca schiavitù. Eppure è proprio lui che ha sdoganato i fascisti che ora – ringalluzziti – osano raccontarci che erano loro i partigiani, non quegli spietati assassini che hanno ucciso migliaia di loro connazionali. E sai una cosa, Tisbe? Non sono poi tanto sicuro che tutto l'apparato mosso per coprire le spalle del Presidente del ConSilvio, non sia stato creato ad arte. Ma una cosa, volevo sapere. Non siamo – per caso – in par condicio? E come si giustifica la maratona berluschese di ieri sera da Vespa? Dovremo aspettare che divorzi qualche autorevole esponente della sinistra per avere un analogo trattamento? Bisogna ripartire da zero, spiegare ai nostri ragazzi due semplici concetti: la destra – da sempre – difende gli interessi dei ricchi, quelli che definivamo "i padroni". La sinistra nasce operaista, trae le sue radici dal popolo e con esso conduce le proprie battaglie. Come si può pensare che – per il solo fatto di avere una macchina bella, un vestito griffato, qualche accessorio alla moda, un operaio potrà far valere i propri interessi nell'immensa casa del proprio antagonista naturale?
    Scusa per la prolissità…

  20. utente anonimo

    La sinistra non esiste piu,è rimasta solo una banda di poltronisti a vita,che si contendono il mercato del no,no a tutto,senza se e senza ma,con pseudo tutto,ma concretezza null.I piu ipocriti,i piu conservatori sono tutti quelli che si dichiarano di sx.E il premio è berlusconi,,,,, a vita

  21. utente anonimo

    Ma di quale sinistra stai parlando? Se ti riferisci ai partiti di sinistra di Ferrero – Diliberto – Giordano ecc. hai ragione. Per quanto riguarda la questione "Turco" Lei milita nel "Centro sinisrtra". Ha sbagliato ad andare in quella trasmissione, che io non ho visto perchè ben difficilmente guardo questo "ciarpame di TV" anche se pago il canone, per il semplice fatto che c'era un certo Corona. E' ora e tempo di smetterla di portare in TV e pagarli coni nostri soldi codesti personaggi.rub

  22. Tisbe

    @jillforever, una volta su un forum ho conosciuto un tizio che si occupava proprio dello studio della società in termini scientifici per conto di Forza Italia e mi confidò che è stato tutto pianificato. Berlusconi non si è mosso a casaccio ma ha arruolato esperti nella comunicazione, esperti di sondaggi ed esperti di sociologia. Gli strabilianti risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ed io sono portata a credere che Berlusconi faccia uso dei messaggi subliminali, quelli che arrivano direttamente all'inconscio senza incontrare resistenza nella coscienza…

  23. utente anonimo

    Ti condivido. E' già da qualche anno che aspetto di capire il progetto politico della sinistra ma non lo capisco oppure…. non c'è.
    Sono anni che l'unica cosa che fa la sinistra è l'insulto e l'attacco personale al leader dell'opposizione.
    Per vincere, francamente, mi sembra un po troppo poco.

  24. utente anonimo

    Sono daccordo in tutto, ma la mia convinzione è che B… e la destra hanno vinto a causa e per colpa della incapacità della sinistra di capire le esigenze del popolo.
    Loro hanno spalancato le porte della vittoria agli avversari.
    Forse è vero che la società stà cambiando e la sinistra ingessata nelle sue vecchie idee non fa nulla per capirla, ma vedere certi arrivisti(prossimi o futuri) in parlamento, mi fa pensare che ci vanno solo per far carriera o rubare soldi facili al popolo.
    La vedo molto buia.
    Anabasi.

  25. utente anonimo

    PERFETTAMENTE D'ACCORDO…CIO' NON TOGLIE CHE SOGNO UN'ITALIA LIBERA DAL CANCRO BERLUSCONI, PRIMA O POI CI PENSERA' IL PADRETERNO (SPERO ABBASTANZA CELERMENTE), SICURAMENTE NON QUESTA SINISTRA CHE HA PAURA DI "SPORCARSI LE MANI" CON LA GENTE E TROPPO AUTOREFERENZIALE.

  26. utente anonimo

    In parte è vero ma sono convinto che l'autore dell'articolo bleffa, in quanto non sarebbe favorevole alla sinistra neanche se si presentasse in altra veste.
    Tetris l'ho visto anche io e per esempio ho sentito Guzzanti e la Gardini sulla gestione del potere, ma forse all'autore è sfuggito il pezzo.
    Volutamente?

  27. Tisbe

    Sinceramente la Gardini è stata un'oca come al solito e Guzzanti non ha detto niente di nuovo… Neanche Travaglio ha brillato

  28. utente anonimo

    … ciao… non facciamo credere alla gente che in Italia ci sia ancora la sinistra, per carità!

    Sinistra ha un senso storico, non chiamiamo così i liberali moderati o la desta moderata del PD…

    Angel

  29. utente anonimo

    la verita, siamo una massa di ignoranti la destra, sono tutti falsi. x cambiare le cose ci vuole la rivoluzzione. meditate gente.

  30. utente anonimo

    Ma perché, Tisbe, quella sera a Tetris c'era qualcuno che rapresentava la Sinistra? Io non ho visto né Nichi Vendola né Ferrero né Di Liberto né altri! Ti prego, Tisbe, non confondiamo la rossa Sinistra (che non ha, tra l'altro, neppure rappresentanza parlamentare in Italia!) con le roselline mischiate con le margheritine tra i dipietrini!!!
    Notes-bloc

  31. utente anonimo

    Cara Tisbe voglio esprimere una convinzione non in linea con la tua e tutto sommato controcorrente con la linea del blog. Pur condividendo, da uomo di sinistra alle critiche sul suo approccio alle problematiche sociali e alla sua incapacità di parlare con la gente mi sono totalmente immedesimato nella reazione della Turco, che per inciso considero seria e preparata ma non certamente simpatica. Il mondo di vallettopoli e delle veline è imperante, è parte del mondo reale, ma credo che da questo al voler tentare un dialogo con la stupidità imperante e ben altra cosa quindi condivido il rifiuto totale e incondizionato con le persone emblematiche di questo mondo che proprio sulle polemiche, sulla rissa fanno la loro fortuna nella completa assenza non solo di valori, cosa tra l’altro sempre più rara, ma addirittura di idee di pensieri compiti. La mia come quella della Turco potrà essere una posizione snobistica , elitaria e velleitaria ma tant’è via via dal ciarpame!!!!

    Valter

  32. utente anonimo

    per aumentare i consensi la sinistra dovrebbe:
    1- candidare un pò di indagati in piu.
    2- dire ciò che il popolo vuol sentire:"e colpa dei rom" oppure"e colpa del governo precedente"(anche se il governo precedente erano loro stessi!!)
    3-fare polemiche su cose inutili cosi si nascondono i veri problemi.
    4-dire cose belle in tv ma poi nei fatti fare il contrario tanto pochi andranno ad indagare.

  33. utente anonimo

    E la destra, come li risolve i problemi del precariato? Con il lodo Alfano? o con gli slogan: la crisi è finita. Basta parlare di terremoto, ecc…….

  34. utente anonimo

    la sinistra non vince e non vincera' mai,a meno che non cambi tattica.
    finche' continua a criticare la destra,
    e poi il sig. Franceschini cosa fece quando era al governo? e ora che pensi a cose concrete non solo portare la pripriafaccia a l'aquila non e' servito nulla sarebbe stato dovere
    dare un aiuto concreto.non e' il modo crretto indagare sulla vita del
    premier Berlusconi .questo non e'politica di un partito.per me che sono del PD state sbagliano continueremo a perdere punti.

  35. utente anonimo

    La sinistra ha ormai poco da dire perchè negli ultimi 20 anni ha accettato il modello di capitasmo corrotto che ha in mano l'Italia e non solo.Dal 1992 (fallimento del governo CAF) ha fatto salvare il paese a coloro che l'hanno votata, ha assicurato la continuità ai poteri forti riducendo i redditi di lavoratori e pensionati a livelli da fame.Da quache anno ha dimenticato che lo stato è laico per evitare il confront con la chiesa.I lavoratori dipendenti nella società odierna contano sempre meno.Lo zoccolo duro è finito e la corsa al centro porta solamente ad accelerare la fine, anche del paese (nuovo fallimento come nel 1992).Questa sinistra ha chiuso,almeno per me.Guido16

  36. utente anonimo

    Mi sorsprendo sempre più. Il mondo è veramente cambiato assolutamente in peggio. Se penso che berluscone si è definito il De Gasperi attuale, se icoroncina hanno tanto spazio, se la turco toppa alla grande nel giudicare, se, se, se. Insomma credo che, al di là delle analisi del perchè la sinistra e del perchè la destra, l'umanità tutta sta vivendo un momento di totale confusione, non sapendo più dove volgere il proprio sguardo. Non ci sono certeze salvo una una totale incertezza del futuro.

  37. utente anonimo

    L'nalaisi è interessante e centra il punto. Direi che la reazione della Turco fa emergere anche qualche cosa di più. Mostra una crisi politica, una rotta disordinata della sinistra. Si è come alla eterna ricerca di una formula magica per arrestare il declino e mettere in difficoltà l'avversario. Anche la terminologia "ciarpame, ciarpiame" è esemplare al riguardo: tutto fuorchè mettersi in discussione ed ammettere che si è perso per colpa propria e non per gli snaturamente di un contesto politico che se non corrotto dal grande satana berlusconi avrebbe naturalmente portato alla vittoria il pd. La sinistra deve tornare a pedalare, a militare e a contendere il terreno all'avversario nei quartieri e non nei salotti, anche se televisivi.

  38. utente anonimo

    Se vi siedete su un tavolo ad una festa de L'Unità e parlate con qualcuno dei presenti di qualche argomento ( a quattrocchi ), troverete che molti vorrebbero la pena di morte , altri rimanderebbero via tutti gli stranieri, a morte i froci, al rogo i rom ecc ecc . Poi candidamente dichiarano di votare o DS o Rifondazione Comunista ……….
    E questo credetemi mi è accaduto innumerevoli volte.
    Mah, che dire ………….

  39. utente anonimo

    La sinistra al governo è riuscita a mettere i tiket al pronto soccorso , ha avvallato l'indulto, ha aumentato le tasse, si è preoccupata di dove dovesse andare a far pipì Lussuria se nel bagno dei maschi o delle femmine, non ha ascoltato le proteste dei camionisti ricordate che era tutto bloccato ? Agli italiani sono bastati 20 mesi per capire che con questa sinistra non si poteva andare avanti.
    Sempre a preoccuparsi dei rom e dei gay , delle coppie di fatto e via dicendo e agli operai chi ci doveva pensare ??? Molti sono passati alla Lega , molti altri non sono andati a votare ?
    Ricordate Prodi quando disse . "Q Enro 48 ore il problema rigfiuti a Napoli sarà risolto"………….
    Mah, che aggiungere altro……….

  40. utente anonimo

    la gente finalmente a capito chi sono i veri succhia sanque della classe operaia,dei penzionati,e dichi non puo difendersi x mancanza di potersi pagare un avvocato.era ora

  41. utente anonimo

    Ma come si fa a considerare corona (lo scrivo volutamente in minuscolo) un personaggio da ascoltare o imitare ? Cosa ha da dire ? E' arrogante, si crede di essere pure intelligente, ricatta, spaccia soldi falsi e vende le sue foto nude e quelle della sua fidanzata ai giornali ?? Italia, dove stai andando ???

  42. utente anonimo

    Aveva ragione Berlusconi a sinistra siamo tutti "coglioni".
    La Turco sbaglia… Veltroni è troppo morbido…bisognava che facessero cose di sinistra… bla bla bla…
    Chiedetevi piutosto non perché perde la sinistra ma perché vince Berlusconi.
    La risposta è molto semplice "LA PARTITA E' TRUCCATA".
    E' tale la sua potenza di fuoco mediatico che i politici dell'opposizione tra poco dovranno essere protetti in apposite riserve come i pellerossa d'America.
    Berlusconi (come il terremoto in Abruzzo) sta finendo di demolire l'Italia che conoscevamo (che, restando in metafora, certo non è costruita in maniera antisismica); dopo di lui resteranno macerie ( di ogni tipo; economiche, sociali e anche morali) e anche lui resterà seppellito dalle macerie.
    (I suoi problemi familiari ne sono solo un preludio)
    Avete presente cosa ha combinato agli Stati Uniti l'ideologia finanziaria del "debito èfico", vincente fino a ieri!?
    Berlusconi è il nostro subprime!

  43. utente anonimo

    Ti confesso una cosa: stavo guardando quella puntata di Tetris, l'ho vista per un bel po' e per vari motivi l'ho mollata prima che la Turco se ne andasse. Anzi, confesso che il fatto l'ho appreso da te e che nemmeno ho visto il video che hai postato, mi sono limitato a leggere e crederti sulla parola senza attrazione per l'episodio (anche perchè ormai, come tantissime altre situazioni, che ospiti politici se ne vadano non è nemmeno una novità, eh). Cioè non mi sono limitato a guardare le figure, per quanto animate, ma semmai il contrario. E pensa: fino a dove ho visto ho pensato che Corona, che riconosco nel fermo immagine e mi ricordo la collocazione scenografica della trasmissione da "tronista", al centro in alto che effettivamente con Corona ti viene in mente..Corona, dicevo, ho pensato che fosse estremamente equilibrato, che avesse un forte autocontrollo, che mi è sembrato impostato, studiato e forse tratto in inganno dall'immagine fuori dalle righe di tanti altri episodi "esuberanti" che in passato abbiamo dovuto sentire e vedere. Lo dico senza particolare stima per il personaggio (né particolare disprezzo anche) ed il rancore di dover conoscere chi è Fabrizio Corona per forza, pur non essendo io particolarmente informato, né accanito utente tv, tantomeno fruitore di riviste specializzate di gossip (e giuro che perfino in bagno se devo leggere e non ho altro che riviste di gossip, preferisco la composizione chimica dei detersivi.. ^_^), conoscenza che considero un torto subito ed imposto proprio da una cultura che lo rende inevitabile perchè invadente ed inquinante ogni altro spazio di informazione, non lo riservo a lui, ma ad un "sistema" di infointrattenimento gossiparo e da reality invadente dicevo. D'altra parte io sbaglio, ho solo difficoltà di adattamento, sono vecchio e superato ed è inutile fare l'ultimo giapponese deliziando il proprio ego di dirsi mosca bianca: bisogna prendere atto della realtà, entrarci per cambiare dal di dentro, semmai, il sistema, invece di fare l'eremita che rischia di passare da snob (e non intendo esserlo). Cioè, per certi versi, devo smetterla di essere così "de sinistra" nel relazionarmi alla realtà, intendendo proprio l'atteggiamento che non frutta nulla di costruttivo, nel distacco con una realtà solo perchè non piace, fa cagare, annoia o peggio: ci si trova tagliati fuori e poi nemmen si comprende più il linguaggio. Nel mio caso poco male, politicamente sono errori che si pagano. Per questo ho apprezzato, un po' sorpreso, il tuo post. Il superamento da fare, purtroppo, è anche culturale e nel linguaggio della comunicazione, non solo quello fondamentale, in estremo ritardo nel superamento della vecchia classificazione classista che dici. Mi pare di capire che lo zoccolo duro della sinistra ormai resta tra i dipendenti della pubblica amministrazione, ma anche lì, non durerà se non si entra nella "realtà", piaccia o non piaccia. Lo dico perchè a me preoccupa seriamente la situazione attuale in cui la proposta di opposizione è così debole e così poco credibile (o condivisibile) per i più. Nonostante errori ed altre inadeguatezze, Veltroni aveva le sue ragioni a riguardo: comunicazione, vocazione maggioritaria…qui mi pare che si rischi una rappresentazione quasi monopolista del PdL, poi c'è quella sinistra radicale che ormai direi "di nicchia", ma l'opposizione a vocazione maggioritaria di sinistra non c'è praticamente quasi più, parrebbe, salvo novità. Cioè manca il "pungolo" necessario di un'opposizione in un sistema democratico più "sano", quella eventuale zeppa nel cu… all'azione di governo da ventilare come minaccia spostando voti, non la offre mica la nicchia. Oggi c'è l'Idv che ormai ha lanciato da tempo la sua Opa al Pd, ma il pungolo al governo chi lo fa? I vescovi? La lega? La corrrente di An dentro il PdL?
    Condivido dove scrivi che lo spettacolo fu mediocre (probabilmente non è nemmen per altro motivo che l'argomento in sé ad esser noioso, rendendo noiosi anche ospiti e conduzione), per quello non ho retto tutta la trasmissione. Ma non ho percepito l'impeccabilità della Turco. Sarei disonesto se però dicessi che mai l'ho percepita in vita mia. Se non ci fosse, la sinistra non ne avrebbe alcun danno, per quanto mi riguarda, anzi, secondo me dopo pochissimo tempo, non se ne accorgerebbe proprio nessuno. Tantomeno gli operai! Figurati gli altri..
    Ciao.
    Alieno

  44. Loreanne

    Mi spiace dirlo, Tisbina…
    mi spiace perché mi sento fortissimamente di sinistra e la delusione causata da chi mi dovrebbe rappresentare, è grande…
    anche la cara sinistra, oddio definire il PD sinistra, poi…
    anche quelli ci sguazzano nel precariato istituzionalizzato…
    i call center, i giornalisti, e quant'altro…
    un giorno ci farò un post bomba su questa cosa…

  45. utente anonimo

    Per quanto mi senta ormai politicamente distaccato da tutte le forze schierate su questa penisola, non posso che condividere il tuo pensiero.

    La verità, è che nessuno guarda quello che sta succedendo, e questo continuerà ad essere in questo modo fintanto che non vi sarà una vera integrazione tra la classe politica (tutta) e gli elettori.
    In due parole, fintanto che vi sarà in primis un divario economico così grande, a quei 945 parassati statali che godono di tipendi faraonici, che vi sia l'operaio di call center di troppo o un nuovo inmpeigato di museo alla tedesca, frega poco.

    E dietro a loro vanno tutti quei rappresentanti manageriali che siedono alle poltrone comunali, provinciali e regionali.

    Ci deve essere prima una loro integrazione nel territorio, portando il loro stipendio al pari di quello che un disgraziato normale può prendere. Solo allora potranno capire i problemi dei cittadini.

  46. utente anonimo

    la sinistra non vince perchè si dissocia dal cristianesimo, se si legge bene il vangelo si scopre che jesu ha creato il comunismo.non è normale che la destra si associ alla chiesa e la sinistra no, è uno sbaglio.
    il cristianesimo e di sinistra, bisogna trovare il modo di reinserirlo

  47. utente anonimo

    Il mondo cambia e certi rimangono legati a vecchi schemi ideologici; tempo fa si doveva fare la lista dei lavori usuranti ai fini dell'età del pensionamento, si penso' giustamente ai minatori, agli operai delle catene di montaggio e si trascurarono completamente altre categorie; Vi faccio un esempio: una cassiera di un supermercato davanti ad un nastro trasportatore dove passano le varie merci da battere, con centinaia di clienti dalla mattina alla sera, non svolge forse un lavoro piu' usurante di quella di un operaio alla catena di montaggio della FIAT? con in piu' il fatto di dovere contare i soldi e di rimetterci i soldi se la cassa non torna? ebbene per certi politici quello non e' un lavoro usurante, perche' sono rimasti fermi al 1900 e al vecchio concetto del lavoro

  48. utente anonimo

    Il cristianesimo può anche essere di sinistra ma non certo il cattolicesimo fondamentalista, e per di piu iperesposto in televisione, che sta dominando il nostro bel paese. Cmq io credo che fino a quando il signor Silvio possiederà il controllo quasi totale dell’informazione sarà difficile riuscire a scalzarlo dalla poltrona di comando. Ricordo che qualcuno, anni fà, disse che non era importante quello che i giornali dicevano quanto quello che non dicevano. Io non condivido le idee di quel signore ma la sua analisi è più che perfetta ed in linea con quello che sta avvenendo in Italia. Hai voglia a riempire blog di frasi, insulti e belle speranze quando qualche cavolata sparata in tv da una qualsiasi Iva Zanicchi sposta voti a favore della destra, hai voglia creare comitati di base, scuole di politica o quant’altro se la tv pubblica si piega ad ospitare il premier che parla del suo divorzio e trasforma, agli occhi del popolo la vittima in carnefice. Scusate la lunghezza, io sono di sinistra ma la sinistra non esiste più, non è certo il PD di Franceschini. La sinistra è morta – viva la sinistra.

    Buona serata a tutti

    Luca

  49. utente anonimo

    La sinistra non e' cambiata e la gente che si sente ricca come il Berlusca…Prima o poi questa sbornia passera' e si tornera' con i piedi sulla terra.Bastava negli ultimi tempi avere un mutuo per la casa che tanti si sentivano ricchi, ma oggi che l'economia e' in crisi hanno la paura che le banche gli portono via la loro casa. Meditate gente meditate!!! Umilta' !!!!!!

  50. utente anonimo

    Tisbe in risousta a Loris:
    "@Loris, Corona non è né un eroe, né un antieroe, è un personaggio del suo tempo, piuttosto neorealista. Il suo cinismo è il frutto di una visione amara e disillusa della realtà… almeno a me ha dato questa impressione."

    Neorealista? Ma che è? De Sica padre?
    Anch'io ho una visione amara e disillusa della vita, ma non per questo ricatto la gente, spaccio denaro, vendo le foto di mia moglie mentre mi lascia etc etc.
    La sinistra non vince perchè c'è gente che invece di schifarsi di fronte a personaggi del genere gli da ancora diritto di parola, ne giustifica i comportamenti, li propone come modello da seguire.

    "La sinistra non sa dialogare con il popolo italiano, non lo sa capire, non ne sa interpretare i sogni."
    Probabilmente non sa abbassarsi a un livello così basso! D'altronde tu ci sai parlare con le scimmie? E' la stessa cosa, il rapporto è quello.
    Un saluto.

  51. utente anonimo

    Io penso che la sinistra non vince perchè gli italiani, al benessere ed alla libertà che c'è in Cina, preferiscono la fame e la dittatura che c'è attualmente. O no?!

  52. marinamorgan

    Anch'io vedo la Turco più in crisi di nervi che di politica; non tralascerei però, che Corona è stato molto maleducato nei suoi confronti, e poi dovrebbe scandalizzare anche tutto lo spazio che la tv dà ad un personaggio del genere… a meno di non volere una sinistra inneggiante a Fabrizio Corona ed a Wladimir Luxuria! Se così fosse non resterebbe che sperare in Veronica Lario, anzichè in Veltroni e Franceschini!

  53. utente anonimo

    la sinistra e' una massa di ciarlatani sanguisughe vampiri associati ciechi verso la realta' che sta invadendo il nostro ex mondo occidentale malata all'ultimo stadio di demagogia damocratica fasulla pronta a tutto pur de magna magna

  54. utente anonimo

    In riferimento alla tua risposta n. 31: è plausibile che B faccia ricorso a sociologi, sondaggisti etc ma se lo fa in questo senso è solo lodevole, perchè ha capito che nella realtà attuale quello che conta non è il messaggio ma "come si presenta", cosa che purtroppo la sinistra non ha capito.
    Però i messaggi subliminali no, ti prego! A parte che non si è ancora sicuri che siano efficaci, la scienza non è ancora riuscita a dimostrarlo, su questa strada il prossimo passo sarà attribuire a B pratiche occulte e patti col diavolo… la realtà è solo che è un oratore migliore e più preparato di quelli a sinistra e ha sicuramente più carisma di Prodi o Veltroni. E purtroppo con il nuovo arrivato Franceschini non mi pare ci sia un'inversione di tendenza.

  55. utente anonimo

    Ma siamo costretti a conoscere corona? Questi personaggi mi fanno schifo, ho visto per caso una scena da brividi (corona si affaccia al balcone della sua casa agli arresti domiciliari e lancia magliette ai ragazzini che applaudono) è questa la società che vogliamo? Veline culi e tetti a gogo a manuale dal ns presidente e se non si è dei ladri non puoi competere. Ma per l'amor del cielo c'è ben altro senza nulla togliere al divertimento ed essere giovani e belli.

  56. utente anonimo

    Il tuo discorso ha del vero, ma io purtroppo non riesco ad accettare che una volta i genitori lavoravano per fare andare avanti i figli mentre adesso preferiscono venderli al potente o furbo di turno per averne dei vantaggi.Purtroppo la sinistra non vince perchè la sinistra pensa solo a litigare e non fa mai discorsi da sinistra anche perchè i cosiddetti della sinistra sono sempre e comunque ex dc

  57. Tisbe

    @AmicoDelGiaguaro, beh, i messaggi subliminali funzionano anche per autoguarirsi, ad ogni modo Berlusconi di sicuro è una figura di anticristo, Cacciari docet 😉

  58. moltitudini

    @marinamorgan
    con tutto che non la ho votata e la ho criticata spesso in più sedi…francamente il parallelo Corona-Luxuria mia pare comunque ingiusto verso Vladimir.

  59. utente anonimo

    perchè invece di far politica e il bene degli italiani pensano alle poltrone e come papparsi i soldi di noi poveri italiani.

  60. Tisbe

    @corospnl, sono d'accordo con te sul fatto che i valori cristiani appartengano al mondo della sinistra, ma in Italia non c'è cristianesimo, bensì la potenza della chiesa cattolica che non ha proprio nulla da spartire con i valori della sx e sinceramente nemmeno con il Cristo. Nei prossimo giorni scriverò dei post politici e ci sarà spazio per un comunismo spiritualista

  61. Tisbe

    @Loris, io Corona lo percepisco così… non volermene, non è un giudizio razionale, ma una sensazione intuitiva ed epidermica 😉

    @#59, Il mondo cambia e certi rimangono legati a vecchi schemi ideologici; tempo fa si doveva fare la lista dei lavori usuranti ai fini dell'età del pensionamento, si penso' giustamente ai minatori, agli operai delle catene di montaggio e si trascurarono completamente altre categorie; Vi faccio un esempio: una cassiera di un supermercato davanti ad un nastro trasportatore dove passano le varie merci da battere, con centinaia di clienti dalla mattina alla sera, non svolge forse un lavoro piu' usurante di quella di un operaio alla catena di montaggio della FIAT? con in piu' il fatto di dovere contare i soldi e di rimetterci i soldi se la cassa non torna? ebbene per certi politici quello non e' un lavoro usurante, perche' sono rimasti fermi al 1900 e al vecchio concetto del lavoro Hai colto perfettamente il senso del mio post

    Ringrazio Paola, Massimo il poeta, Luciano63 e tutti quelli che commentando si sono ritrovati nelle mie parole 🙂

  62. utente anonimo

    Hai ragione. L'espressione massima è Santoro! E' ormai opinione che molti considerano comune che spacca talmente tanto gli zibidei che fa solo danno. E la riprova è che lo lasciano in onda. Quello fa perdere voti alla sinistra: come dici tu il pubblico desidera anche sognare!
    Leo

  63. WebLogin

    Sono d'accordo, "la povertà è trasversale e parlare solo di classe operaia è un suicidio politico in termini di voti"; però se da una parte la sinistra ha risposto male al cambiamento della nostra società, dall'altra parte c'è una società che è cambiata decisamente in peggio. A tale proposito ricordo il finale del film "Il Caimano" di Nanni Moretti: Berlusconi viene condannato in un processo, ma Nanni Moretti dice che Berlusconi ha già vinto perché per più di 20 anni ha perlomeno mutato la storia ed il costume italiano. Infatti, la nostra società vive molto di reality e poco di informazione, proprio come vuole Berlusconi. Così mentre veniamo aggiornati sulla querelle Berlusconi vs Lario, l'Italia viene declassata da paese “libero” a “parzialmente libero” perché siamo poco informati su ciò che accade in Italia e nel mondo.
    La sinistra ha fatto molti sbagli, ma c'è anche un Berlusconi che più dice cazzate e più aumenta i consensi!

    Giuseppe

  64. utente anonimo

    la sin è perdente ma ha uno zoccolo duro difficilmente scalfibile e trento(?) ne è l'esempio dove ha votato solo il 60% e hanno raccolto il 58% ovvero il 40% di non votanti avreebbe potuto votare altro ma nonl'ha fatto xche' oramai pensa che e' meglio fare da se e tuuto questo per la famosa promessa di decremento delle aliquote fiscali che non è stata rispettata oramai lostato si accaparra tutto

  65. utente anonimo

    La Sinistra non capisce la nuova societa' Italiana??
    Forse la sinistra che ci vogliono propinare ovvero il PD, la vera sinistra non parla di operai parla di lavoratori e questo termine è omnicomprensivo, il problema vero è che il Nano ha drogato le teste degli italiani con falsi miti e cavolate varie che sono il vero oppio del popolo altro che la religione di vetero marxista memoria, oggi i giovani non solo non fanno politicaattiva ma di fronte allo sfuttamento alla precarieta' dilagante e quantaltro se ne vengono fuori con espressioni del tipo: è la realta' è una cosa inevitabile: POVERI NOI!!!!

  66. utente anonimo

    Non riesco a condividere quast'analisi. Essa non si discosta dal quelle che troviamo sui giornali, offerte dagli "intellettuali" (così li definiscono e si definiscono) di sinistra.
    Non c'è dubbio: i tempi sono cambiati, perchè cambiano in continuazione. Non siamo nell'eternita, ma immersi nel tempo e nello spazio e "tempo-spazio" è un'altro modo di dire "movimento".
    Aiuterebbe a uscire da questa situazione il recuoero di alcune regolette della vecchia filosofia scolastica, la quale cominciava ogni sua ricerca con lo "status quaestionis" in cui, tra l'altro, si dava il significato esatto dei termini chiave cui si ricorreva.
    Sinistra, democratico, popolare all'interno di quella che in questo commento è designata come " la sinistra" sono frutto della rivoluzione russa e dello stalinismo, che hanno coinvolto anche il vocabolario. Lo ha fatto anche la rivoluzione francese addiritura con i nomi dei mesi. Lo hanno ripetuto le guardie rosse cinesi persino con i nomi delle vie.
    Con la differenza, nel nostro caso, che non sono state cambiate le parole, rimaste quali erano: sono state riempite di un significato diverso da quello attribuito loro nel linguaggio comune.
    Nulla di strano: Con i tempi che cambiano anche i vocabolari, si evolvono: le parole si riempiono delle realta presenti cogliendone istintivamente la continuità con le quelle del passato.
    Ma attenzione: dopo l'azione violenta di un terremoto tutti siamo protesi nello spasmodico desiderio di riportare l'Abruzzo a quello che era. lo giuriamo ogni giorno: si ricostruiranno le case, il patrimonio culturale, le chiese…e così sarà. Quando il vocabolario non si evolve, ma è stravolto da una rivoluzione, posssiamo scometerci, prima o poi le vie si riprendono i loro nomi e i mesi dell'anno tornano a chiamarsi gennaio, febbraio…
    Se destra indica quella parte di una società sensibile ai principi e ai valori attorno ai quali quella società si organizza pur con quella percentuale di egismo che fa muovere ogni vivente, allora ci sarà sempre una destra. Se sinistra significa sensibilità, con in egual modo, una certa percentuale di egoismo, per quanti, nonostante quei principi e quei valori fondanti, sono esclusi dal bene che essi producono, allora la sinistra non è in crisi.
    C'e destra e sinistra in entrambo le ali degli emicicli parlamentari. E "alternanza" altro non è che il naturale prevalere numerico, ora degli uni, ora degli altri. In questo senso ci sono e ci sono sempre stati operai di destra aristocratici di sinistra.
    E' in crisi, secondo me irreversibile, un partito, il PCI con tutti i suoi nuovi nomi e tutte le sue correnti, assurte nel vocabolario rivoluzionato al rango di partiti.
    E' in crisi il partito che ha trasformato il termine "sinistra" in sinonimo di PCI e ha escluso, demonizzandoli, da quel termine tutti gli altri. Si pensi alla social democrazia o al socialismo con l'avvento del centrosinistra.
    Niente da fare: le parole come le vie e i nomi dei mesi tornano ad essere se stesse.
    Enrico.

  67. utente anonimo

    la sinistra non vince perchè non ha contenuti, vivono di politica che non è un lavoro, non hanno un idea o un programma ma si limitano a contraddire ed offendere berlusconi senza mai proporre qualche soluzione reale ai problemi e questo perchè passano le giornate a curarsi il loro orticello cercando di accontentare tutti spartendosi quei due soldarelli che riescono a fregarsi celandoli dietro tutte quelle belle ed inutili attività sociali, istituzionali, campagne informative, giornate di questo e di quell'altro, beneficenza, onlus varie, ecc. ecc. ecc.

  68. utente anonimo

    E' bello, il giorno dopo, tornar qui e vedere la quantità di interventi…
    allora cerco un filo conduttore guardando nella qualità: cioè di rintracciarne il motivo comune denominatore.
    E', fortunatamente, oltre ed aldilà di Corona e moglie del premier, che ottimisticamente, voglio considerare il pretesto per parlare di altro: l'identità della sinistra. Identità, presa d'atto della situazione, tentativo di analisi, progettualità e prospettive, lamenti, è mia opinione, il punto centrale di cui la sinistra deve farsi carico e restarci fintanto che non ne esce con dei risultati più credibili e solidi, senza lasciarsi distrarre troppo dalle tentazioni, come è appunto, il caso del divorzio dei famosi, facendo il dibattito politico come un reality dei famosi (il terreno è l'isola o la casa Berlusconi, in ogni caso).

    Per quanto riguarda Trento suggerisco un'ipotesi: non avranno influito le voci nella PdL che puntano alla riduzione dei privilegi e delle autonomie delle regioni a Statuto Speciale?
    Non sarà insomma, quel risultato, una reazione nel tentativo auto-conservativo?
    E' solo l'ipotesi che faccio, non sparate sul pianista, se confermo ciò che dicevo ieri: il caso Veronica non c'entra nulla.. 🙂
    Buona Giornata.
    Alieno

  69. utente anonimo

    Suggerisco anche qui di resistere con pazienza e determinazione, alla facile (o comoda) tentazione auto-conservativa (perchè mi pare ovvio che allo stato attuale, alla sinistra occorre un cambiamento ed un cambiamento è faticoso e scomodo, così come crea disagio e inquietudine talvolta non sapere bene cosa si prende mentre si lascia).
    Suggerisco di resistere, per esempio, a liquidare i commenti sgraditi con disprezzo o semplicisticamente e considerare anche le "critiche" più indigeste, come uno stimolo per riflettere: come mai la "sinistra" ha proiettato una simile immagine di sé in questo commento? Come mai questo commento è possibile?
    Va abbandonato, prendendo atto del risultato sul popolo, sulle masse, il concetto sprezzante di superiorità morale: aumenta il divario, lo conferma, non rassicura nei numeri, la gente.
    Ed in ogni caso, una superiorità morale non si difende nel disprezzo, ma nella pacifica testimonianza, semmai, provoca adesioni, io credo..
    Altrimenti passa per snobismo o intento autoconservativo di casta (culturale-intellettuale o politica che sia).
    Ciao.
    Alieno

  70. utente anonimo

    Una parte della sinistra appoggia Berlusconi anche se a parole lo critica..ma nei fatti..per motivi economici lo ama talmente tanto..Berlusconi sta al governo ed anche all'opposizione…come possono le banche vicine alla sinistra essere contro berlusconi oggi ?? Ed i giornali di sinistra sovvenzionati da queste banche ..la Fiat che posside il corriere delle sera..come puo essere contro berlusconi..??.ora come ora berlusconi controlla il governo e la parte piu forte economicamente dell'opposizione…

  71. utente anonimo

    ti devo fare i complimenti, perchè cogli nel segno, fai parte di quella sinistra che la sinistra fa finta di non vedere.
    e io con te.
    ti leggerò sempre più volentieri
    riccardo

  72. utente anonimo

    @Anonimo 88:
    c'è anche una parte che non apprezza Berlusconi e però si ritrova a votare la sua coalizione, non c'è solo l'opposizione che segnali.
    Non è un motivo per dedurne, allora, che il problema centrale è la mancanza di un progetto credibile, condivisibile in cui tanti possano identificarsi?
    Da una parte opposizione costretta tra i denti, ad apprezzare (quasi con invidia per le limitatezze della propria parte), dall'altra gente che non apprezza e però lo vota..
    Mi rifiuto di pensare che sia tutto merito di Berlusconi, solo merito di Berlusconi, mai creduto alle teorie dei superuomini..
    Alieno

  73. Tisbe

    @Enrico, la mia analisi, per altro superficiale, non deve essere condivisa per forza. Ho espresso una mia opinione, ma soprattutto ho favorito una riflessione.

  74. utente anonimo

    Sarà che la sinistra perde,ma stiamo perdendo tutti i punti di riferimento dei valori veri di questa società, se continuate a farci vedere un Corona in tv, simbolo di persone coraggiose.Vergogna,non è possibile che i buoni insegnamenti ai nostri figli non siano più validi. Alle nuove generazioni stiamo negando ogni futuro di libertà e di onestà. Siate giornalisti seri,ho cambiato rete quando ho visto Corona,e la Sgra Turco ha fatto bene, secondo me anche le altre signore avrebbero dovuto. I giovani hanno problemi di grande gravità,la famiglie soffriamo tantissimo per la lontananza dei nostri figli senza futuro e ci propinate sempre tutto il marciume che c'e in giro.Siate tutti più seri,la sinistra rimane comunque un porto di serietà,largo ai giovani di sinistra.

  75. utente anonimo

    Ho visto finalmente il video. Non ho capito il motivo per cui la Turco se ne è andata…
    Non mi è sembrato un dibattito così duro per comprendere quella reazione..
    Ma mi è parsa una doppia possibilità piuttosto chiara:
    1) la Turco non vive su questo pianeta: non aver mai sentito parlare di Corona che ha occupato ogni media ed organo informativo, criticabile fatto se si vuole, ma fatto, è straordinario.
    2) La Turco è una persona ipocrita.
    3) Ha mentito, ne aveva sentito parlare (l'avrà pure letto qualche giornale ogni tanto, avrà parlato con qualcuno che li legge, avrà acceso un tg..), ma ha recitato la parte in simbolico segno di disprezzo. Però ne risulta un atteggiamento snobista, non proprio simpatico..

    Dice che conosce ospedali e fabbriche. Sicuramente chiedendo nelle fabbriche e negli ospedali, hanno sentito parlare di Corona. Si può dire che purtroppo dobbiamo conoscere Corona, però non fosse altro che per le inchieste giudiziarie mediatizzate ampiamente, ci vuole una faccia di bronzo, se ha mentito davvero..
    Se invece vive su Marte, forse è meglio ci torni alla svelta perchè ci fa figure tristi qui in terra..
    in compenso comprendo meglio cosa può aver fornito lo stimolo a questo post nel porre la riflessione in oggetto.
    Alieno

  76. utente anonimo

    In sostanza, siccome è mia impressione che negli ospedali e nelle fabbriche, la gente che ci lavora ha sentito parlare di Corona, non dico tutti conoscano i dettagli, ma certamente sanno in qualche modo collocarlo, almeno per gli scandali giudiziari, per la storia di Lapo Elkann, vallettopoli, se non proprio per il lancio dei suoi slip dal balcone ad una folla di entusiaste ed altri gossip connessi alla sua ex scaricata per la nuova che toh, guarda, è connessa con reality e mi risulta che non ci sia proprio un rifiuto di saper cosa siano i reality nelle fabbriche o negli ospedali.. siccome la maggior parte, io dico purtroppo, ma la maggior parte bene o male, io incluso, ha sentito parlare di Corona,
    la turco pone una distanza nel dire che no, non ha idea di chi sia.
    Dunque non risulta credibile poi, marcando quel solco, quella distanza, per quanto parli di ospedali e fabbriche, perchè in sostanza, in quella differenza, dice: non sono come voi, non vivo come voi, non faccio le cose che fate, non vedo le cose che vedete, non ascolto le cose che ascoltate, siamo due mondi separati.
    Dunque, dice a parole di saper tutto, ma suggerisce una distanza nella realtà, un'astrazione dalla gente comune, cioè praticamente, suggerisce il contrario di quel che dice. Non mi è sembrata mossa intelligente la sua provocazione, ci ha perso in credibilità credo.
    Confermando la riflessione del post in pieno.
    Alieno

  77. utente anonimo

    @Ermahico: questa è già la proposizione del valore del "sogno", nella funzione di sostenere, dare speranza. Elemento, quello del "sogno" che io ritengo assolutamente necessario proiettandosi nel futuro e facendo progettualità, dando la direzione, unendo tensioni e creando coesioni, ma soprattutto, risorsa eccezionale per trarne forza.
    L'importante è non scoprire di aver sostenuto un sogno che si rivela poi, un incubo, eheh.
    Ciao.
    Alieno

  78. utente anonimo

    Tisbe: forse tu ci sei da poco, io tra gli incubi ci sono da tempo.
    Auguro che nessuno di noi due possa averne di aggiunti e che quella possibilità di serenità possa conciliare entrambi, avverando i nostri piccoli o grandi sogni.
    Al momento ho progettualità azzerata e difficoltà per curare alcuni miei problemi che però non sono seri come i tuoi e non ho certo faccia tosta di lamentarmene qui.
    Comunque, pur avendo già espresso simil cosa in passato, rinnovo il mio auspicio in tuo favore, tifando perchè tu possa risolvere i tuoi crucci nel miglior modo possibile.
    Alieno
    P.S.: certo che la "spiritualità" di un "fisico" anche "ateo" mette proprio curiosità… anche se forse era una solo una battuta.
    Alieno

  79. utente anonimo

    Non è vero che la sinistra non si interessa del precariato. Quando parliamo di sinistra bisogna vedere cosa intendiamo per sinistra. Se intendiamo il pd è vero che non si interessa del precariato. Ma la sinistra che adesso si chiama Sinistra e Libertà si interessa e come. Quando c'era il governo Prodi, Rifondazione ( in cui prima stavamo noi) era arrabbiatissima perchè non era stata eliminata la precarità e aveva chiesto al suo ministro Ferrero ( quello che adesso fa il duro e puro ed imputa ad altri compagni del suo partito la responsablità della sconfitta) di dimettersi per questa ragione, ma il nostro ministro non si dimise e per noi è stata una grande sconfitta il fatto che pur stando al governo non siamo riusciti a fare niente. Ma non è l'ultimo dei nostri pensieri bensì il primo.
    Giuseppina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *