La politica deve essere fatta con le mani pulite Berlusconi si dimetta

La politica deve essere fatta con le mani pulite Berlusconi si dimetta.
Io ho firmato la petizione per chiedere le dimissioni di un premier che ci fa deridere  da tutto il mondo. Mettiamo fine a questo scempio. Liberiamo l’Italia dall’idolatria nei confronti di personaggi simili.

In Nome del Popolo Italiano,
il Tribunale di Milano, ha condannato l’avv. Mills
a 4 anni e 6 mesi di reclusione per corruzione in atti giudiziari!

Dal testo della sentenza si evince che David Mills:
"… ha certamente agito da falso testimone, da un lato, per consentire a Silvio Berlusconi ed al Gruppo Fininvest l’impunità dalle accuse o, almeno, il mantenimento degli ingenti profitti realizzati attraverso il compimento delle operazioni societarie e finanziarie illecite compiute sino a quella data…"

Da questo processo e dalle conseguenti responsabilità, Silvio Berlusconi ha ottenuto l’impunità attraverso il Lodo Alfano (L. 124/08), che consente alle quattro più alte cariche dello Stato di ottenere la sospensione dai processi penali pendenti e futuri, nonostante il dettame inderogabile contenuto nell’art. 3 della Costituzione Italiana:
"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono
eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali".

Sign for La politica deve essere fatta con le mani pulite Berlusconi si dimetta

28 commenti su “La politica deve essere fatta con le mani pulite Berlusconi si dimetta

  1. utente anonimo

    Io sono con te, ma la vedo male.
    Nel senso che Berlusconi è stato votato, e non a caso.
    E' stato votato perché la maggioranza degli Italiani è come lui. Furbetta, allergica alla regole, legata all'apparenza, ammiratrice dei ricchi e degli arrivisti.
    E dei puttanieri.
    Questa storia di Noemi Letizia, ad esempio, temo che farà salire ancor più la popolarità del premier, altro che causarne le dimissioni.
    Ricco, potente, furbo, ladro e con un sacco di donne… il sogno dell'italiota medio!
    Spero di sbagliarmi, sarei felicissima di essere smentita…
    gatta susanna

  2. utente anonimo

    concordo con gatta susanna..ma che rabbia vedere gli italiani sprofondati in questo immobilismo e menfreghismo..cavoli: il premier è (di nuovo) un corruttore..e nessuno se ne frega..anzi!

  3. utente anonimo

    Ah, questi italiani che son tali se votano contro Berlusconi e però diventando italioti quando votano pro..
    Che è sempre meglio di suggerire altre risposte più impegnative per spiegar cosa.
    Ed è sempre meglio della teoria che quando Berlusconi vince è perchè son scesi sulla Terra ed in Italia precisamente, a votare, orde di marziani che poi, credo, tornerebbero lassù.
    O forse era che gli elettori di sinistra ogni tanto scendono da Marte a votare, ma a volte danno buca?
    Non voterò cdx a questo giro, anzi, non voterò o voterò nullo, ma non mi sento più italiano e meno italiota per questo e temo che tal atteggiamento critico, infine, non piaccia troppo né ad italiani né ad italioti e col rischio, nel risultato, a forza di dipinger italioti
    di far la fine di poveri i…
    illusi. 🙂
    E poi attenti a far passare un simil precedente, potrebbe domani ritorcersi contro, qualcuno ci ha pensato? Qualcuno ha pensato cosa avrebbe significato un non troppo lontano 2 Dicembre, in Piazza San Giovanni a Roma, tradurre quella presenza in firme?
    E se diventasse metodo sistematico che succederebbe? Quante firme son necessarie? La maggioranza degli italiani? Ah, beh, allora già il voto, in effetti..

    Ed attenzione pure ad esacerbar animi illudendosi di poter cavalcarli sempre poi senza esser disarcionati.
    Perchè c'è sempre qualcuno più a sinistra di te. O più a destra di te. O più razzista, più a Sud o più a Nord.
    Sempre uno più puro di te che ti guarda stranamente cogitando sul come e quando purificarti.
    Sempre c'è qualcuno più incazzato di te, pronto a buttarti giù dal palco prendendo sul serio le tue parole..
    Poi dopo hai voglia a prender distanze e far tardivo quadrato, dicendo io non volevo, io non intendevo, io non pensavo che..
    La ghigliottina, la foiba, la purga, il gulag poi, la storia ci insegna, finiscono per lavorar veloce ed impietosi strumenti anche con chi ne decantava la virtù all'inizio…
    Detto ciò, liberi tutti di dir tutto e di pensarla come si vuole, ci mancherebbe non fosse così.
    Ciao.
    Alieno

  4. utente anonimo

    perché dovrebbe dimettersi?quanti,nel passato,illustri dignitari della politica italiana si sono dimessi?perché il più osannato (i 2/3 lo acclamano?)dovrebbe dimettersi per un imbroglio dei sinistri giudici,con l'aggravante pre-elettorale?
    Firmate l'appello!non servirà a nulla, ma almeno a dimostrare che tutti imbroglioni non lo siamo!
    lele

  5. utente anonimo

    Firmo, per associazione di pensiero. E perchè Ovvio, lo voglia lontano dalla politica Italiana.

    Ma ho Paura, paura che se anche si raccogliesse 20 milioni di firme, non succederebbe nulla. Nulla nulla.

  6. omselvarec

    La sinistra in italia potrebbe farcela…. franceschini però la deve smettere di parlare sempre e solo di berlusconi….. ci deve dire quello che vuole fare e,….. quello che vuole fare, non è certamente detto nei suoi discorsi dove continuamente si sente solo: berlusconi, berlusconi, berlusconi, berlusconi ecc ecc" che ci racconti quello che LUI vuole fare da grande e le idee che ha per il popolo italiano…. non nominare e parlare degli sbagli di berlusconi…..
    Auguri e ….. ti penso a volte…… coraggio.

  7. gioska

    Ciao Tisbe,

    ti ho beccata per caso su blognews e ne sono molto felice.

    In generale i blog che parlano di politica non li seguo tantissimo, li vedo troppo indisciplinati, in un certo senso. Ma tu, e forse perché sei donna (tiriamo acqua al nostro mulino!) hai un modo di parlarne che mi piace parecchio.

    Detto questo firmo ben volentieri la petizione.

    TIsbe, ce ne fosse di gente che parla di politica come te. Invece l'Italia lascia parlare Studio aperto.

    Ciao!

    giò

    da http://blogposh.com (blog-lavoro)
    e
    http://giualnord.wordpress.com (blog cazzeggio dove ti linkerò)

  8. Tisbe

    Certo Alieno che tu mi fai girare immensamente le eliche! Queste firme sono state raccolte in 2 giorni, perciò è ancora presto per sparare sentenze da iettatore. Vatti a leggere un po' i commenti di chi ha votato e capirai che l'Italia non è composta solo da poveracci che non sanno fare altro che riproporre a cantilena lo spauracchio del comunismo. Mi hai stufato!
    Dici sempre le stesse cose, sei monotono, ripetitivo e poco stimolante. Apprezzo sempre chi la pensa diversamente da me, ma in questo caso devo ammettere che sei tanto irritante quanto monotematico!

  9. Tisbe

    @Gioska, bentrovata! Sono passata a dare un'occhiata al tuo blog. Leggero ma assolutamente godibile.
    Grazie per il link e appena posso ricambierò. (Solitamente linko più blog alla volta 😉
    Grazie anche per i complimenti, io scrivo anche di altro, ma con l'ingresso di altri servizi, da Facebook a Twitter a Tumblr riservo il blog solo per faccende serie 😉

  10. Tisbe

    @omselvarec, hai ragione: basta parlare di Berlusconi. Riguardo me, sono dura a morire 😉

    @zonamorta, io sospetto che molti aspirino a loro volta ad essere corruttori, pare che il delinquere in Italia (purché sia commesso da italiani) vada molto di moda.

    @ideateatro, noi ci proviamo…

    @gatta susanna, mah, a sentire Gad Lerner Berlusconi ha i mesi contati. Spero che abbia ragione.

  11. gioska

    Non me ne parlare! Con i Blog ci lavoro (per Blogposh.com mi spremo come una pazza, valli a trovare SOLO argomenti leggeri da commentare!) e mi piacerebbe fare come fai tu, parlare di cose un po' più serie, tipo questa petizione..Non credo di poterlo mai fare sul mio blog-lavoro, però!

    E quindi ti leggo volentieri (posso linkarti solo dal mio blog personale, perché su quello dove ho maggiore visibilità ho le mani legate dai piani alti e non posso inserire link), passerò spesso.

    Gio
    blogposh.com

    Buon lavoro, e un bacio!

  12. utente anonimo

    Ti sbagli, secondo me. Se c'è un'idea, il miglior modo di far dissenso è confutarla.
    Fai conto, se io dico che ho l'impressione che nn abbia gran adesione, dire che è iniziativa di soli due giorni è ottima risposta (nemmen lo sapevo tra l'altro).
    Riguardo alla monotonia mia poi, forse non è tutta opera mia: magari c'è monotonia nelle cose che mi trovo ad osservare. Per esempio, che diamine c'entra lo spauracchio del comunismo? Sono certo che le firme son di tanti piduini, dipietristi e pochi radicali (pochi perchè sono pochi quando sono al completo).
    Non parlavo di comunisti qua, ma forse lo fai tu rivendicandola azione comunista? Ed in quel caso allora sei tu che sostieni lo spauracchio anzichè presentarla iniziativa più trasversale? Mah.
    Sulla "iettatura" voglio sperare che fosse solo ironia..
    Sull'apprezzare chi la pensa diversamente da te, mi permetto qualche dubbio: quanto diversamente? Non risulta così chiaro questo tuo atteggiamento che dici di avere.
    Sul fatto che sono irritante, forse è appunto proprio perchè hai qualche difficoltà con chi la pensa molto diversamente da te?
    Ho già letto i commenti di chi ha votato, analizzato le partizioni (istruzione, età, professione) e sbirciato sulla provienienza territoriale. Ieri notte notavo che la Toscana scarseggiava molto e mi sembrava straordinario..
    Però non sono riuscito a fare un'analisi critica come fai tu, cioè dividendo l'Italia in poveracci che non sanno far altro che.. e quelli che non sono dei poveri idioti. Non ho pensato nemmeno che fossero tutti dei poveracci coloro che hanno firmato. Evidentemente abbiamo un approccio molto distante nel fare valutazioni. La tua, sarò irritante, ma mi sembra riduttiva per aiutare una sinistra: italiani ed italioti, poveracci e gente in gamba che sottoscrive.. mi pare poco impegnativo, ma anche poco costruttivo in defininitiva, poi legittimo che tu la pensi come vuoi..
    Ciao.
    Alieno

  13. Tisbe

    Meno male che è legittimo il mio pensiero! Alieno, ma ti rendi conto che per esprimere un concetto devi scrivere 10mila parole! Certo che non è un'iniziativa comunista, ma tanto, l'unica cosa che sai fare è dissentire, forse la cosa ti diverte.
    Sappi che è molto facile dissentire con chi come me non ha alcun potere, ci vuole molto più coraggio a dissentire con l'uomo più potente d'Italia e armato dell'impunità assoluta!

  14. utente anonimo

    nel mio comm.5 ho espresso la mia opinione in merito alla petizione.
    alieno,il tuo di pensiero è una difesa agli ital-imbambolati o un pensiero orgasmico?
    lele

  15. utente anonimo

    Mah, che ti devo dire Lele, son molto lento a raggiungere la condizione orgasmica. Però evito certe figuracce di tipo estremamente precoce o certe cilecche che si fanno con le brillanti idee dalla tua parte. Tipo far tema centrale del dibattito politico o l'argomento più passionalmente sostenuto, Noemi o Veronica Lario.. o magari Obama o prima ancora Prodi, un tantino troppo eccitati in una sorta di pareggio ottenuto grazie alle idee tipo aver programma centrato nell'antiberlusconismo.
    Gli italiani sono italiani sempre. E molti come me, sono stanchi di essere definiti italioti se va bene ma pure peggio perchè le vostre idee non convincono: avete abbandonato interi comparti tematici del dibattito politico e sociale ignorando od offendendo la gente. Insistete per offrire al mondo un'immagine autolesionista ed umiliante ns. Paese o degli italiani che a molti cittadini non piace, italiani che restano tali, nel bene o nel male, anche quando non votano gli incontinenti dell'orgasmo ogni volta che si eccitano politicamente per Noemi-Veronica-Mills. Può darsi che difenda ital-imbambolati, ma a me sembra che l'unico tratto unico, è un difetto di umiltà e di capacità critica piuttosto grossolano. A forza di offendere italiani in italioti, fascio-razzisti, dementi, ignoranti, qui e fuori dal Paese, immagino si eiaculi facilmente dalla tua parte, pregustando le adesioni consensuali poi nell'urna convinti sia idea straordinaria… roba che nemmen tafazzi..
    Ciao.
    Alieno

  16. utente anonimo

    e no alieno"Insistete per offrire al mondo un'immagine autolesionista ed umiliante ns. Paese o degli italiani"non è la sinistra che offre l'immagine ma il governo e gli italiani visti dall'estero!
    Il tema "Noemi-Veronica-Mills"mi risulta un fatto privato di un uomo pubblico che non ha mai esitato a mettere in mostra il suo privato a puro scopo elettorale e con brillanti risultati!ora l'intreccio deve scioglierlo lui,troppo comodo usare la pubblicità e quando questa si dimostra menzoniera dare la colpa alla concorrenza!
    comunque alieno vota per il simpatico ometto,a me,in tasca non me ne viene nulla!
    Andrei anch'io a votare, ma il simbolo che io voto non c'è sulla scheda elettorale!
    lele

  17. WebLogin

    Lo firmo anche io! Ma cmq arriverà il giorno in cui Berlusconi cadrà e arriverà anche il giorno in cui chi lo ha votato si sentirà chiedere "papà/mamma, ma come è stato possibile sostenere una persona del genere? come hai potuto?".

    Giuseppe

  18. utente anonimo

    Ogni tanto vado a vedere i dettagli statistici sulle firme della petizione.
    E devo dire che il sistema è fatto molto bene, pratico e funzionale, perfino "divertente" in un certo senso.
    I miei più autentici complimenti a chiunque abbia organizzato quello spazio: bravo!
    Alieno

  19. utente anonimo

    Al momento 4.898 firme. E' interessante l'osservazione della composizione fotografata dalle statistiche. Un relativo pareggio maschi-femmine (52% i maschietti).
    Titolo di studio a farla da padrone: medie superiori (52%). Poi laureati (38%). Professione prevalente studente (29%), Impiegati (19%) ma non insegnanti però che hanno categoria a parte (solo il 5%), come i dipendenti pubblici (solo il 2%) mentre i liberi professionisti si superano (11%) e quasi a pari merito i disoccupati (6%), mentre sono sotto a scalare operai (4%), pensionati (3%), imprenditori (2%), casalinghe (2%). Minimalista anche la rappresentazione di medici, giornalisti, artigiani, commercianti, agenti, funzonari (1%) e del tutto assenti agricoltori e dirigenti.
    Nelle statistiche per fasce di età, sembra di intravedere una conferma di quelle per professione, dove prevalevano studenti, infatti i compresi tra 25 e 35 anni sono i prevalenti (35%) e a seguire quelli tra 18-25 (con il 27%). Pari merito i compresi tra 45-60 e 35-45 anni. Minimali gli ultra 60enni (credo comprensibilmente per poca dimestichezza con lo strumento internet-pc) mentre la categoria 0-18 fa un po' paura e meno male che è a 0% (l'idea di 0-13enni a far petizioni era inquietante davvero..).
    Perchè lo scrivo? Uno può andarsele a vedere da solo. Ma trovo interessante la foto per farci speculazione. Quella prevalenza di studenti probabilmente universitari (sembra confermato nel guardare le altre prevalenze, cioè aver titolo di studio prevalente medie superiori e per fascia di età compresa tra 25-35 anni) non dicono forse nulla di nuovo, la politicizzazione e il tentativo costante di ideologizzazione dell'ambiente scolastico e universitario non son certo novità.
    Ma emerge l'aspetto secondo me rilevante: è meno presente la rappresentazione con chi si misura ogni giorno concretamente con le dinamiche e le problematiche del lavoro, della gestione familiare ecc. Forse confermando il distacco d'una certa politica rispetto a quella realtà, una perdita di adesione dovuta forse all'incapacità di essere interpreti credibili di quelle realtà meno rappresentate in quella statistica. Questo, a mio avviso, dovrebbe suggerire stimolo e direzione in cui lavorare davvero, concretamente e di più con meno autoreferenzialità e più umiltà.
    Ma insomma, se ne può discutere su quei relativamente pochi operai, artigiani, pensionati, casalinghe, commercianti interessati alla petizione, volendo prenderla come piccolo barometro su cui riflettere.
    Alieno

  20. Tisbe

    Come al solito Alieno sei superficiale e poco attento, probabilmente sei la perfetta espressione del berlusconismo più becero. Le firme, alle ore 8:30 sono 14.572, risultano quasi 5mila perché non sono state ancora contabilizzate e le adesioni procedono molto velocemente, per questo c'è questo grande scarto
    Prima di aprire bocca e di sparare le tue solite cazzate fondate sul nulla, informati, leggi bene, e se non ci vedi usa gli occhiali. Inoltre, non tutti i firmatari inseriscono i propri dati, magari gli studenti sono semplicemente più coraggiosi perché nn hanno nulla da perdere e non temono ritorsioni.
    <a rel="nofollow" href="http://firmiamo.it/sign/list/berlusconisidimetta&quot; rel="nofollow">Lista firme Se vuoi vedere l'esatto numero dei firmatari leggi il numero a sinistra dell'ultima firma.

  21. utente anonimo

    Tisbe: non essere così.. rigorosa e farisaica: io l'ho ben detto che è, considerar barometro, uno stimolo per fare riflessione o ragionare ma sempre in collegamento con la realtà non ipotetica, ben sapendo che è un proposito speculativo. Quel mio dire cifra, tu abbandonassi il tuo pregiudizio nei miei confronti perchè applichi malizia in eccesso, era solo per dire: guardate, io mi riferisco a questa foto di qualcosa in movimento dunque i dati statistici sono suscettibili di modifica ed i parametri che dico (che oltretutto possono essere benissimo dinamicamente modificati modificando una riflessione in corso). Ma è ovvio che quelle percentuali hanno senso solo se riferite ad un istante che era quello che appariva nel grande contatore, come chiunque avrebbe potuto vedere. E non mi sono posto il problema di includere le firme non contabilizzate, perchè immagino di conseguenza, non lo fossero nemmeno i dati statistici, dunque sarei stato disonesto ed infedele. Perchè un conto è riferirsi a 5000 firme con i relativi riparti statistici, un conto 14.000 ed oltre che avrebbero ingiustizia se però, i parametri restano riferiti ai 5000 e magari, quella differenza, stravolgesse i dati su cui suggerivo riflessione. Dunque non c'è alcuna cazzata, ma solo una tua eccessiva malizia pregiudiziale. Così come del resto, non posso includere firme non attendibili, anche questo mi pare onestà intellettuale. Uno altrimenti rischia di prendere in considerazione chi firma indebitamente molteplici volte. Lo scopo non era vedere esatto numero, ma suggerire di prendere in considerazione i riparti statistici (professione, età, grado di istruzione) in una riflessione dinamicamente in mutazione.
    Dispiace che però, una riflessione in questo senso, nemmen l'hai presa in considerazione, limitandoti alla solita strategia dell'incomunicabilità a compartimenti stagni e di trincea, muro contro muro. Limitarsi alla delegittimazione da preferire al confronto speculativo-argomentativo! Non sono questo tipo di repliche che avvantaggeranno mai un pensiero di sinsitra, credimi. Anzi, non so se è possibile farlo adesso, ma suggerisco di evidenziare come gli altri parametri, immediati e semplici, quello della provenienza territoriale delle adesioni. Rinnovando i complimenti per come è stato disposto ed organizzato quel sistema, ben leggibile e divertente.
    Alieno

  22. utente anonimo

    Non so se dipende dalla mia connessione altalenante, ma il contatore nel post visualizza 625 firme anzichè 6.250.
    Sicchè invito a segnalare il problema a chi può risolverlo.
    Alieno

    Ermahico: però se tutti facessero come te..?? E poi perchè dovrebbero beccare proprio te, scusa? Non sei nemmeno associabile al nick nel nome e cognome, credo, no?
    E poi, suvvia, i fascisti che devi temere, cioè quelli veri e non quelli che estendendo il termine a proprio piacimento si vuol disegnare, son veramente pochi. Perchè dargli questa soddisfazione di esser pochi ma arditi e temibili?
    Per quanto non condivida l'analisi per cui sarebbe "pericoloso" nel tuo caso, comprendo il tuo sentimento.
    Io per esempio sono tra i pochissimi firmatari (meno di dieci) di un'iniziativa legale contro il sindaco, nella prospettiva magari di chieder dimissioni. E vivo in una ben piccola realtà per cui non ti nascondo che ho anche un po' d'ansia per quella firma, oltretutto in cima…
    E qui, sindaco di cdx, le adesioni sono veramente forti per quella parte, con qualche invasato a mio avviso, da cui guardarsi bene.
    E però tirarsi indietro non è sempre possibile in un' iniziativa, ragionando sul fatto che tanto ci saranno altri..
    cioè non può essere quello il solo motivo per cui non firmi e devi dimostrare, se è solo quello e non una ragionevole motivazione come quella considerazione sotto che allude che non è la via giusta per ottener scopo, cioè che è per "paura" soltanto di qualche invasato (ma sono pochi, ti ricordo l'assembramento durante il governo Prodi, di leghisti, aennini e forzaitalioti a Piazza S. Giovanni senza alcuna velleità di scontri o violenza ecc più tipici di Piazze di segno opposto), di non esser colui che teme dagli altri ciò che agli altri farebbe.
    Perchè allora, in tal caso, è giusto che tu abbia paura temendo nel prossimo, te stesso.
    Ma voglio sperare che il motivo sia la sfiducia nello strumento di quell'iniziativa.
    Perchè secondo me hai proprio ragione, nemmeno con milioni di firme, democraticamente parlando, si può pretendere sue dimissioni. La nostra democrazia adotta altre vie e possibilità di espressione della sovranità popolare e le firme sono già state espresse non molto tempo fa, piuttosto chiaramente, col voto.
    E temo che a far raccolta firme dell'altra parte, si avrebbe qualche delusione. Cioè a suggerire che c'è da lavorare molto, ma non nella raccolta firma: di proposte, di credibilità, di programmi, di capacità di percepire la realtà, di entrarci meglio. A partire dal principio che il disprezzo d'una sovranità popolare, non è né giusto, ma nemmen strategicamente utile per concretizzare i propri valori.
    Durante il governo Prodi, tutti si sapeva, quel governo conquistato al prezzo di esser creatura agonizzante fin dalla campagna elettorale, fin dal progetto iniziale, che a raccoglier firme, il risultato sarebbe stato presto facile dopo pochissimi mesi.
    Non è servito raccoglier firme però, perchè quell'accanimento terapeutico cessasse e si tornasse al voto. Quell'esperienza dovrebbe pur insegnar qualcosa: quel governo in sé è il tentativo di prender scorciatoia, quell'Unione nemmen aveva un senso d'esistere, non nell'intenzione di una possibilità costruttiva, progettuale.. ma te le ricordi le storie sul "programma"? Un delirio. Scorciatoia per aver governo, ma non per governare. Ed oggi a sinistra, si paga un tremendo tributo penalizio per quella scorciatoia scellerata. Mi auguro che si apprenda l'arte (politica) e si metta da parte, evitando scorciatoie comode ma illusorie e ci si rimbocchi le maniche invece. Anche perchè ricapitasse cosa analoga a quel governo Unionesco, la sinistra si castrerebbe nella possibilità per i prossimi cento anni! Cioè presumibilmente dopo che Berlusconi è morto e sepolto. Ne vale la pena?
    Ora ti chiedo: secondo te la sinistra è oggi pronta a governare? Sicuri che convenga allo stato attuale? Forse mi sbaglio, ma temo che al momento, per una sinistra, è meglio lavorare ancora un po' per non ritrovarsi raccolte di firme in pochi mesi con numeri plebiscitari.
    Ciao.
    Alieno

  23. ermahico

    @Alien Pensiero:

    Durante il governo Prodi, tutti si sapeva, quel governo conquistato al prezzo di esser creatura agonizzante fin dalla campagna elettorale, fin dal progetto iniziale, che a raccoglier firme, il risultato sarebbe stato presto facile dopo pochissimi mesi

    O è morente o dà risultati facili… delle due l'una ALieno. Non puoi scrivere una cosa e poi il contrario della stessa. Fai solo confondere, te stesso.

  24. Tisbe

    @Gennaro, non mi risulta che Travaglio ricopre una carica istituzionale, né mi risulta che sia stato condannato… stai attento a quello che scrivi perché potrebbe denunciarti per diffamazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *