No alle “quote escort”

Avviso ai lettori: post telegrafico!

Ero già contraria alle quote rosa perché in un paese senza barriere di genere la presenza delle donne nei ruoli di dirigenza dovrebbe essere un fatto spontaneo, e non guidato dalle dirigenze di partito come una sorta di elemosina al sesso debole.
Sono assolutamente contraria alla nuova tendenza nazionale. Davvero la politica italiana sta conoscendo il suo periodo più becero riguardo i diritti e la dignità delle donne, da quando Berlusconi ha introdotto un nuovo sistema per favorire l’ingresso delle stesse in politica: la "quote escort"

14 commenti su “No alle “quote escort”

  1. demopazzia

    Le quote di qualunque tipo hanno avuto una funzione di lotta alla discriminazione in tutto il mondo. Se la versione italiana non funziona il problema non è nelle quote. E' negli italiani.

  2. utente anonimo

    Alla tipa qua sotto:
    Se le donne non riescono ad avere successo sono gli italiani che non le considerano tali. Bisogna convincere gli italiani che le donne sono in gamba anche se sono delle somare.

  3. utente anonimo

    Il presidente ha reso l'italia una cosa vergognosa in tutto il mondo, se fosse cosî intelligente di andarsene a casa assieme a tutte le sue donnine e fare i suoi luridi camodi in casa sua, ma non renderci noi ridicoli agli occhi di tutto il mondo VERGOGNA VERGOGNA UN NONNO DI 75 ANNI VERGOGNA

  4. utente anonimo

    Nonno non è che la tua è solo invidia? Comunque, se dovesse dimettersi poi le fanciulle diventano di tutti come nelle migliori teorie comuniste? In questo caso sono favorevole alle dimissioni immediate. A chi lo devo lasciare l'indirizzo per farmele spedire a casa?

  5. escortc

    Se l'opposizione la fanno a suon di gossip su notizie incerte preparatevi a silvio che governa per altri 20 anni. Ma veramente pensate che uno come silvio ha bisogno di pagare una donna? E se anche la pagasse pensate veramente che non gli possa dare tanti soldi da starsene zitta? Se uno paga una donna è per non avere problemi, non paga una donna per poi avere problemi. Ma qualcuno pensa che silvio sia scemo e che gli italiani siano un popolo di scemi.
    <a rel="nofollow" href="http://it.escort.gs&quot; target="_blank" rel="nofollow">escort

  6. WebLogin

    Ho letto che la Mussolini ha denunciato Grillo per avere detto che in Parlamento c'è anche qualche zoccola… beh, mi sa proprio che la Mussolini dovrebbe ritirare la denuncia contro Grillo… 😉

    "Escort per il premier. Un tempo voleva dire: il Presidente del Consiglio guida una Ford." (Beppe Severgnini)

    Giuseppe

  7. utente anonimo

    si sarà sentita toccare sul vivo!
    Ho stima ed ammirazione per le prostitute,quelle che lo fanno per necessità oggettive.Sono costrette,per fame,a soggiacere con tutti,anche con gli esseri più ripugnanti,con vecchi bavosi e viziosi.Ho,invece, una certa diffidenza in quelle che prostitute non lo sono poiché non lo fanno per necessità oggettiva e soggiacciono non con tutti ma,solo con danarosi o molto influenti.
    Se da una parte c'è la "ford"o l'accompagnatrice o l'arrampicatrice sociale,dall'altra c'è,nel caso in questione(del resto molto comune)il vecchietto rimasto adolescente con in testa un'unica cosa,del resto comprensibile e condivisibile fino ad una certa età.La "escort" può essere assolta o condannata sul piano morale,su quello sociale,su quello intellettivo,su quello educativo,ma il vecchietto vizioso su quali piani può essere assolto?perché non sa vivere la propria età biologica ed è rimasto bambino o perchè non si è fatto "operare"togliendosela dalla testa?Qualcuno dirà che sono fatti suoi,certamente se il vecchietto in questione fosse uno qualsiasi,al massimo lo si condannerebbe per moralità,ma è colui che sta ai vertici della vita pubblica è colui che intrattiene rapporti con i paesi esteri e che dovrebbe dare l'esempio di equilibrio e serietà
    ai cittadini.Evidentemente i cittadini che lo sostengono non hanno ne equilibrio e ne serietà.

  8. utente anonimo

    E' una risposta a quello che scrivo in questi giorni?

    Beh, è vero le quote rosa sono un non sense, ma senza di esse, come dimostra Molfetta, le donne sarebbero completamente escluse dalla vita politica e amministrativa.
    Dai quadri dirigenti, in parole povere.

    Questa è la realtà, poi parliamo pure di meritocrazia e di asini che volano, per me va bene.

    Anzi a gran parte degli italiani va bene, visto quello che son disposti a credere (http://riciardengo.blogspot.com/2009/06/tarapia-tapioco-prematurata-la.html)
    Ma al di là di questo, è purtroppo vero che dalle quote rosa, mezzo transitorio, siamo passati alle tristi quote escort… è un salto dalla padella alla brace!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *