Rivisitazione: hai due mucche

SOCIALISMO: Hai 2 mucche. Il tuo vicino ti aiuta ad occupartene e tu dividi il latte con lui.

COMUNISMO: Hai 2 mucche. Il governo te le prende e ti fornisce il latte secondo i tuoi bisogni.

FASCISMO: Hai 2 mucche Il governo te le prende e ti vende il latte.

NAZISMO: Hai 2 mucche. Il governo prende la vacca bianca ed uccide quella nera.

DITTATURA: Hai 2 mucche. La polizia te le confisca e ti fucila.

FEUDALESIMO: Hai 2 mucche. Il feudatario prende metà del latte e si tromba tua moglie.

DEMOCRAZIA: Hai 2 mucche. Si vota per decidere a chi spetta il latte.

DEMOCRAZIA RAPPRESENTATIVA: Hai 2 mucche. Si vota per chi eleggerà la persona che deciderà a chi spetta il latte.

ANARCHIA: Hai 2 mucche. Lasci che si organizzino in autogestione.

CAPITALISMO: Hai 2 mucche Ne vendi una per comprare un toro ed avere dei vitelli con cui iniziare un allevamento.

CAPITALISMO SELVAGGIO: Hai 2 mucche. Fai macellare la prima ed obblighi la seconda a produrre tanto latte come 4 mucche. Alla fine licenzi l’operaio che se ne occupava accusandolo di aver lasciato morire la vacca di sfinimento.

BERLUSCONISMO: Hai 2 mucche. Ne vendi 3 alla tua Società quotata in borsa, utilizzando lettere di credito aperte da tuo fratello sulla tua banca. Poi fai uno scambio delle lettere di credito, con una partecipazione in una Società soggetta ad offerta pubblica e nell’operazione guadagni 4 mucche beneficiando anche di un abbattimento fiscale per il possesso di 5 mucche. I diritti sulla produzione del latte di 6 mucche vengono trasferiti da un intermediario panamense sul conto di una Società con sede alle Isole Cayman, posseduta clandestinamente da un azionista che rivende alla tua Società i diritti sulla produzione del latte di 7 mucche. Nei libri contabili di questa Società figurano 8 ruminanti con l’opzione d’acquisto per un ulteriore animale. Nel frattempo hai abbattuto le 2 mucche perché sporcano e puzzano. Quando stanno per beccarti, diventi Presidente del Consiglio.

SOCIETA’ FONDATA SULLA FAMIGLIA: Hai due mucche, una la sposi e la rispetti e ci fai figli e famiglia e casa e le feste comandate e i debiti e la passeggiata il sabato sera con la pizza e il cinema la domenica; e l’altra la ami, le racconti le tue follie, ci vai a letto con piacere e l’ascolti nelle sue solitudini e ci vivi tutte le tue cose da ragazzo libero quando andavi a scuola. (aggiunta da Antonio su Faccialibro)

11 commenti su “Rivisitazione: hai due mucche

  1. utente anonimo

    Questo post è veramente grande.
    Se dipendesse da me opterei per la soluzione Anarchia (ma ci vorrebbe una vita per veder maturare le genti all’autogestione).
    Ciao!

  2. utente anonimo

    CAPITALISMO IN DEMOCRAZIA: Hai 2 mucche. le tratti bene e con esperienza, rendono molto e assumi due aiutanti. Con il guadagno ne comperi altrettante e poi ancora. Lavori tanto, ma con soddisfazione ed arrivi ad aprire una grande Centrale del latte modello. Paghi fior di tasse, dai lavoro a tante famiglie, assumi anche una parte di extracomunitari e assicuri un futuro ai tuoi figli. Vivi felice con la tua famiglia e, dato che avanzi sempre un pò di soldi, fai beneficenza, qualche adozione a distanza, sovvenzioni alcune Onlus, ect. Insomma, fai del bene.

    Se vivi in Italia troverai sempre qualche disadattato sociale, invidioso, buono a nulla… che ti odierà! Queste sono le vere brutture italiane, prendiamone coscienza.

  3. WebLogin

    "Hai 2 mucche. Ne vendi 3 alla tua Società quotata in borsa…" Ahahahah

    Divertente questo post 🙂 …ma è vero che chi si comporta così alla fine va cmq in carcere? 😉

    Ciao carissima, un caro abbraccio rosso :-*

  4. utente anonimo

    COMUNISMO. Ci sono 4 mucche: 2 sono mie e 2 sono tue. Le prime 2 me li tengo io. Le altre 2 le dividiamo: 1 a te e 1 a me. Così abbiamo 1 mucca in comune. Devi sempre dire che la comunanza dei beni è cosa buona e giusta: lo dicono anche i preti. Devi sempre dire quello che dicono e mai quello che fanno. Altrimenti: che predicatore sei? Se non ubbidisci: o le foibe o l'inferno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *