Giù le mani dal nostro corpo!

Giù le mani dal nostro corpo!
(ndr. sì, ma cosa vi aspettate dagli uomini di destra?)

Mentre l'attacco alla Legge 194 si fa più intenso, la reazione delle donne inizia a farsi sentire e ad organizzarsi.

RU486 a Milano e in Lombardia
Passaparola!
Giovedì 8 aprile, ore 19.30
riunione in Corso di Porta Nuova 32 a Milano,
presso Libera Università delle donne.
E' in preparazione anche una manifestazione a Torino (probabilmente il 25 aprile) sullo stesso tema.

"Siamo molto preoccupate per le fulminee prese di posizione di Roberto Cota e Luca Zaia, neo eletti governatori del Piemonte e del Veneto che, non ancora insediati, hanno tuonato e minacciato sfaceli contro la pillola abortiva RU 486.
Le loro dichiarazioni, anche se successivamente stemperate per effetto dell'intervento del loro maitre-à-penser, Umberto Bossi, segnano l'inizio, a nostro avviso, di una nuova stagione di persecuzione nei confronti delle donne."Giù le mani dal nostro corpo!Per essere protagoniste in questa partita che si gioca sul corpo delle donne – soprattutto le meno garantite, come le immigrate. Perché ci interessa verificare se e come le donne che vivono a Milano e in Lombardia potranno accedere al farmaco, e se la legge 194 sarà rispettata in tutte le sue parti – anche quelle a garanzia del diritto all'autodeterminazione, troppo spesso trascurate nelle politiche sanitarie regionali.
L'incontro è promosso da alcuni nodi della rete informale dell'attivismo femminista milanese.
"Come attiviste (Comitato PrimoMarzo) e come donne crediamo che non si possa restare con le mani in mano ad aspettare che cominci la caccia alle streghe. Dobbiamo muoverci prima e impegnarci per stroncarla sul nascere. Dobbiamo unirci in difesa del diritto delle donne ad abortire in sicurezza e a decidere il modo in cui farlo, senza che al dolore di una scelta già drammatica come l'aborto si aggiungano altre sofferenze, altri traumi, altre difficoltà."
Invita un'amica/o, firma e diffondi l'appello.

Manda la tua adesione scrivendo alla mail:
reagireora@gmail.com

riportando il vostro nome, cognome e la professione
e specificando"aderisco"nell'oggetto della mail.

5 commenti su “Giù le mani dal nostro corpo!

  1. primis

    una cosa non capisco…
    per rimanere incinta, una donna deve necessariamente farsi mettere le mani addosso (e non solo quelle) prima.
    perchè solo l'aborto è una manifestazione di indipendenza?
    non sarebbe più sensato dire "no" prima?

  2. Tisbe

    @ernest, su questo non ci sono dubbi, non lasceremo distruggere i nostri diritti!@primis, hai un'idea un po' deviata del sesso…

  3. Tisbe

    @Giuseppe, la Chiesa farebbe bene a pensare ai suoi gravi peccati interni, e a quante vite i preti pedofili hanno rovinato. Chi subisce molestie di natura sessuale in età non appropriata paga un prezzo altissimo per tutta la vita. Ecco, la Chiesa pensasse a questo e alle schifezze di questo governo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *