Passaggi – ultimo

Ho un ultimo passaggio da fare: buttare via il resto degli oggetti inutili che ho accumulato in questi anni. Trasferirmi in una casa più piccola ha creato dentro di me il bisogno smodato di staccarmi dagli oggetti. Già avevo cominciato un nuovo percorso cambiando le mie abitudini alimentari, al punto che i supermercati mi sembrano un punto vendita di veleni. Pochi sono gli alimenti, al loro interno, che mi paiono commestibili. Dopo aver epurato la mia casa degli oggetti inutili, e aver avvertito tutta la fatica per portare a termine questa operazione sublime e liberatoria, è accaduto un altro evento rivoluzionario. È venuto meno anche quel flebile desiderio di comprare che era presente in me. Ora i negozi mi appaiono come un agglomerato di rifiuti, di immondizia, e non riesco a vederli diversamente. Di certo non piacerò al nostro premier che invita a spendere e spandere per far girare l’economia… poco male… Insomma, ha avuto inizio la mia rinascita, e badate bene, non si tratta di superficiale restyling, ma di un mutamento profondo e radicale, e soprattutto di un cambiamento consapevole. Non so dove questo percorso mi porterà, ma quel che conta è che ho già cominciato a camminare e, come i Rom e i Sinti ho lasciato la zavorra senza rimpianti… e senza di essa, sento che potrò volare e spingermi oltre, dove è consentito a pochi.

9 commenti su “Passaggi – ultimo

  1. Chit

    Ecco di chi è la colpa della crisi…. te possino!?!?  <img alt="" src="/misc/smiley/Forum/laughing.png" title="" /> <img alt="" src="/misc/smiley/Forum/laughing.png" title="" /> <img alt="" src="/misc/smiley/Forum/laughing.png" title="" />

  2. Tisbe

    @pattume, grazie :-)@Chit, ahahahhahah hai ragione! Fosse per me l'economia si fermerebbe… non sono una buona acquirente 😉

  3. utente anonimo

    …non so, credo che questi post lascino trasparire un cambiamento dovuto ad un evento o forse ad un momento di iquietudine che ha una sua origine…ma forse mi sbaglio.cmq in bocca al lupo Tisbe.

  4. utente anonimo

    Quando prendi una decisione, una linea comportamentale, cambia la visione delle cose. Come quando sono diventato vegetariano, e seguentemente, per certi versi salutista a mia insaputa.Non compro più quello perchè è prodotto da quella marca, non compro quell'altro perchè schifoso e via dicendo.Non compro è oggi una frase nobile. Come lo è comprare tutt'altre cose, andare in un punto equo e solidale o iscriversi a un GAS.Sono gesti che porterebbero a superare in un balzo Berlusconi.Lo renderebbero un cavaliere inesistente.http://riciardengo.blogspot.com/2010/04/il-cavaliere-inesistente.html

  5. desiderio947

    Spero tu stia bene. Mi fa piacere leggere che sei orientata alla conquista dell'essenziale. E' vero non tutti possono capire, così come recita un vecchio proverbio contadino: la pancia piena non può capire pancia vuota.Ciao, un abbraccio. beppe

  6. utente anonimo

    Buon Primo maggio! :-)P.S. Ehi Tis, torna presto online, mi manchi! ;-)Ciao carissima, un abbraccio rossoGiuseppe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *