Obama annuncia la fine della guerra – gli orrori della stampa italiana contro Saddam

Obama annuncia la fine della guerra - gli orrori della stampa italiana contro SaddamLa Stampa – Barack Obama dichiara la fine della guerra in Iraq e conferma la scelta della exit strategy dall'Afghanistan in un discorso alla nazione di 18 minuti che adopera ad un duplice fine: sanare le spaccature che hanno segnato l'America per oltre sette anni sull'operazione "Iraq Freedom" e far sapere ai cittadini che d'ora in avanti la sua "missione centrale" sarà risollevare l'economia nazionale e creare milioni di posti di lavoro.
Per l'occasione offro ai miei lettori una carrellata di orrori scritti dalla stampa italiana nel 1991, quando molti giornali si schierarono in guerra contro Saddam.
Il Giornale: "E' vero che i pacifisti sono lupi travestiti da agnelli" 24 gennaio; "I Patriot difendono i mercati, nelle borse estere torna la fiducia" 25 gennaio (Oggi si ritiene che sia stata la guerra all'Iraq a causare la grave crisi economica ancora in atto in occidente); "Finalmente li abbiamo visti atterrare. Li abbiamo visti scendere dall'aereo, togliersi il casco e restare così, in piena luce, con i capelli appiccicati alla fronte dal sudore di quattro ore di volo, volto arrossato dalla tensione di un tuffo nel calderone di fiamma e acciaio. Una scena emozionante e commovente" 26 febbraio
Avanti: "Il conflitto non è mai degenerato" 1 gennaio; "Ancora una volta ci siamo sentiti lontani e contrapposti rispetto a certe manifestazioni di pacifismo strabico, a certe predicazioni pacifoidi" Bettino Craxi 6 marzo
Corriere della sera: "Non si potrà lodare mai abbastanza George Bush" 25 gennaio; "Vorrei essere impegnato in qualcosa di utile contro il nemico" una delle questioni poste in un sondaggio giornalistico tra i giovani di leva 24 gennaio; "A seguito della formidabile task force statunitense. La cavalleria del cielo nel cuore dell'Iraq. Dagli Apache ai Blackhawk il trionfo dell'ala rotante" titoli del 26 febbraio; "Dobbiamo convivere con la guerra, vivere nella guerra, fino a dimenticarci che esiste" Francesco Alberoni 4 febbraio
La Stampa: "Il tornado romberà più alto" titolo del 24 gennaio; "La liberazione del Kuwait richiederà immenso coraggio, al fronte, ed immensa risolutezza, in patria" 1 febbraio
Il Tempo: "Quei pacifisti che manifestano in piazza per imporre un'impossibile fuga dalla realtà, verso l'utopia di un mondo estraniato dalla necessità della forza e del valore del coraggio" 19 gennaio
L'Europeo: "La gente inscena incredibili farse in piazza" gennaio
La Repubblica: "Sì alla guerra dell'Onu" 2 febbraio
Italia1: "C'è un momento in cui bisogna parlare di pace e c'è un momento in cui è necessario che emerga un altro concetto, quello della vittoria. Il problema adesso è vincere questa guerra" Giuliano Ferrara 1 gennaio; "Nella prima battaglia terrestre in Arabia sono morti centinaia di irakeni e purtroppo dieci marines" telegiornale 1 febbraio
Fonte: allegato di Avvenimenti
(
EFTVQRUQYZ8K)

3 commenti su “Obama annuncia la fine della guerra – gli orrori della stampa italiana contro Saddam

  1. SaR

    Diceva Mao," la guerra è la politica in altri termini!" Per smetterla ne dovrà passare il mondo di NOTTATE! Un saluto da Sar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *