My Sky Hd, rapporto finale

Ed eccomi qui, davanti al monitor bianco a scrivere l’ultimo post dedicato all’esperienza  My Sky Hd. Chi mi ha seguita in questo viaggio avventuroso, sa che faccio parte di quei 50 fortunati blogger, individuati da Liquida per partecipare al “My Sky Esperience in Hd – le emozioni di Sky raccontate dai blogger”. Nei precedenti post non vi ho annoiato con la descrizioni delle meraviglie tecniche di Sky perché credo ci siano blogger molto più qualificati di me per farlo, vi basta sapere che Sky è superiore, senza ombra di dubbio, nella qualità dell’immagine, nella semplicità di fruizione, e per finire, il digitale terrestre è lontano anni luce da siffatta qualità. Detto questo, passo a parlare di ciò che sempre mi ha interessato nella vita. Ed è ciò che con qualche forzatura potremmo definire “pragmatica”, intendendo con questa espressione, la fase in cui l’artefatto umano entra in relazione con la mente, dando vita e nuovi spazi noetici. Che cosa succede all’essere umano che utilizza apparecchi tecnologici così sofisticati? La risposta è molto più semplice di quanto sembri. Il soggetto modifica non solo il proprio comportamento, ma anche le proprie sovrastrutture ideologiche. Una volta provato Sky Hd non si può più tornare indietro, soprattutto per chi come me, ha sempre considerato la Tv un pezzo di arredamento, almeno da quando la Rai si è messa a giocare al ribasso per inseguire Mediaset nel suo percorso sottoculturale.

Ma c’è un’altra domanda a cui devo assolutamente rispondere in questo ultimo post: quando finiranno i 6 mesi dell’iniziativa Sky sarò disposta a pagare i quasi 50 euro per il pacchetto che sto utilizzando adesso?

La mia risposta è molto simile a quella data dal blogger Sergio Gandrus. La risposta è, no! Innanzitutto, io non utilizzo l’intero pacchetto perché sono da sola, oppure c’è mia figlia che ha superato abbondantemente la fase cartoon e si interessa solo di temi adolescenziali. Il pacchetto è ottimo per le famiglie numerose. Anche se la spesa è alla mia portata,  francamente, ho altre priorità, come ad esempio, il mutuo da pagare, e avere l’adsl per 24 ore al giorno. Poiché la mia vita ideale sarebbe quella di poter leggere libri e guardare film tutto il giorno, magari intervallati da qualche piacevole attività fisica, opterei per il pacchetto da 29 euro. In questo modo mi farei un bel regalo senza affogare nei sensi di colpa 😉

C’è un altro motivo per cui faccio il tifo per Sky senza se e senza ma: Paolo Romani utilizzerebbe il potere del governo per favorire Mediaset di Berlusconi a scapito della rivale Sky. E’ quanto denuncia Wikileaks. E siccome io detesto dal profondo del mio essere Berlusconi e tutto ciò che è riconducibile a lui… tirate un po’ le somme.

Fermo restando che dall’alto delle mie convinzioni politiche assolutamente comuniste e tendenti ad uno stato rivoluzionario permanente, Sky sarebbe un regalo dello stato ai suoi cittadini. Ma si sa… meglio lasciare il popolo nella rozza ignoranza, e fare che la cultura sia appannaggio di un’élite. Godiamocelo fino in fondo questo spettacolo crepuscolare. Dietro il sipario la democrazia nasconde bene le sue ataviche esigenze dittatoriali. Buon 2011 a tutti, e buona visione con Sky.

2 commenti su “My Sky Hd, rapporto finale

  1. Sergio Gandrus

    Mi fa piacere di non essere stato l'unico a porre una questione morale.
    In epoca di crisi è grottesco che si faccia la fila davanti ai negozi della Apple per prendere un cellulare da 700 euro così come lo è il successo dei costosi ed inquinanti SUV in campo automobilistico.
    Sky, per quanto sia un ottimo prodotto, lo vedo caro nel suo pacchetto completo ed accettabile (come costo) in quello "monco".
    Spesso però si perde di vista il vero valore delle cose a favore dei bisogni imposti dall'alto.

    Ti auguro un buon anno 😉

    1. Tisbe Autore del post

      Caro Sergio, con me sfondi una porta aperta! Io sono propensa ad una decrescita felice, e tu definisci, a ragione, certi comportamenti, grotteschi. Ti rinnovo gli auguri di buon anno 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *