Chi non salta Pisapia è!

Tutto è cominciato nel pieno della campagna elettorale con la Moratti pronta a seguire le orme di mister B. L’arroganza a volte fa commettere grossolani errori, ed è quello che è successo al sindaco uscente di Milano, che in un faccia a faccia televisivo ha calunniato bellamente l’altro candidato. E il web libero si è scatenato. Prima su Twitter con cinguettii di tendenza #morattiquotes #Pisapia. Gli internauti si sono lanciati in una gara a chi la scrive più grossa sulle presunte bravate di Pisapia. “E’ colpa di Pisapia…” Perché si sa, mister B dopo 10 anni di continuo governo dell’Italia, e dopo essere sceso in campo nel lontano 1994 continua a blaterare: ” è colpa dei governi precedenti!”. Bravo a trovare il capro espiatorio, avendo aumentato il proprio capitale personale e dissanguato i conti del Paese, addossa la colpa alla crisi economica mondiale.

Ma il vento sta cambiando, gli italiani si stanno svegliando dal sonno della ragione e Pisapia è riuscito ad ottenere il ballottaggio. Ed ecco ripartire la macchina del fango ordita dai seguaci di mister B.

Pronta arriva la lagna di Red Ronnie che scrive sul suo profilo fb:

Primo esempio del vento che sta cambiando a Milano: cancellato LiveMi di sabato 21 maggio, in Galleria del Corso. Era l’inizio di LiveMi 2011 (che se vincerà Pisapia sarà cancellato dai progetti del Comune). Dava spazio a gruppi e artisti emergenti che potevano esibirsi con brani propri. In compenso Pisapia sta pensando a un megaconcerto con Jovanotti, Ligabue e Irene Grandi. Per dare voce a chi non ce l’ha

Non l’avesse mai fatto! Si scatenano gli internauti e invadono la sua bacheca con il tormentone del momento. La figlia di Red lamenta insulti, ma io francamente non ne ho letti…

Ovviamente la sorte ci mette l’immancabile ironia e Pisapia, come in una classica commedia a lieto fine, sventa un furto di auto e una rapina.

Se dovessimo prendere Milano, è certo che ci riprenderemo presto tutta l’Italia!

E’ un buon auspicio… chi non salta Pisapia è!

18 commenti su “Chi non salta Pisapia è!

  1. pattume

    la campagna elettorale del PdL è l'essenza della politica berlusco-leghista. Non si parla di programmi, ma di paure: l'immigrato, il campo rom, la droga, la moschea. Stavolta però sembra che i cittadini non si faranno ingannare!

    1. Tisbe Autore del post

      L'ora della verità si sta avvicinando… io non condivido la visione della vita dei pidiellini per i quali conta solo vincere ed umiliare l'avversario… fin da bambina ho avvertito un bisogno quasi fisico di schierarmi con il più debole. Speriamo bene

      1. Mariadele

        Cara Tisbe (permettimi questa confidenza) finalmente ti rileggo. Mi ritrovo molto nelle tue idee, anche se sono più vecchia di te. Spesso, dopo aver ascoltato le varie "palate di fango" di B. mi chiedo " dormirà la notte o sarà sommerso da sensi di colpa"?
        Perché solo a me i sensi di colpa se mi sembra di non aver fatto compiutamente il mio dovere? Poi mi sento apostrofare come senza cervello, inculcatrice di valori contrari a quelli delle famiglie, ecc. Forse la misura è colma. Finalmente meglio tardi che mai. Finalmente anche i suoi elettori si sono accorti del degrado a cui è arrivata la nostra Repubblica e il nostro comune sentire.
        Mariadele (madre di un senzacervello in fuga)

  2. vittorio

    VOGLIAMO AZZERARE IL DEBITO DELLO STATO?
    incominciamo con l'eliminare tutti i politici servi delle lobby , sostituendoli con MASSAIE
    Laureate a L’università della Vita dove gli esami si danno tutti i giorni,
    lottando con stipendi da Fame ,quando va bene ammontano a Euro 1200,00 al mese.
    abituate come sono ,a eliminare il superfluo, in breve tempo il debito Pubblico tornerebbe in pari,
    con benefici per tutto il Popolo.
    facendo pagare i danni ,hai Parassiti , Bianchi -Rossi -Neri – che ci hanno dissanguato in questi 63 anni di Repubblica.
    Gestendo le risorse con oculatezza , potremmo vivere senza essere ricattati, da chi gestisce i capitali sottratti al Popolo con le ruberie
    L'Italia detenendo il 60% del patrimonio Artistico Mondiale potrebbe vivere in prevalenza di Turismo
    Se non li mandiamo via , questi Parassiti troveranno il sistema di privatizzare tutti i beni dello Stato, lasciandoci in mutande. svegliateviiiiiiiiiii VITTORIO

  3. david

    Gentilis.ma sig.ra Tisbe,
    non è un fatto di debolezza ma di dignità e rispetto.
    In questa Illusa delusa Italia solo la dignità e il rispetto potrà ridare un equilibrio.
    Non è la vittoria dei più deboli, piuttosto è la definitiva presa di coscienza di un popolo umiliato
    e ingannato .
    Volevano uccidere il popolo con la paura , ma il popolo ,per la maggioranza, vuole ancora vivere.

    1. mariadele

      Sottoscrivo parola per parola. Rimbocchiamoci le maniche e ricostruiamo il dialogo anche con i "perdenti". L'Italia è nostra, miglioriamola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *