Basta denigrare le istituzioni! Max Laudadio vs Schifani

Nuova bufera sulla vita politica italiana. Ecco i fatti: il conduttore Max Laudadio, durante la trasmissione “Attenda in linea” in onda su Radio 2, definisce “delinquenti” i parlamentari. Immediatamente scatta la censura e Schifani scrive al dg della Rai Lorenza Lei che annuncia provvedimenti nei confronti dei responsabili.

Se non ci fossero dei precedenti, potrei concordare con Schifani. In realtà, per l’ennesima volta, la politica perde l’occasione di stare zitta e fare mea culpa. L’arroganza e la prepotenza della classe dirigente italiana non ha confini, perché LORO si permettono di insultare chiunque, ma guai ad utilizzare le loro stesse armi per colpirli. E’ tempo che il popolo italiano si svegli dal lungo torpore e cominci a ragionare.

Vogliamo fare la lista dei contenuti “gravemente offensivi dell’onore e della reputazione degli italiani”? Vogliamo parlare di Tremonti e Brunetta e del loro trauma infantile con gli statali? Vogliamo rispolverare i loro insulti?

Vogliamo parlare della macchina del fango contro la Magistratura? Che è un’Istituzione dello Stato? Ordita da Berlusconi, attuale capo del governo, e dai suoi fedelissimi.

Meglio stendere, invece, un velo pietoso su Bossi e la Lega nord, il dito medio e il vilipendio al Tricolore…

E questa classe politica ci viene a chiedere di non insultare? Ma con quale coraggio? Hanno attaccato periodicamente varie categorie di lavoratori per creare il divide et impera, per vivere di rendita sulla guerra fra poveri, ed ora pretendono il nostro silenzio?

BASTA!

Basta denigrare la Magistratura! Basta con la Casta che in questi ultimi anni, per favorire il divide et impera, ha sparato nel mucchio delle varie categorie di lavoratori. Basta esporre i dipendenti pubblici al pubblico ludibrio per bocca di rappresentanti del Governo! BASTA, mio caro signor ministro LO DICIAMO NOI!

La nostra pazienza è terminata, forse nopn hanno ancora capito che c’è tanto fuoco che cova sotto la cenere, pronto ad incendiare i loro privilegi di casta intoccabile!

Ecco il video censurato da Schifani.

8 commenti su “Basta denigrare le istituzioni! Max Laudadio vs Schifani

    1. Tisbe Autore del post

      Il punto è che si sentono in diritto di dire e fare qualsiasi cosa, in particolare tutto ciò che, invece, è proibito ai comuni mortali

  1. giuseppe

    Queste merdacce, a sentirle parlare in TV della necessita di ritoccare le pensioni, perchè non possiamo permetterci gente che a 55 anni dopo 40 di lavoro viva sulle spalle dello stato, non hanno ne sentimento nè cervello, perchè se lo avessero capirebbero che non possono più tirare la corda e prima o poi qualcuno si stancherà di sentire le solite litanie, quando loro vanno in pensione dopo 2.5 anni con 3000€ al mese, e comincerà ad agitare i forconi e allora ne vedremo delle belle per Schifani e soci. Ed anche il PD deve smetterla e decidere finalmente con quale parte del paese stare, altro che imbarazzo per lo sciopero generale, è ancora troppo poco e ora di assaltare il palazzo.

  2. francesco dotto

    d'accordissimo con tutto…peccato pero' siano state menzionate solo"persone" del governo,quando invece si dovrebbe capire che non c'e' distinzione tra loro e quegli altri..
    A partire dal capo dello stato, che con gli ultimi tagli non ha aperto bocca(tanto lui continua a guadagnare i suoi 221000 euro annui e nessuno glieli ha toccati!!!),le istituzioni tutte sono un grosso
    porcile di parassiti,attaccati alle fatiche del popolo,incapace e impossibilitato a reagire.
    Percio',per una volta, facciamo pure di un erba un fascio!!

    1. Tisbe Autore del post

      Io credo che non si possa fare qualunquismo, perchè in questo momento potrebbe essere davvero letale per la democrazia. Le persone oneste ESISTONO! Non è vero che, giunti al potere, siamo tutti dei farabutti. Non è vero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *