In nome del Pil

A volte sono sufficienti poche parole ben azzeccate.

Sebbene io abbia avuto molti dubbi sull’intervento in Libia e non mi sia schierata su nessuno dei due fronti, sento la necessità di fare qualche considerazione.

Intanto vorrei capire perché l’Occidente favorisce l’instaurarsi di dittature a cui bacia volentieri le mani, per dichiararle fuori Etica dopo qualche decina di anni; e poi vorrei capire cosa si nasconde dietro la guerra in Libia. Solo petrolio e gas? Non credo. Come credo fermamente, che per fermare sia Saddam, sia Gheddafi, non era necessario portare i due paesi alla guerra civile. Con lo schieramento di tutta l’Intelligence, non sarebbe stato molto più facile ed indolore liberarsi dei dittatori in altro modo?

Un dubbio così forte, quando non vuol essere certezza, mi conduce ad una sola amara conclusione: i combustibili fossili non giusticano la guerra… c’è dell’altro.

Gli stati occidentali mirano alla ricostruzione. E’ evidente che il boom economico è un fenomeno tipico del dopoguerra, e che importa se le vittime sono solo dei bambini. Si fa tutto in nome del Pil!

2 commenti su “In nome del Pil

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *