Piazza San Giovanni, dai funerali di Berlinguer all’occupazione simbolica di Grillo

Beppe Grillo chiuderà la sua campagna elettorale nella Piazza San Giovanni a Roma, quella delle oceaniche manifestazioni del Pci e soprattutto quella dell’ultimo saluto ad un simbolo del Pci stesso, Enrico Berlinguer.

Per chi si riconosce negli ideali di sinistra ed ancor più nell’ideale comunista, questo evento è di una desolazione difficilmente comunicabile. Ci siamo persi tutti, perché la crisi del comunismo nel mondo, la caduta del muro di Berlino, tutto quel processo di americanizzazione dell’occidente ha avuto i suoi drammatici effetti. La perdita di Piazza San Giovanni, ceduta prima a Berlusconi, al M5S poi, sta ad indicare che la vera rottamazione, a sinistra, è avvenuta sui simboli “positivi” e non su certe alleanze a strizzate d’occhio con gli eredi della Balena Bianca.

E’ un momento di rassegnazione e di tristezza che rimanda ad un risultato elettorale che, comunque vada, ci vedrà perdenti.

Questa campagna elettorale ha mostrato il livello infimo che ha toccato la politica odierna. Non condivido gli attacchi a testa bassa, né la demonizzazione dell’avversario, chiunque esso sia.

Vorrei un mondo leale, dove chi vince favorisca soprattutto chi perde. Vorrei una politica efficiente che si porti oltre i limiti dei colori di appartenenza, e lavori con ingegno a risolvere i problemi del paese, e a migliorare le condizioni di vita di tutti. Ma poi mi guardo intorno, e vedo l’italiano medio,

ignorante, arrogante, con poca voglia di lavorare …

(è sufficiente mettergli una misera “divisa” addosso che comincia ad abusare del proprio potere e a maltrattare chiunque gli capiti a tiro)

e capisco che vivo nel paese sbagliato, e qualsiasi politico, anche bravo, onesto e preparato, non ce la potrà mai fare, perché dietro alla perdita di simboli, si nasconde sempre la perdita di Valori e di sostanza.

Siamo tutti orfani di Piazza San Giovanni addobbata di rosso!

4 commenti su “Piazza San Giovanni, dai funerali di Berlinguer all’occupazione simbolica di Grillo

  1. Spartacus Quirinus

    Cara Tisbe, sono anni ormai che la piazza in cui, giovanetto, andavo ad ascoltare Palmiro Togliatti, non è più una piazza centrale per l'ex PCI… solo il primo maggio viene ormai utilizzata dai sindacati… sinceramente non mi sento "orfano" od "orbato" di piazza San Giovanni… lasciamo cricriccare ancora una volta il grillo… gli insetti hanno una breve stagione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *