Oltre il M5s, il modello della rivoluzione permanente

Voi dite di aver votato semplici cittadini, ma io vi chiedo, quei semplici cittadini sarebbero mai stati eletti se non avessero avuto Casaleggio come sponsor e Grillo come testimonial?

Sapete benissimo che nessuno degli eletti del M5S sarebbe stato eletto come semplice cittadino.

Voi dite che questa è una rivoluzione, ma a conti fatti, questa manovra, tesa ad accogliere il voto causato dal mal di pancia degli italiani, mira solo a sostituire la casta esistente con un’altra casta nuova di zecca.

Con l’aggravante che la nuova casta avrà un unico padrone, sfuggendo di fatto ad ogni regola democratica, e cadendo nelle maglie della deriva autoritaria.

L’unico modo per sfuggire a questa ipotesi, è l’assestamento della protesta non oltre i numeri che ci ha restituito la tornata elettorale. Un numero la cui presenza può costringere la casta a riformare il sistema e a riformarsi.

Noi, per salvarci, dobbiamo sfuggire alla logica rivoluzionaria fin d’ora attuata nella storia, che prevede come modello rivoluzione=breve governo rivoluzionario o direttorio=deriva autoritaria=restaurazione

Per salvarci dobbiamo instaurare una sorta di rivoluzione permenente che assecondi, attraverso il sistema riformistico dei governi, il panta rei del mondo esistente.

Il modello che si potrebbe utilizzare è quello dell’applicatio fornito dalla Giurisprudenza. Una regola generalissima si applica al fatto contingente, e si aggiusta, ritornandone trasformata per essere adattata alla realtà, ma salva ed immutabile nel principio e nello spirito.

RIVOLUZIONE PERMANENTE, è questa la strada, non sostituzione della casta con una nuova casta.

5 commenti su “Oltre il M5s, il modello della rivoluzione permanente

  1. duhangst

    Sarebbe proprio una buona cosa.
    Vediamo che succederà, per adesso a pelle non li sopporto molto, con il loro atteggiamento: "Noi abbiamo capito tutti e voi navigate nel buio".
    Questa è solo una mia modestissima impressione però…

    1. Tisbe Autore del post

      E' anche la mia impressione. A pelle si avviano a sostituire la casta chiusa, con un setta ancora più chiusa. E' chiro che si tratta delle mie impressioni 😉

  2. lele

    cara tisbe
    commentavo nel tuo blog tempo fà (anni?),poi per un'incomprensione nata ho ritenuto opportuno di astenermi.
    Oggi ho riscoperto casualmente il tuo blog e con gioia,se permetti,vedo che non sei convinta del m5s.
    Secondo il mio modesto parere m5s nasce da un'idea della "casaleggio e associati"esperti in viral marketing che trova in grillo la persona adatta a portarlo avanti.
    m5s tramite il blog di grillo,supportatato dalla casaleggio e associati,riceve moltissimi consensi,ma attenzione:il viral marketing(proveniente da otre oceano e non farina di casaleggio)tramite fake porta al pensiero unico.
    Alle elezioni ottiene un'inaspettato consenso ottenuto tramite il blog,con il tour nelle piazze e,credo sopratutto,con la pubblicità indiretta dalla'odiata tv e giornali,meno il fatto quotidiano,di cui casaleggio è azionista e una sua partner ne cura il blog(stessi metodi su menzionati). http://www.metropolisweb.it/documenti/chi-cc3a8-dietro-g...
    questo e molti altri.
    Perchè in una situazione drammatica m5s non si impegna in un governo a cui potrebbe imporre leggi e riforme? inadeguatezza?o altro tenuto ben nascosto?casaleggio,da veggente qual è,potrebbe spiegarlo.
    Nel programma del m5s (una classe di terza media lo avrebbe fatto meglio)viene dato molto risalto allo sviluppo di internet e alla tecnologia digitale tanto che alla voce informazione si legge: "Statalizzazione della dorsale telefonica",cioe tutto l'harware,collegamenti tramite fili,fibra ottica(anche quella di fastweb?),centrali e ponti radio,praticamente lo stato diventerebbe il controllore delle informazioni che avvengono tramite internet che privato non lo è!Questo fatto penso richieda molta riflessione:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *