Vi spiego perché il ‪‎licenziamento‬ facile dei dipendenti ‪pubblici‬ sarebbe un disastro

licenziamento-keep-calm-sei-licenziatoQuello che si dice del ‪#‎pubblico‬ è vero. E’ infestato di fannulloni intoccabili. Soprattutto al centrosud, ed è inutile fare i campanilisti quando sappiamo benissimo che è così e impariamo a respirare l’aria mafiosa che c’è intorno a noi fin da quando siamo in fasce.
Ma se nel pubblico ci sono i fannulloni, c’è un motivo serio, ed è l’esistenza delle raccomandazioni. Tutti gli incapaci, nullafacenti dipendenti pubblici sono diventati tali grazie a ‪#‎concorsi‬ truccati o costruiti ad arte per determinati soggetti. Lo sanno tutti, pure i sassi delle strade… Solo che ogni tanto, qualcuno, qualche elemento valido, qualche indefesso lavoratore, preparato e volenteroso, è riuscito a penetrare nella crepa del sistema ‪#‎clientelare‬ così mirabilmente tenuto in piedi da decenni. In mezzo ad una massa di raccomandati, la persona colta, preparata, intelligente al di sopra della media, riesce a penetrare e ingannare il sistema. E sono proprio queste rare persone non raccomandate che mandano avanti la baracca e svolgono il lavoro di una massa incapace e nullafacente.
Anche questo lo sanno tutti, persino i muri delle case.
Cosa succederebbe con i licenziamenti facili?
E’ presto detto. I fannulloni, poiché entrati grazie a raccomandazioni di politici influenti, sarebbero INTOCCABILI e rimarrebbero al loro posto più sicuri ed ancorati che mai. A cadere sotto i colpi del licenziamento, sarebbero proprio gli altri, i bravi lavoratori, percepiti dal sistema clientelare come spine nel fianco, che danno fastidio a chi si fa “li cazzi sua”.
E’ davvero questo che volete, la fine ingloriosa del pubblico? La morte definitiva dello ‪#‎Stato‬? Pensateci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *